LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI - Asfalto e sanpietrini compromesso al Rettifilo
FABIO JOUAKIM
17/07/2007 IL MATTINO

Asfalto o sanpietrini al corso Umberto? C voluta la mediazione di palazzo Chigi per trovare la risposta, che sta in un verbale sottoscritto ieri dalle parti. Ieri pomeriggio lincredibile epilogo del braccio di ferro che da tempo vedeva contrapposti lassessore Giorgio Nugnes e il soprintendente Enrico Guglielmo. Entrambi convocati ieri pomeriggio a Roma - cera anche il city manager del Comune Luigi Massa - per cercare di sbloccare limpasse. Grazie allopera della presidenza del Consiglio, la soluzione stata trovata e accontenta tutti, anche se non chiarisce i limiti entro i quali si pu agire usando i cosiddetti poteri speciali. Da domani il Comune ha lautorizzazione a sistemare lasfalto sui cordoli e al centro della carreggiata, nella corsia preferenziale larga nove metri: saranno felici gli autisti dellAnm che pi volte si erano ammutinati per protesta contro limpossibile pavimentazione. Nelle due corsie laterali, invece, resteranno i sanpietrini. Ma in corrispondenza delle fermate dei bus saranno allargati i cordoli e sar sistemato un tratto di asfalto. Era stato il Comune a chiedere lintervento della presidenza del Consiglio per decidere come ripavimentare il Rettifilo. Lannuncio era arrivato durante il Consiglio comunale, da parte del sindaco Iervolino che aveva rilanciato la necessit di chiarezza sui poteri speciali. Vediamo se riusciamo a spuntarne la prima applicazione - aveva detto la Iervolino - C un contrasto fra il sindaco commissario e il soprintendente per quanto riguarda il rifacimento di corso Umberto. Se c una strada che ha bisogno di rifacimento tra le tante di Napoli, non perch la faccio io quattro volte al giorno, appunto corso Umberto. La richiesta della Soprintendenza, aveva proseguito la Iervolino, di farla tutta con i cubetti com adesso. Questo comporta una spesa di circa 7 milioni di euro che noi non abbiamo a disposizione e comporta una tempistica di circa sei mesi. Non possiamo tenere bloccato il corso Umberto per sei mesi. Ho chiesto di utilizzare lasfalto, almeno per adesso, il che sarebbe fattibile nel giro di un mese. Ma la Soprintendenza mi ha detto di no. Ora mandiamo in missione a Roma anche il direttore generale Massa, per vedere se riusciamo a vincerla o si trova una mediazione. Credo che la stessa cosa andr poi fatta pi o meno per via Marina. A margine lulteriore chiarimento della Iervolino: Dobbiamo rivolgerci necessariamente a Roma anche se, purtroppo, i tempi si allungano. Nella capitale anche il soprintendente Enrico Guglielmo: Non so nulla delliniziativa del Comune. So, invece, che si potrebbe procedere per ordinaria manutenzione, eliminando avvallamenti e buche. Il nostro parere noto da tempo: lasfalto potrebbe essere utilizzato per le corsie centrali. Piuttosto andrebbe chiesto al Comune perch i lavori in via Tasso sono ancora fermi dopo il parere favorevole allasfalto che abbiamo dato lo scorso 19 febbraio. Pronta la replica di Nugnes: Via Tasso? Ci vuole il tempo necessario per la gara, che scade il prossimo 4 settembre.




news

04-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 4 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news