LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Anche i critici d'arte bocciano l'ascensore
Monica Rossi
Libero 5/8/2007

da quasi 100 anni che il Vittoriano si trascina dietro le polemiche. Dal suo debutto, avvenuto nel 1911 in occasione del cinquantesimo anniversario dell'Unit d'Italia, fino ad oggi con gli ascensori, il monumento continua a far discutere. Inaugurati lo scorso 31 maggio dal ministro per i Beni culturali, Francesco Rutelli alla presenza del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, i due ascensori, alti 40 metri, sono stati realizzali in una struttura di vetro e acciaio distaccata dall'edificio storico.
Anche l'assessore alla Cultura di Milano, Vittorio Sgarbi, intervenuto sulla polemica degli ascensori del monumento dedicato a Vittorio Emanuele II. Secondo Sgarbi: II Vittoriano sempre stato guardato come un monumento talmente "brutto", soltanto recentemente rivalutato, che tutta questa preoccupazione per la sua estetica sembra forse eccessiva. E comunque il critico d'arte si detto favorevole agli ascensori come principio. Non vedo nulla di strano negli ascensori al Vittoriano. L'assessore alla Cultura di Milano va cauto nel giudizio sugli ascensori. possibile fare degli ascensori che non creino impatto, se li hanno fatti male, ha ragione il senatore Manzione, ma non posso dare un giudizio senza vedere che tipo di ascensori hanno fatto, ha commentato Sgarbi. Mentre ricordando gli ascensori all'interno del Colosseo, Sgarbi ha sottolineato come in quel caso l'integrit monumentale sicuramente violata dalla "schifezza" che hanno messo.
E il professore non ha risparmiato nemmeno la "sacralit" del Vittoriano. Il monumento un luogo perfetto per caffetterie e ristoranti, ci si mangia sopra ormai da anni, ha detto Sgarbi. La caffetteria, ha continuato, il minimo di qualunque luogo che non sia una piramide; se non pu essere una piramide non si pu fare la caffetteria perch finisce a punta, ma su una struttura che ha un piano si possono fare caffetterie e ristoranti. In sostanza per Sgarbi non c' nulla di male nella caffetteria e nell'ascensore, c' tutto di male in una brutta caffetteria che non facilissimo fare, ma sono capacissimi di farlo a Roma, visto i sovrintendenti che abbiamo. E rammenta; Avrebbero potuto fare un buon ascensore "mimetizzato. Per il deputato di An, Fabio Rampelli, che ha presentato una mozione al ministro Rutelli per l'immediata rimozione degli ascensori, l'opera posta alla sommit del monumento di Sacconi un oltraggio alla sua sacralit. Gi nel 2003, ha ricordato Rampelli, avanzammo una vibrata protesta con interrogazioni al seguito, contro l'apertura di un ristorante, in quella che, bene ricordarlo, una tomba, la pi sacra della nostra Patria, perch conserva i resti del milite ignoto. E sempre sugli ascensori l'esponente di An ha argomentato: Oltre a modificare sostanzialmente il prospetto centrale dell'Altare della Patria, la questione travalica i confini del buon gusto e quelli della pur doverosa tutela dei nostri beni architettonici.
E gli ascensori hanno attirato le ire di un altro illustre architetto. Per il presidente della Fondazione "Cesar Onlus" (Centro Studi per l'Architettura Razionalista), Cristiano Rosponi sulla scia della teca dell'ara Pacis, il centro storico di Roma, si sta trasformando in un parco divertimenti. Peccato. Perch secondo Rosponi la Capitale avrebbe tutte le carte in regola per essere leader nel panorama culturale europeo, ma stanno facendo di rutto per svalorizzare i monumenti trasformandoli in delle grandi operazioni commerciali. Anche al presidente della Cesar Onlus la scelta di realizzare gli ascensori in acciaio e vetro non piaciuta. la soluzione pi semplice che si potesse trovare, ha tuonato Rosponi. A livello tecnico , ha spiegato, pi facile appaltare una struttura in vetro e acciaio, piuttosto che intervenire con ricerche storiche e maestranze apposite. Il ministro Rutelli quando inaugur gli ascensori precis che la struttura rimovibile. Forse, dato il polverone, sar il caso di rivedere la scelta.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news