LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pavia. A rischio un tesoro di archeologia industriale. Le ruspe rosse marciano sulla cittadella operaia
Luigi Mascheroni
il Giornale, 15 luglio 2007

PAVIA, A RISCHIO UN TESORO DI ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE

Gli edifici liberty della ex Snia cancellati da un ipermercato

Titolo delle grandi occasioni: Le mani sulla citt. La citt Pavia, e le mani sono due, entrambe sinistre: quella della giunta diessina guidata dal sindaco Piera Capitelli e quella dell'imprenditore rosso Luigi Zunino. In mezzo, l'area dell'ex Snia, lo storico stabilimento che dal 1905 ospit la Societ italiana seta artificiale, poi trasformatasi in Snia-Viscosa, entrata in crisi negli anni 70 e chiusa nell'82. Di quell'epoca d'oro dell'industria italiana rimane oggi un'area di 170mila mq - occupata da un numero imprecisato di rom - con i vecchi capannoni, labora-tori, il convitto per le operaie, la palazzina degli uffici in stile liberty... Un pezzo unico di archeologia industriale dal valore inestimabile.
Eppure qualcuno vorrebbe raderne al suolo una bella fetta, con la scusa di cacciare una volta per tutte i clandestini, e costruire un centro commerciale. La denuncia viene da un gruppo eterogeneo di politici e cittadini pavesi che da mesi si batte per evitare lo scempio: Dell'area ex-Snia il sindaco vuole abbattere la parte monumentale, in deroga ai vincoli che pone il Piano regolatore generale di Vittorio Gregotti, che ne prevede il recupero, e in spregio alla storia della citt. Lo hanno gi deciso da tempo, ben prima dell'emergenza rom e senza discutere la cosa in Consiglio comunale il j'accuse del fotografo ed editore Giovanni Giovannetti che si fatto megafono del variegato partito pro-Snia che va da Italia Nostra a Cantiere di Elio Veltri, dal centro culturale Pasolini fino alla Lega e che ha scritto alla Soprintendenza ai Beni monumentali e al ministro Rutelli.
Il Piano di intervento, che prevede la demolizione di una parte dell'ex Snia, lo si pu trovare in internet, nel sito di Risanamento spa del gruppo Zunino, uno dei proprietari dell'area (www. risanamentospa.com). Ed on line da due anni - come denuncia Irene Campari, della Sinistra indipendente - quindi quello dei rom sembra un appiglio per giustificare le ruspe.
Ma se la citt ci perde un pezzo di storia, chi ci guadagna? I proprietari dell'area - risponde Giovannetti - che vedrebbero aumentare esponenzialmente la rendita dei terreni. Chi sono? Tra gli altri la Tradital di Luigi Zunino che sembra possedere 40mila mq su 170mila. Bassoliniano di ferro, detto il Berlusconi rosso, da sempre vicino a D'Alema, Zunino due anni fa acquist gli ex stabilimenti della Falck di Sesto San Giovanni. E la sua Tradital costruisce centri commerciali.
Il sindaco Piera Capitelli - che ha liquidato la visita di due giorni fa della Soprintendenza come un gesto di cortesia, non essendoci sugli edifici dell'ex Snia alcun vincolo di conservazione -da mesi evoca il pericolo di crollo e ha pi volte annunciato che firmer un'ordinanza di demolizione. Cornici dentellate, ornamenti e archi in cotto dipinto compresi...



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news