LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ACCORDO CON IL MINISTERO Il Getty cede: torna Venere Lisippo attende
Maria Tiziana Lemme
02/08/2007 il mattino






Il Getty Museum restituir allItalia quaranta oggetti. Ma lAtleta di Lisippo, la statua in bronzo attribuita allo scultore preferito da Alessandro Magno, resta, per il momento, fuori dallintesa. Un accordo di valore storico, lo definisce il vicepremier e ministro per i Beni e le attivit culturali Francesco Rutelli. Si atteso sino allultimo minuto e alla fine si sciolto lultimatum che Rutelli aveva posto alla direzione del Paul Getty Museum circa la restituzione delle opere italiane illecitamente esposte nel museo californiano: Se entro luglio non avremo una risposta, col Getty rottura, aveva detto il ministro. Lattesa non stata vana, e se precedentemente il Museo di Malibu aveva intenzione di restituire, su 52 oggetti reclamati, soltanto 23, la trattativa italiana ha fatto alzare la posta. Quaranta oggetti saranno cos trasferiti nei prossimi mesi, secondo un calendario che sar deciso nei prossimi giorni da tecnici italiani e statunitensi. E fra questi oggetti torner finalmente a casa, ma non subito, la Statua di culto di una Dea, detta Venere di Morgantina. Laccordo con il direttore del Getty, Michael Brand, prevede la restituzione dellopera nel 2010. Fino a allora la meravigliosa opera trafugata in Sicilia rimarr esposta nel museo con, si presume, una targa che ne attribuisce la propriet italiana. Alta due metri, in tufo calcareo e marmo, ha almeno 2400 anni; fu acquistata dal Getty nel 1988 per la cifra di 18 milioni di dollari. Riguardo a la statua di un giovane atleta vittorioso, ossia il Lisippo, Getty e MiBac hanno invece concordato di rinviare ulteriori discussioni alle risultanze del procedimento legale in corso a Pesaro. Pescata nelle acque di Fano, nelle Marche, il Getty contesta che le acque erano, invece, internazionali. Laccordo prevede inoltre la possibilit di ristabilire unampia collaborazione culturale che includer prestiti di opere darte significative, mostre congiunte, ricerca di progetti di conservazione e di restauro. Entrambe le parti si dicono soddisfatte che, dopo un lungo e complesso negoziato, si sia raggiunto un accordo. E chiss se la mostra in programma al Getty per il 2009 su Gian Lorenzo Bernini non abbia avuto un ruolo determinante per la chiusura della trattativa. Senza i prestiti italiani, senza la possibilit di consultare i nostri archivi, per il museo diretto da Bard sarebbe stato quanto meno difficoltoso organizzare lesposizione. Si chiude dunque con una vittoria, soprattutto per la possibilit che si torni a rinegoziare per la restituzione del Lisippo, la battaglia che il Ministero ha portato avanti dal 23 novembre scorso. LItalia porta avanti una politica coerente sia quando chiede di restituire bemi culturali sia quando, a sua volta, li restituisce, sottolinea Rutelli. il caso dei reperti ritrovati dai carabinieri in un mercato a Monza e restituita al Pakistan due settimane fa. La perseveranza e il coraggio del ministro Rutelli sono stati alla fine premiati. - commenta il presidente della Provincia di Firenze - Laccordo molto importante per lItalia, perch si recupera un grande numero di preziosi testori del nostro patrimonio artistico. Prima che un caso giudiziario, era una questione di carattere etico-culturale. Per il parlamentare dellUlivo Ferdinando Latteri, siciliano, quello di ieri stato un grande risultato. Mi fa piacere, in particolare, che tra le opere che ritorneranno vi sia la Venere di Morgantina, reperto di grande pregio e bellezza. Soddisfatto anche Ermete Realacci, deputato della Margherita: una bella notizia per il nostro paese. Laccordo del Governo con il Getty Museum fa finalmente tornare in Italia una parte consistente del nostro patrimonio culturale. Questo lieto fine, aggiunge Realacci, solo la punta delliceberg di un fenomeno, quello del traffico illecito di opere darte, che nel nostro paese rappresenta unaggressione vera e propria nei confronti del patrimonio artistico e archeologico: secondo i dati del rapporto Ecomafia di Legambiente, solo nel 2006 sono stati infatti trafugati in Italia pi di 143mila reperti archeologici da scavi clandestini e oltre 1200 opere darte.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news