LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Intellettuali e ambientalisti ci lasciano senza petrolio
Lu. Es.
Libero 16/6/2007

Alla fine i texani hanno alzato bandiera bianca, deposto le trivelle, rinunciato al petrolio del Val di Noto (si declina al maschile perch l'abbreviazione di Vallo). la fine di una battaglia che andava avanti da anni: gli ambientalisti da una parte, i petrolieri dall'altra. I primi a difendere la superficie e i tesori del tardo barocco che l'Unesco protegge come patrimonio dell'umanit, gli americani a lottare per conquistare il sottosuolo, per via dell'oro nero che c' - o ci potrebbe essere - sotto quei gioielli di tre secoli fa.
E mentre in Val di Susa i no-Tav si battevano contro i treni ad alta velocit, in Val di Noto i no-Triv battagliavano contro le trivelle. Il sette giugno era sceso in campo anche Andrea Camilleri, il papa del commissario Montalbano che in queste terre gonfie di sole e di storia risolve i suoi casi.
In un articolo su Repubblica, scriveva: I milanesi come reagirebbero se dicessero loro che c' un progetto avanzato di ricerche petrolifere proprio davanti al Duomo? Rifarebbero certo le cinque giornate.
I siciliani hanno fatto la loro parte alzando barricate contro i petrolieri.
Tutto comincia quando l'ex assessore regionale all'industria, Marina No, autorizza la societ americana "Panther Oil" a effettuare delle ricerche petrolifere sottoterra. Ma qualche anno dopo lo stesso Governatore Tot Cuffaro, su richiesta dell'ex assessore ai Beni culturali, Fabio Granata (An), cerca di riparare sospendendo i permessi . Ma manca una firma cos il provvedimento viene impugnato. Contro gli americani sono saltati tutti gli schieramenti e, incredibilmente, si formato un asse Ds-Forza Italia. Ieri, a sorpresa, la resa.
La notizia l'ha data Cuffaro a Palazzo Chigi, durante la conferenza stampa organizzata per presentare le ricostruzione della Cattedrale di Noto, crollata durante il terremoto del 1996 e che sar inaugurata luned. C' una lettera ufficiale (firmata dal presidente della Panther, Jim Smitherman) che abbiamo ricevuto proprio oggi dalla Panther con la quale la societ americana ci comunica di rinunciare ai permessi di trivellazione non solo in tutto il territorio di Val di Noto ma anche in un'altra serie di siti che noi abbiamo richiesto che vengano rispettati, ha detto Cuffaro.
Entusiasta l'assessore regionale al territorio e all'ambiente Rossana Interlandi: Una bella notizia che arriva alla vigilia della riapertura della Cattedrale. Non conosciamo ancora le motivazioni che hanno spinto i texani a rinunciare. Forse per l'enorme pressione dell'opinione pubblica. O forse perch si sono accorti che la zona non poi cos produttiva.
Dalla Panther arriva una spiegazione che frener gli entusiasmi degli ambientalisti e di quanti hanno alzato barricate per proteggere un patrimonio storico e artistico inestimabile. L'area per cui siamo stati autorizzati si estende su 747 chilometri quadrati, noi rinunciamo a 82 chilometri, la zona che comprende il sito Unesco di Noto. Gli altri sette siti che racchiudono Catania, Ragusa, Caltagirone, Militello, Modica, Scicli e Palazzolo Acreide erano gi esclusi. Ci restano poco meno di settecento chilometri su cui opereremo con sette trivelle in sei anni. Il Val di Noto e il suo patrimonio di storia e arte salvo.




news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news