LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Comune: la Grande Brera? Noi siamo pronti al trasloco Roma ci dica quale progetto ha
E.So.
Corriere della Sera 4/8/2007

L'assessore Vittorio Sgarbi è categorico: «A me pare la controffensiva di quelli che non vogliono fare nulla. Di chi vuole mettere una pietra tombale sopra all'iniziativa». Non è più conciliante il suo collega Carlo Masseroli, assessore all'Urbanistica: «Stiamo lavorando da quattro mesi con il ministero sulla vicenda del trasferimento di Brera. Abbiamo dato la nostra totale disponibilità a fare dove e come ci viene chiesto. Che senso ha aprire una polemica? A questo punto siamo legittimati a pensare che ci sia dietro qualche cosa che ci sfugge e che, in fondo, non ci sia tutta questa volontà di trovare una soluzione...».
Grande Brera, si ricomincia da capo. Il sottosegretario Nando Dalla Chiesa, che parla di «polpetta avvelenata», ha indirizzato una lettera al sindaco Letizia Moratti in cui pone dubbi sul progetto che prevederebbe il trasferimento di una parte delle attività di Brera alla Bovisa. Per i costi (26 milioni di euro, oltre a 2 all'anno per l'affitto), le dimensioni (12 mila metri quadrati, di cui solo 5 mila destinati ad attività didattiche, rispetto al fabbisogno minimo dichiarato dall'Accademia in 20 mila metri), le procedure seguite (non è stata fatta, ad esempio, una gara per l'assegnazione dei lavori, mentre Dalla Chiesa sollecita il Concorso internazionale di idee). «Un mese fa — spiega Masseroli — abbiamo fatto l'ultimo incontro del tavolo voluto dal sindaco Moratti. Il Comune dice solo che vuole assolutamente Brera a Milano e che vuole ingrandire gli spazi per soddisfare le esigenze degli studenti e dei quadri che oggi non hanno sede. Abbiamo dato disponibilità totale dicendo diteci voi che cosa fare. La risposta è questa?». Masseroli non entra nel merito delle osservazioni di Dalla Chiesa: «Abbiamo già osservato che esisteva un accordo stretto a suo tempo con il Governo precedente e il precedente cda dell'Accademia. Ai quali andava bene il progetto presentato da questo privato, che è il proprietario delTarea della Bovisa individuata per la realizzazione dell'ampliamento. Hanno cambiato idea? Bene, ne prendiamo atto. Ma ci dicano una volta per tutte di quanti metri hanno bisogno, quale terreno vogliono usare e per fare che cosa. Questo diciamo da un mese al sottosegretario e solo da lì si parte». A meno che? «A meno che — incalza Masseroli—non ci siano divergenze dì vedute fra Accademia, Ministero e Soprintendenza. Ma se hanno problemi tra di loro, non sparino poi sul Comune».
Sgarbi incalza: «Non escludo che il progetto della Bovisa possa avere dei limiti. Ma perché dirlo soltanto ora? E perché non proporre un'alternativa?». Il critico e assessore alla Cultura insinua: «Dalla Chiesa è abituato a usare la cultura del sospetto, ma dietro la sua uscita si nasconde l'indisponibilità totale del Governo a risolvere il problema di Brera. Dico da sempre che Brera per Milano e per il Paese dovrebbe essere come la Scala e invece il Governo continua a latitare». Sgarbi chiama in causa i privati: «Io continuo a chiedere che si restauri Palazzo Citterio, naturale espansione di Brera. Ma nessuno muove un dito. Nel frattempo, il signor Koelliker ha sistemato palazzi dove trovano tranquillamente sede i tremila dipinti di sua proprietà. L'ente pubblico, invece, ne tiene mille chiusi in cantina». E conclude: «Io non sono totalmente appiattito sull'ipotesi Bovisa, anche se ha un suo senso. Ma chiedo a Dalla Chiesa di dare vita subito alla sistemazione di Palazzo Citte-rio e di pensare ad una Fondazione che gestisca meglio Brera attuale e quella futura, come ho fatto al Museo Egizio di Torino. Lo facciamo?».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news