LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

E i vecchi pannelli dei musei finirono sugli schermi ultrapiatti
Barbara Caputo
Il Mattino 30/9/2003

Vi ricordate il vecchio museo? Percorsi preordinati, un'aria polverosa, e fogli o pannelli appiccicati alle pareti, ricchi di dense e minuziose spiegazioni che la maggioranza dei visitatori non arrivava a leggere.
Ora tutto questo sta per cambiare in modo radicale rispetto al museo di ottocentesca memoria. Ma ci che vi di pi sorprendente che i progettisti di un museo tecnologico si richiamano alle emozioni suscitate dalla camera delle meraviglie. Lo spiega Ettore Lariani, architetto-designer del Politecnico di Milano, responsabile dei Laboratori di disegno industriale orientati alla valorizzazione dei Beni culturali, autore insieme ad altri di "Museo sensibile", un libro pubblicato da Franco Angeli.
Nel laboratorio didattico diretto da Lariani sono stati sfornati e si continuano a studiare progetti avveniristici, che prevedono l'uso di rilevatori di presenza, sensori di prossimit, macchine parlanti, oleogrammi che proiettano oratori virtuali, proiezioni, fruizione dei suoni da soffitti e pavimenti, programmi su schermo con possibilit di link. "Il rapporto con il museo cambia. Si cerca di coinvolgere entrambi gli emisferi dell'utente, che prima lavoravano in maniera alternata guardando le opere e leggendo i pannelli", spiega Lariani. "I vecchi percorsi rigidamente preordinati rischiano di essere scompaginati dall'uso del palmare, che gi stato introdotto alla Tate Gallery. In questo modo il visitatore pu girare come vuole. Un progetto simile stato approntato dagli studenti del laboratorio anche per gli scavi di Pompei. Bisogna ora vedere se verr dimostrato un interesse ad applicarlo concretamente".
Il vecchio pannello potrebbe essere sostituito da schermi ultrapiatti, con la possibilit per l'utente di interagire con il monitor. Un'altra possibile soluzione quella di usare i rilevatori di presenza, che fanno scattare le descrizioni vocali avvicinandosi all'opera. "Bisogna cominciare a pensare ad un museo diffuso sul territorio", afferma Lariani. Per la fine dell'anno prevista proprio una manifestazione "museale" di questo tipo, nel quartiere popolare di Librino, a Catania. Saranno le facciate degli edifici a fare da museo. Qui verrano esposte fotografie e proiettati filmati. In pi sar possibile visionare opere-video che si potranno scaricare dalla rete in apposite postazioni diffuse. Le opere stesse, a loro volta, saranno fornite dagli artisti via rete. Gli utenti avranno un ruolo attivo nella produzione delle opere da proiettare sui muri. Potranno infatti produrre "pacchetti" di filmati che poi verranno proiettati.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news