LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Gli ambientalisti: No all'ecomostro bisRutelli e Bassolino abbatteranno Alimuri, ma dicono s a un altro grande albergo
Carlo Franco
CORRIERE DEL MEZZOGIORNO, 25 LUGLIO 2007


NAPOLI Dall'ecomostro di Alimuri all'Equamostro?

Dove per Equa s'intende la splendida enclave della Marina di Seiano nella quale si vorrebbe collocare la nuova edizione, riveduta ma egualmente scorretta in questo caso, dell'ecomostro che, come hanno promesso Rutelli e Bassolino, verr buttato gi a settembre.

Dopo trentasette anni di tentennamenti e un penoso stillicidio burocratico: lo butto, non lo butto, ma sta ancora l a dare scandalo.
L'allarme si riproposto poche ore dopo la sigla dell'intesa di governo, quando si appreso della possibile scelta di Seiano che per rischio ambientale una soluzione pari se non peggiore dell'abuso che finalmente viene cancellato.
L'ipotesi rimbalzata da Vico Equense da brividi: la societ Sa.An. che ha tentato di portare a termine la costruzione ad Alimuri di un albergo a sei piani, con piscina ed altri optional di lusso, avrebbe ricevuto l'autorizzazione, a mo' di compensazione per il danno subito, a spostarsi in via Murrano, gi alla Marina di Equa, a non pi di mille-duemila metri in linea d'aria da Alimuri e in una situazione di straordinario impatto ambientale. A carico della societ, per, ricadono altri oneri economicamente pesanti perch, oltre a contribuire alla riqualificazione dell'area danneggiata, dovr farsi carico della nuova pratica. La scelta di compensazione, che una pratica non nuova, sarebbe caduta, tra l'altro, sulla piana di Seiano che uno degli ultimi polmoni di verde della costa sorrentina ed patrimonio dell'TJnesco. Un altro particolare riguarda l'impatto della riparazione pari per dimensione a quella dell'ecomostro: una cubatura di 18mila metri cubi su una estensione di duemila metri cubi. Su un terreno prossimo alla propriet della famiglia dell'ex leader de Armando De Rosa.
Immediata e adeguata la reazione degli ambientalisti che domenica mattina, dopo la messa e prima dello struscio in piazza, hanno diffuso un volantino di fuoco firmato da Franco Cuomo, l'infaticabile coordinatore del circolo Vas (Verdi, ambiente, societ) della Penisola sorrentina. L'affermazione centrale una dichiarazione di guer-
ra: Ecco, bello e servito su un piatto d'argento l'Equa-mostro, ma noi ci opporremo con tutte le nostre forze e con una mobilitazione totale. A questo punto, anzi, rilanciamo con una nostra provocazione: che senso ha spostare il danno ambientale dal salotto alla stanza di pranzo? Se i sorrentini devono subire un altro schiaffo dopo tutti gli abusi che hanno ingoiato tanto vale autorizzare il completamento dell'albergo ad Alimuri: mostro per mostro teniamoci quello al quale bene o male, in questi anni di penoso stillicidio burocratico, abbiamo fatto l'occhio. Come dargli torto? Non ci proviamo neanche, ma tentiamo di dare un contributo girando la preoccupazione degli ambientalisti al Soprintendente Errico Guglielmo, uno dei firmatari dell'intesa ministeriale. Il quale, per, smentisce in maniera netta l'indiscrezione. Anche a me giunta notizia che avremmo gi deciso di autorizzare la costruzione del nuovo albergo alla Marina di Seiano, ma posso garantire che non c' nulla di vero. Anche perch le norme urbanistiche vietano in maniera categorica che si possa procedere in questo modo.
Cosa vuole dire? Beh risponde Guglielmo semplicemente che, siglata l'intesa, ora si attende che vengano portate all'esame degli organi competenti almeno tre o quattro possibili soluzioni. Che verranno esaminate prima di scegliere quella a minore impatto ambientale. La
procedura questa, qualsiasi altra soluzione destituita di fondamento. Quarantatr anni per prendere una decisione che poteva essere adottata subito spegnendo sul nascere ogni tentativo di offesa ad un territorio cos delicato. Non le sembra un tempo eccessivo sovrintendente? Posso essere d'accordo, ma non sono competente a rispondere. Posso dire, ad ogni modo, che la decisione adottata la migliore possibile perch concilia gli interessi pubblici e non danneggia il privato che era in possesso di tutte le autorizzazioni. Ed proprio questo che non va gi al leader dei Vas: Siamo indignati, tuona, quella sancita dal governo non una operazione ambientalista, ma affaristica. In nessun paese del mondo lo Stato risarcisce chi ha commesso un abuso. Neanche quando la licenza regolare? Poteva essere regolare quando era stata presentata spiega Guglielmo , e cio nel 1964, ma dal 1971 in poi diventata fuori legge e non mai pi stata confermata. Cosa si vuole di pi?



news

23-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news