LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Appello per salvare la Valle dei Templi ad Agrigento

Numerosi uomini di cultura, politici, cittadini hanno formulato ed inviato un appello alle massime cariche istituzionali italiane contro il posizionamento del rigassificatore a Porto Empedocle.
Di seguito il testo:

APPELLO A:
GIORGIO NAPOLITANO, PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
ROMANO PRODI, PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
FRANCESCO RUTELLI, MINISTRO DEI BENI CULTURALI
ALFONSO PECORARO SCANIO, MINISTRO DELL'AMBIENTE
LUIGI BERSANI, MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
SALVATORE CUFFARO, GOVERNATORE DELLA SICILIA
FRANCO FRATTINI, VICE PRESIDENTE COMMISSIONE EUROPEA
STAVROS DIMAS, COMMISSARIO EUROPERO AMBIENTE
FRANCESCO BANDARIN, DIRETTORE WORLD HERITAGE CENTRE UNESCO

Sensibili alla storia e alle sorti della Valle dei Templi di Agrigento, dichiarata dall'UNESCO patrimonio dell'umanità (N.831 della lista), ci rivolgiamo alle SS.LL. allarmati per il pericolo che incombe sulla Valle a causa del costruendo impianto industriale di rigassificazione.
Risulta incomprensibile la localizzazione di detto impianto a Porto Empedocle (porto di Agrigento) per almeno tre motivi, come autorevolmente sostenuto dalla presidente nazionale del FAI, Giulia Maria Mozzoni Crespi, nella sua lettera aperta al presidente della Regione Sicilia, Cuffaro:
Si tratta di un'area urbana;
Si trova sotto “l'altipiano di argille azzurre” su cui sorge la casa natale di Luigi Pirandello, il parco pirandelliano e la contrada Caos sottoposti a vincolo paesaggistico;
Si trova a 1 km. di distanza dal confine sud-occidentale del parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi.
E' bene ricordare, poi, che la Sicilia esporta già la gran parte dell'energia che produce, che dalla Sicilia passa il gas proveniente dall'Algeria e dalla Libia e che l'80% del fabbisogno di gas è concentrato al Nord.
Il modello di sviluppo basato sull'uso produttivo delle risorse culturali e paesaggistiche del nostro territorio non è assolutamente conciliabile con l'ipotesi di sviluppo industriale che un rigassificatore a Porto Empedocle implicherebbe.
E' assurdo, infatti, pensare di far coesistere l'alta vocazione turistico-culturale, verso cui naturalmente è proiettato l'intero comprensorio e su cui realisticamente si fondano le aspettative di un serio sviluppo economico per le popolazioni locali, con la presenza di tali impianti.
L'impatto ambientale e visivo sarebbe disastroso e il tanto giustamente avversato abusivismo edilizio nella Valle dei Templi al confronto del suddetto ecomostro sarebbe poca cosa. Dalla collina dei Templi, infatti, lo sguardo degradando dalla campagna scende verso il mare “africano” cantato da Pirandello.
Ebbene proprio in questo scorcio di mare e di terra potremmo vedere la fila di navi gasiere di 350 metri ciascuna posizionate davanti alla contrada Caos e le torri-torcia di circa 40 metri di altezza con fiamma perenne. In caso di incidente, poi, di cui nessuno può escludere la possibilità, verrebbero cancellati in un soffio questi siti decantati dai visitatori del Grand Tour, da Goethe a Maupassant, e immortalati dai grandi illustratori come Jan Houel e Richard de Saint Non e che ci sono stati consegnati quasi integri dopo 2500 anni e dopo ben tredici dominazioni straniere che hanno rispettato questo immenso patrimonio culturale.
L'iter autorizzativo dell'impianto risulta in fase avanzata di completamento, come ci informa il giornalista Carlo Vulpio nel Corriere della Sera del 26 marzo, per cui ci rivolgiamo alla sensibilità delle SS.LL. perché venga scongiurata la sciagurata ipotesi di costruire un impianto di rigassificazione a ridosso della Valle dei Templi di Agrigento e della casa natale di Pirandello, che costituirebbe, di fronte al mondo intero della cultura, motivo di ignominia se realizzato e di merito se evitato.
Fiduciosi che il nostro appello non cadrà nel vuoto, porgiamo distinti saluti,



SEGUONO LE FIRME DI:
Dacia Maraini
Rita Borsellino
Graziella Fiorentini, Archeologo già Sovrintendente Beni Culturali di Agrigento
Ernesto De Miro, Professore di archeologia classica Università di Messina, già Sovrintendente Beni Culturali di Agrigento
Guido Ferrara, Architetto coordinatore del master in paesaggistica Università di Firenze, estensore del piano del parco della Valle dei Templi.
Enzo Lauretta, Scrittore, saggista e Presidente del Centro Nazionale di Studi Pirandelliani
Pietro Busetta, Professore ordinario Università di Palermo ed economista
Bernardo Barone, Presidente del Parco letterario “Luigi Pirandello” di Agrigento
Giuliana Campioni, Architetto consulente del Parco archeologico Valle dei Templi- Ag
Giovanni Scordino, Rettore Chiesa San Nicola nella Valle dei Templi di Agrigento
Baldassare Reina, Prefetto degli Studi e Direttore dell'Ufficio Cultura del Seminario Vescovile di Agrigento
Giovanna Catinella, Docente Università di Palermo
Rosa Giaimo, Professore Ordinario Facoltà di Economia Università di Palermo
Anna Maria Milito, Professore Ordinario Università di Palermo
Silvana Sciarrino, Docente Università di Palermo
Alessandra Siragusa, Presidente Regionale associazione Emily, Palermo
Caterina Busetta, Componente del Consiglio del Parco Archeologico e Paesaggistoco Valle dei Templi
Anna Maria Mendolia, Insegnate pronipote di Luigi Pirandello
Gaetano Gaziano, Già Dirigente Provincia di Agrigento e Socio FAI
Gaetano Allotta, Ispettore Onorario dei Beni culturali Agrigento
Gaspare Agnello, Critico letterario e saggista Agrigento
Salvatore Alaimo, Già dipendente Sovrintendenza di Agrigento
Nino Agnello, Scrittore Agrigento
Vittorio Alfieri, Giornalista Agrigento
Valentina Alletto, Studentessa Agrigento
Amato Antonino, Geometra Agrigento
Marina Arnone, Docente Liceo Scientifico di Agrigento
Salvatore Barnabà, funzionario regionale Agrigento
Nino Bellomo, Attore Agrigento
Rosalia Borsellino, Docente Liceo Scientifico Agrigento
Renato Bruno, Medico Agrigento
Antonio Barone, presidente circolo culturale John Belushi di Agrigento
Carmelo Boccadoro, Pensionato Agrigento
Caolgero Butera Direttore INPS Monza
Antonio Calamita, Geologo coordinatore movimento “Nuovi Orizzonti” di Agrigento
Giuseppe Callea, Impiegato Agrigento
Anna Cantoni, Casalinga Agrigento
Carmelo Carisi, Preside Agrigento
Lidia Castelli, Insegnante Agrigento
Sara Chianetta, Soprano lirico Agrigento
Paola Clemente, Insegnante Agrigento
Lorenzo Cordova, Avvocato Agrigento
Lilly Cusumano, Avvocato Agrigento
Floriana Di Pietra, Presidente ANDE Agrigento
Bruno Di Pilla, Docente materie giuridiche ed economiche Istituto Comm/le Perugia
Maria Giglione, Dirigente amministrativo Municipio Agrigento
Francesca Grado, Assistente sociale Agrigento
Giovanna Grisafi, Docente Istituto Commerciale di Agrigento
Alfonso Gueli, Farmacista Agrigento
Gerlinde Hausner, Dirigente di Azienda Palermo
Salvatore Indelicato, Funzionario Ispettorato del Lavoro Agrigento
Angelo La Russa, Presidente Associazione “Agrigento nel cuore” Agrigento
Salvatore Lauricella , Ingegnere Agrigento
Letizia Lionti, Insegnante Roma
Giuseppe Lo Pilato, Direttore giardino dell Kolymbetra nella Valle dei Templi
Teresa Lo Presti Piscopo, Docente Liceo Classico Agrigento
Francesca Lo Presti Seminerio, Casalinga Agrigento
Giovanni Mannone, Imprenditore turistico Lampedusa
Maria Mannone, Dirigente scolastico Milano
Giuseppe Miceli, Preside Agrigento
Francesco Modica, Avvocato, Console onorario di Francia
Lina Modica, Avvocato Agrigento
Gian Joseph Morici, Presidente associazione di protezione ambientale “FREE” Ag.
Maria Rita Pellitteri, Pianista Agrigento
Angelo Pitrone, Docente Storia e tecnica della fotografia Università di Palermo
Rita Profeta, docente Liceo classico “Empedocle” Agrigento
Gianfranco Pancamo, Dirigente bancario, Delegato FAI Agrigento
Loredana Pulvirenti, Medico ginecologo Agrigento
Ubaldo Riccobono, Scrittore saggista Agrigento
Giovanna Riolo, Docente Liceo Classico “Empedocle” di Agrigento
Serafina Rizzo, Delegata diocesana Università Cattolica di Milano
Enza Rocco, Docente lingua e letteratura inglese Liceo Linguistico Agrigento
Antonietta Ruoppolo, già insegnante, Agrigento
Alessandra Siragusa, Presidente Regionale Emily Sicilia- Palermo
Cesare Sciabarrà, Esperto informatico Porto Empedocle Agrigento
Anna Maria Sermenghi, Dirigente scolastico Agrigento
Alfonso Sollano, Dirigente bancario Agrigento
Vincenzo Schembri, Dirigente bancario in pensione Agrigento
Spitali Giovanni, Architetto Agrigento
Calogero Tedesco, già Direttore Banca d'Italia, Agrigento
Davide Tedesco, Commerciante Agrigento
Giuseppe Taibi, Avvocato Agrigento
Liborio Triassi, Docente lingue Liceo Scientifico Agrigento
Angelo Vaccaro Notte, Dirigente bancario in pensione Agrigento
Antonio Vanadia, Presidente prov/le WWF Agrigento
Giovanni Vivacqua, Avvocato dello Stato, Palermo
Copia dell'appello completo viene spedito alle autorità istituzionali italiane ed europee indicate in indirizzo. L'appello con le firme in originale è in mio possesso:
Gaetano Gaziano, via Giovanni XXIII, n. 12; 92100 Agrigento;
tel. 0922 28568; cell. 339 2834086



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news