LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sotto il dipinto c' un nuovo Van Gogh
Ma. Po.
Corriere della Sera 4/8/2007

MILANO Gli esperti hanno lavorato per mesi: analisi, prove, riscontri. Poi, lo stesso giorno, arrivano due annunci che potrebbero riscrivere un pezzo della carriera artistica di Vincent van Gogh.
Il primo uno smacco per la Galleria nazionale di Melbourne, perch la Testa di uomo esposta in Australia e attribuita da oltre settant'anni al grande maestro olandese stata dipinta da qualcun altro. Il secondo, invece, fa la gioia dei ricercatori del museo Van Gogh di Amsterdam: sono stati loro a scoprire che sotto la tela che il pittore us per The Ravine (in Italia noto come Paesaggio con burrone) era nascosto un altro originale di Van Gogh: Wild Vegetation (Vegetazione selvaggia). Se n' accorto Louis van Tilborgh, passando ai raggi-x il quadro ospitato dal museo Fine Arts di Boston e rilevando tratti che somigliavano a uno schizzo conservato al museo di Amsterdam. Quello, appunto, di Wild Vegetation.
L'OPERA Ȓ successo tutto nel 1889, l'anno prima che il pittore si suicidasse. In quel periodo Van Gogh era ricoverato nella clinica di Saint-Remy, per aveva il permesso di uscire per lavorare ai suoi quadri. E per lui fu un momento prolifico: i panorami attorno al luogo di cura ispirarono moltissime delle sue ultime opere (per esempio tutta la serie dei campi di frumento). Ma Van Gogh, che nel corso della sua esistenza vendette pochi quadri, non aveva mezzi. Cos quando era squattrinato, se il fratello Theo, mercante d'arte a Parigi, non gli mandava in tempo nuove tele, finiva per usare quelle gi disegnate per le sue nuove composizioni. Esattamente quello che sembra sia successo con le due opere sovrapposte scoperte a Boston: a ottobre del 1889, quattro mesi dopo aver dipinto i turbinii che caratterizzano Wild Vegetation, il pittore si serv della stessa tela di canapa per dare vita a The Ravine.
Ora il museo Van Gogh ha deciso di esporre il disegno realizzato in due colori e lontano dall'espressivit dei quadri dell'artista in una mostra di schizzi che verr inaugurata ad Amsterdam la prossima settimana e terminer il 7 di ottobre.
IL FALSO Malgrado la nuova scoperta, il numero delle opere del pittore olandese resta lo stesso. Per un Van Gogh che emerge dal nulla, infatti, un altro se ne va. La notizia l'ha data a malincuore Gerard Vaughan, direttore della Galleria di Melbourne. Il ritratto Testa di uomo esposto nella citt australiana non di Vincent van Gogh. Dopo un anno di ricerche, gli studiosi del museo Van Gogh hanno stabilito che opera di un contemporaneo non identificato del grande maestro. Le differenze stilistiche riscontrate nel confronto con altri ritratti e autoritratti dipinti dall'artista olandese nella seconda met degli anni 1880 non lascerebbero dubbi sulla paternit dell'opera. Ma non sono state trovate tracce di qualit materiali, sulla tela o sui colori, che non fossero contemporanee di Van Gogh. Nessun pigmento moderno, che avrebbe potuto esistere in tempi successivi.
LA STORIA Testa di uomo, il ritratto di un uomo barbuto con capelli lunghi e ricci, fino a poco tempo fa era valutato 12 milioni di euro. In Australia era arrivato nel 1939 come parte di un mostra di opere di propriet di Keith Murdoch, padre del magnate dei media Rupert Murdoch, che allora viveva a Londra. Poi il quadro rimase bloccato laggi dallo scoppio della Seconda guerra mondiale e la Galleria nazionale decise di comprarlo.
stato acquistato come opera di Van Gogh e prima di allora era stato accettato come tale da pi di dieci anni ha ricordato ieri Vaughan . Ed importante precisare che non una contraffazione. Del resto, Van Gogh era considerato un pazzo dai suoi contemporanei, a nessuno piacevano i suoi lavori, non ne ha venduto nemmeno uno in quel period, e quindi non c' ragione che un artista volesse tentare di contraffare le sue opere.



news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

21-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news