LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Colosseo, i privati e le turbe della Sinistra
Gian Luigi Corinto
Secolo dItalia 19/12/2002

A sinistra la confusione tanta e la cinquantennale occupazione egemonica degli spazi culturali confonde ancora di pi le idee agli uomini
che da sempre si sciacquano il cervello insieme alla bocca. Ebbene, in
omaggio alla loro confusione mentale, oggi non vogliono che il governo
venda il Colosseo. Vedono il ministro Urbani come Tot che vende agli
americani la fontana di Trevi, non una ma pi di una volta. I pi
avveduti cercano di non esagerare con le provocazioni, ma all'inizio la
propaganda era pesantemente indirizzata alla demonizzazione culturale
dei ministri interessati alla privatizzazione della gestione. Questa
demagogica provocazione si manifesta non solo con le battute di spirito,
ma anche con ben precise prese di posizione parlamentare e perfino con
appelli alla Costituzione contro i piani del governo sui beni
culturali. Il ministero ha finora inventariato il valore economico dei
beni culturali dello Stato e il governo, con la finanziaria in
discussione, tenta di metterli a frutto per ricavarne almeno il reddito
necessario alle manutenzioni e alla loro perpetuazione. A parte gli
scontri nel merito, che saranno risolti dal democratico confronto tra
maggioranza e minoranza parlamentare, doveroso segnalare
l'ennesimo abbaglio culturale (in malafede perdurante?) di cui sono
preda gli uomini della sinistra. La definizione di bene pubblico non
coincide affatto con quella di bene di propriet pubblica. Un bene
prodotto dai privati e che rimane in privato possesso pu avere
importanti contenuti pubblici, ovverosia d'interesse collettivo. La
cultura, e i beni materiali che ne sono l'espressione tangibile e la testimonianza, certamente un bene che sta a cuore a tutti, ed quindi un
bene pubblico. Tutti vedono come la cultura sia per correntemente prodotta sia da istituzioni private che pubbliche da individui che servono
lo Stato e da altri che operano per conto proprio o di imprese
private. E allora ci chiediamo: ma perch la gestione pubblica dei musei
dovrebbe essere migliore e pi efficiente di quella privata? Come la Sanit, come la Scuola? Come le carceri, come altri importanti settori,
come la difesa o l'intero sistema della ricerca? Le sinistre non hanno da
vantare grandi tradizioni in nessuno di questi campi. E allora, non
viene da sospettare che la paura di una gestione privata dei Beni culturali di propriet pubblica nasconda invece la nostalgia per antichi
baracconi ministeriali in grado di assumere intere vagonate di falsi
invalidi, falsi figli di profughi, o almeno amici degli amici? E perch
il ministero dei Beni culturali era affidato a autorevolissimi
sconosciuti mezzi socialisti e mezzi democristiani? Come non ricordare
le gestioni socialdemocratiche di ministri come la signora Bono
Parrino, o il signor Pacchiano? Vengono i due ricordati per un
intervento di restauro, per un recupero di beni lasciati deperire nei
sotto-scala, o non piuttosto per le oceaniche assunzioni di precari da
avviare a sinecura con molto tempo libero ma dotati di certificato
elettorale? Lo Stato oggi non indietreggia n abbandona collezioni e
beni culturali, ma tenta una doverosa razionalizzazione della gestione.
Alle sinistre tutto quello che tenta di funzionare non pu piacere, evidentemente.



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news