LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Beni culturali, l'interesse pubblico. Una proposta dei Ds
Stefano Millani
l'Unit 04/09/2003

Torino conserva l'autoritratto attribuito a Leonardo. Pensare di valorizzarlo (cio renderlo pi visibile al pubblico) non pu prescindere da un'oculata gestione dell'opera. Anzi: la buona gestione dell'arte parte della valorizzazione stessa, e viceversa. E ancora: non saranno possibili operazioni come il trasferire beni a una societ la Patrimonio Spa che poi li passa alla Infrastrutture Spa perch li venda. L'alienazione di un singolo bene sar ammessa soltanto con una specifica legge dello Stato, dietro parere del ministero per i Beni culturali, purch vi sia una maggiore convenienza culturale collettiva in ragione della crescita culturale e civile. Questi sono alcuni dei cardini della proposta di legge sui beni culturali presentata a fine luglio dai Ds e che vede, come prime firme Maria Chiara Acciarini al Senato, Franca Chiaromonte e Giovanna Grignaffini alla Camera.
Il testo in divenire e verr discusso con gli altri parlamentari. E parte da un dato di fatto: la riforma del titolo V della Costituzione ha assegnato la tutela dei beni culturali allo Stato, mentre la legislazione sulla valorizzazione concorrente, ovvero hanno voce in capitolo sia Stato che Regioni. Partiamo dai seguenti principi - dice la senatrice Maria Chiara Acciarini -: la responsabilit pubblica sull'intero patrimonio culturale, il quale ha un valore identitario, l'interesse collettivo, il diritto di fruizione dei cittadini.
Su ogni atto che interessa un dipinto, un palazzo, o un qualsiasi altro bene culturale devono valere standard minimi in tutto il Paese, dalla Basilicata al Veneto. Il potere di vincolo resta ai rappresentanti statali sul territorio: i soprintendenti che mantengono la loro autonomia e rispondono a Roma, mentre al contempo si rafforza il soprintendente regionale. Non come longa manus del potere, che gestisce gli altri soprintendenti dell'area, ma come cerniera con Regioni, Province, Comuni, rafforzandone il suo ufficio, dando personale, fornendogli autonomia tecnico scientifica, chiarisce Acciarini. Finora queste figure hanno funzionato poco, sono rimaste senza strutture: Vero, ma non buttiamo via il bambino con l'acqua sporca. L'idea avere un soggetto statale che vive il territorio.
Sui delicati rapporti Stato-Regioni-enti locali le tre parlamentari prevedono nuovi organismi: una Conferenza nazionale per il patrimonio culturale dove ministero e Regioni fissano un programma triennale; le Conferenze regionali che individuano interventi, priorit, elaborano piani regionali, cui partecipano anche Comuni, Conferenza episcopale, associazioni professionali, l'universit. Ancora: il testo di Acciarini-Chiaromonte-Griffagnini vuole chiarire che le amministrazioni regionali devono conformarsi alla legge statale quando legiferano o scrivono i regolamenti. Tendiamo a oscillare fra due estremi: o il centro comanda tutto o, se scatta l'autonomia, deve saltare ogni collegamento. Le conferenze nazionali vogliono essere luoghi dove ci si coordina e si ragiona insieme. Su formazione e reclutamento del personale, infine, il testo propone albi nazionali per archeologi, storici dell'arte e dell'architettura, restauratori, conservatori di museo, bibliotecari e archivisti.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news