LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI - Rifiuti, fuga da musei e alberghi
ANGELO CAROTENUTO
DOMENICA, 22 LUGLIO 2007, LA REPUBBLICA - Napoli




I PROBLEMI DELLA CITT

In forte calo le presenze di turisti in seguito allemergenza. Ma pesa anche la mancanza di grandi eventi culturali



Diciottomila visitatori in meno nel solo mese di maggio



Bilancio nero: meno 10% nelle strutture ricettive, meno13% ai botteghini
Capodimonte record negativo. Crescono Pompei, Ercolano, Oplonti e larea flegrea



--------------------------------------------------------------------------------

Undicimila presenze in meno negli alberghi, 18 mila visitatori che mancano al bilancio dei musei. Si chiama danno dimmagine, e questo il conto. Ecco le cifre ufficiali del maggio nero, atteso da Napoli e dai suoi monumenti come il mese giusto per il boom turistico, e chiuso invece con lultima tassa da pagare ai rifiuti. La fuga. Ora ci sono anche i numeri a raccontare quanto siano costati alla citt i sacchetti in strada, i roghi e le proteste contro le discariche. Un calo del 10 per cento negli alberghi, secondo i rilevamenti dellAssociazione albergatori Adan, basati su un campione pari al 60 per cento della ricettivit cittadina. Un calo del 13 per cento ai botteghini dei musei, secondo i dati raccolti direttamente alle fonti dallOsservatorio comunale turistico. Tutto in un quadro gi allarmante registrato nei mesi precedenti, fatto di un -12 per cento negli alberghi (51mila presenze in meno rispetto ai primi cinque mesi del 2006) e di un -17 per cento nei musei (68 mila visitatori da gennaio a maggio rispetto allo stesso periodo di un anno fa).
Situazione tragica, confessava in quei giorni il sindaco Iervolino allaula del consiglio, mentre piccoli e grandi Comuni andavano al voto sommersi dimmondizia; Fassino attribuiva la responsabilit per la sconfitta dellUnione al nord alle immagini in tv dei rifiuti napoletani, e Chiamparino diceva che se fosse successo a Torino, lui si sarebbe dimesso. Maggio. Il mese in cui i rifiuti napoletani finiscono tra gli articoli di Financial Times, Sydney Morning Herald e New York Times. Una propaganda nera che adesso Napoli scopre di aver pagato. Una seria battuta darresto c stata, e bisogna ammetterlo. Ma di fronte a un tale danno dimmagine, direi che abbiamo resistito. Ora tocca mettere in campo risposte adeguate e serie, avverte Valeria Valente, assessore comunale al Turismo.
Pi di tutti, nellambito dei musei, ha pagato Capodimonte (-22mila presenze). Sia per la sua collocazione fuori dalle grandi linee di trasporto pubblico (un punto su cui dobbiamo riflettere, ancora la Valente), sia perch deve confrontarsi con il boom 2006, legato alla mostra di Caravaggio. Insomma, stavolta il grande evento non cera. Ce lavevano invece lArcheologico, dove la mostra sulle "ambre" valsa il dato positivo in controtendenza. Il paradosso che le cifre negative hanno riguardato pi la citt che la provincia, dove lemergenza rifiuti si fa spesso sentire in maniera pi pesante. Pozzuoli, per esempio. tuttora nella morsa della crisi, ma larea flegrea continua a dare segnali di crescita. Perch? Paradosso fino a un certo punto - secondo Giovanna Martano, assessore provinciale al Turismo - in quanto il brand Napoli cos forte da catalizzare su di s il messaggio negativo, anche quando non le appartiene. Penso pure agli omicidi che spesso avvengono nellhinterland, ma che vengono percepiti come "napoletani". Un fenomeno, questo, che una quindicina danni fa mise in ginocchio Londra. Pompei, Capri e la penisola sono attrattori storicamente autonomi; la zona flegrea fa passi da gigante. Ma occorrono pi trasporti dedicati. Gli scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti e Boscoreale, terzo sito italiano pi visitato nel 2006 dopo il Colosseo e il parco friulano del castello di Miramare, hanno gi 16mila visitatori in pi rispetto al 2006. Cos come Baia, Cuma e Anfiteatro Flavio sono a +2mila e 500.
Ma c da rilanciare limmagine turistica della regione nei nostri principali mercati, lo sa bene Marco Di Lello, assessore della giunta Bassolino volato a Francoforte per incontrare i vertici della Neckermann-Thomas Cook, uno dei principali tour operator tedeschi nel mondo. Un gigante che gestisce 3 milioni di turisti lanno e 300mila pacchetti di viaggio. Con questo blitz in Germania, terzo mercato turistico di riferimento, la Regione conta di recuperare 10 mila presenze dopo lestate, proponendo Piedigrotta, lOttobre delle arti e quello delle terme a Ischia. Per cancellare il maggio nero.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news