LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Salvare o abbattere l'ex Snia? Pavia si divide
Giuseppe Spatola
CORRIERE DELLA SERA, 12-07-2007





Italia Nostra: fa parte della storia alla citt. Il sindaco: pi importante la sicurezza

Monumento di archeologia industriale da preservare o bidonville da abbattere e sgomberare? L'ex Snia divide Pavia. Da una parte c' Italia Nostra che vuole conservare la memoria industriale chiedendo aiuto alla Soprintendenza per tutelare edifici e ciminiere costruite nel 1905. Sul fronte opposto c' il Comune che, per ragioni di sicurezza, vorrebbe allontanare i 280 rom che oggi occupano abusivamente l'area, facendo abbattere ci che rimane dell'ex fabbrica. In mezzo i residenti del quartiere che all'ombra della Snia sono cresciuti, ma che da mesi hanno dovuto
imparare a convivere con la bidonville nata tra i ruderi. Quindi, conservare o radere al suolo?
Non ha dubbi Paolo Ferloni di Italia Nostra che nei giorni scorsi ha scomodato anche il ministero ai Beni culturali pur di salvare ci che rimane della storica Snia Viscosa. Al peggio non c' mai fine sottolinea passeggiando tra i capannoni della Sniail Comune crede che il problema dei rom si risolver solo con l'abbattimento dei capannoni. Tutto questo perch secondo i politici non ci sono vincoli da parte della Soprintendenza per l'archeologia industriale. Vogliono buttare gi tutto: le cornici dentellate dei vecchi muri, gli ornamenti e le ciminiere. Una parte della storia del Novecento rischia di essere distrutta e abbattuta con la Snia. Ma la Soprintendenza non potr stare zitta.
Pronta la risposta di Piera Capitelli, sindaco diessino, che sul futuro della Snia ha le
idee ben chiare: Quella di Italia Nostra e della Soprintendenza la considero una visita di cortesia. Qualora se ne rilevi la necessit per ragioni di sicurezza gli edifici della Snia potranno essere abbattuti rispettando i vincoli del Piano regolatore. Come sindaco sono contro i giudizi sommari e la trasgressione delle regole. E attualmente alla Snia le regole sono calpestate regolarmente.
Per ora sotto le vecchie ciminiere trova posto la bindonville. All'ingresso le ruspe proseguono il loro lavoro rispettando la tabella delle demolizioni. Senza l'eventuale stop della Soprintendenza, tra qualche settimana nell'area Snia rimarr ben poco: solo le ciminiere e qualche edificio. E i Rom gi dormono tra le macerie.


DEMOLITORI
Ormai sono ruderi abbandonati
Mino Milani, storico e scrittore: A Pavia si sono sacrificate molte costruzioni di valore storico, dal ponte del policlinico alla fonderia Cattaneo. La necessit di abbattere la Snia trascende dalla storicit degli edifici. Non si tratta di chiese o monumenti, ma di ruderi abbandonati da decenni.
Pietro Trivi, consigliere comunale di Forza Italia: Che valore storico possono avere dei vecchi capannoni trasformati dai rom in una bidonville? Per la citt quella ex fabbrica solo un buco nero che crea problemi ai residenti. Bisogna abbattere e bonificare per riqualificare l'intera zona.

CONSERVATORI
Stabilimenti storici da salvare
Angiolino Stella, rettore dell'Universit: La conservazione di alcuni degli edifici storici della Snia, peraltro prevista dal prg, certamente da tenere in considerazione. per necessario poter fare una valutazione alla luce del progetto di riqualificazione di tutta l'area dismessa.
Giovanni Giovanetti, volontario: Abbattere i capannoni dell'ex Snia corrisponderebbe a cancellare 100 anni di storia industriale di Pavia. La Snia non era solo una fabbrica ma l'anima stessa della citt. Quelle ciminiere devono rimanere come monumento all'operosit.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news