LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

A Pompei scade il mandato di Crimaco Non c’è più un city-manager per gli scavi
Susy Malafronte
01/08/2007 il mattino




Conto alla rovescia per la figura del city-manager della soprintendenza archeologica di Pompei. Allo scadere del contratto di direttore amministrativo di Luigi Crimaco e in attesa della nuova normativa prevista dal disegno di legge sull’accorpamento della soprintendenza pompeiana con quella di Napoli e Caserta, i poteri passano nelle mani del soprintendente Pietro Giovanni Guzzo. Nelle ore che hanno preceduto la scadenza del contratto si vociferava dell’arrivo di una proroga per l’attuale manager fino al dicembre prossimo. Proroga che fino ad ora non è ancora arrivata. «C’è tanto da fare - dice Luigi Crimaco, lasciando trapelare una nota di amarezza - ed è normale che mi auspichi che dal Ministero giunga un rinvio della scadenza del mio mandato perché gli impegni per rilanciare l’attività della soprintendenza sono numerosissimi: venendo meno la figura manageriale la macchina amministrativa subirà un dannoso stand-by. Mi dispiacerebbe perdere l’incarico quando, dopo un duro lavoro di tre anni, ora si incominciano a vederne i frutti. Vivo l’attesa con tranquillità e spero di avere quanto prima una risposta per capire cosa devo fare». La figura del city-manager è stata introdotta nell’ottobre del 1997 con l’entrata in vigore della legge 352 che ha dotato la soprintendenza di Pompei di autonomia. Il primo marzo del 1998 si insediò il primo city-manager, l’emiliano economista Giuseppe Gherpelli, seguito dal generale dell’aeronautica Giovanni Lombardi e quindi dall’archeologo Luigi Crimaco. Al direttore amministrativo competono l’adozione dei provvedimenti di attuazione del programma e del bilancio di previsione, ivi compresi gli atti di impegno e di spesa e la cura del personale. La nomina del manager spetta al ministro per i Beni e le Attività Culturali ed è affidato ad un soggetto estraneo all’amministrazione con contratto triennale di diritto privato.




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news