LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Stop alle trivelle in Val di Noto la Panther lascia i siti tutelati
EMANUELE LAURIA
16-06-07, La Repubblica PALERMO







Dietrofront dopo gli 80 mila no raccolti da 'Repubblica'


L' annuncio di Cuffaro 'Da sempre contrari al petrolio, non ci restano neppure le accise' Ridotti a otto dai 21 previsti i pozzi per l' estrazione di metano o altri idrocarburi Esclusi dalle perforazioni gli 8.600 ettari di terreno dove vige il vincolo Unesco la partita dell' energia




La rinuncia a cercare il petrolio nel Val di Noto viaggia su una lettera fimata da Jim Smitherman, presidente della Panther Eureka, protocollata ieri mattina dal corpo delle miniere della Regione siciliana: la società texana cancella dalla mappa delle trivellazioni la cittadina barocca e i suoi dintorni, un territorio dichiarato patrimonio dell' umanità dall' Unesco. Una decisione che segue le proteste di amministratori locali e ambientalisti, dei comitati «no triv» sorti negli ultimi tempi, una mobilitazione culminata nelle 80 mila firme raccolte dall' appello lanciato sulle colonne di "Repubblica" dallo scrittore Andrea Camilleri. Il dietrofront della Panther arriva alla vigilia della riapertura della cattedrale di Noto, che lunedì - alla presenza di Prodi - sarà restituita al pubblico dieci anni dopo il crollo. La svolta nel caso Panther è stata annunciata ieri dal governatore Salvatore Cuffaro, che afferma di aver «chiesto e ottenuto» la rinuncia alle autorizzazioni rilasciate in passato alla società: «L' opposizione alle trivellazioni rientra nella nostra strategia di sviluppo turistico. Noi - dice Cuffaro - saremo sempre contrari al petrolio, tanto non ci lasciano neppure le accise». Il ministro per l' Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio ha parlato di «ottima notizia: le trivellazioni in Val di Noto erano davvero inconcepibili». La soddisfazione, ieri, ha messo sullo stesso fronte il coordinatore di An Giuseppe Scalia e i deputati regionali diessini Roberto De Benedictis e Giuseppe Zappulla, sino alla leader del centrosinistra in parlamento regionale, Rita Borsellino. Che parla di «una vittoria delle comunità locali e della campagna di informazione avviata da Camilleri» ma si mantiene prudente: «Si vigili e si faccia chiarezza sulla portata dello stop annunciato». La Panther, in realtà, non si ferma ma rivede il proprio programma nell' area sudorientale della Sicilia: proseguono le attività di ricerca già avviate in contrada Zisola, a circa tre chilometri dal centro abitato di Noto, e a Ragusa. Anzi, se entro l' 8 luglio non sorgeranno osservazioni alla richiesta di valutazione di impatto ambientale, l' azienda a Ragusa farà partire le trivelle. Ma la società fa sapere di aver escluso dall' area oggetto del permesso di ricerca (74.600 ettari fra le province di Catania, Ragusa e Siracusa) una porzione di 8.600 ettari che comprende la cittadina di Noto e l' intero sito Unesco, compresa la zona di rispetto, Noto antica e infine quella fetta di territorio vicina alla costa e alla riserva naturale di Vendicari. «La scelta dei siti da perforare - precisa la Panther nella sua lettera - non sarebbe stata comunque indirizzata verso zone di pregio ambientale e paesaggistico o, tanto meno, nel centro abitato della città: ma lasciamo comunque l' intera area per evitare strumentalizzazioni e dimostrare alle comunità locale la nostra disponibilità». In ogni caso, visti i ritardi che la Panther attribuisce alla «opposizione» delle amministrazioni locali, si ridurrà il numero dei pozzi da realizzare entro il 2010: da 21 a 8. Anche se l' importo dell' investimento, è scritto ancora nella lettera, aumenta. E viene confermato un contributo annuale da 100 mila euro che l' azienda texana, oltre alle royalties pari al 7 per cento, si impegna a versare ai Comuni per «elargizioni sociali, beneficenza, per la scuola e per attività organizzate da associazioni ambientaliste».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news