LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il federalismo spariglia le carte.In cerca di soluzioni dopo il no del Consiglio di Stato alle Spa miste: rubano competenze alle Regioni
Antonello Cherchi
Il Sole 24 ore rapporti, 13/11/2002

II federalismo si messo di traverso sulla strada del ministero dei Beni culturali. La riforma del Titolo V della Costituzione, che ha assegnato maggiori competenze alle Regioni, ha trasferito m periferia anche la funzione di valorizzazione dei luoghi d'arte. Un compito che prima era dello Stato, al quale rimane la gestione e la tutela del patrimonio culturale.
La nuova ripartizione di funzioni costata cara al regolamento che il ministero aveva predisposto per dare vita alle societ pubblico-private, concepite per gestire i monumenti. Secondo il Consiglio di Stato, infatti, il regolamento si appropriato di una competenza (la valorizzazione, appunto) che non appartiene pi al
ministero dei Beni culturali e pertanto il testo va riscritto. Uno stop che rischia di investire anche il regolamento attuativo dell'articolo 33 della precedente Finanziaria, nel quale contenuto un riferimento
alla valorizzazione dei monumenti (si veda l'articolo a fianco).


La bocciatura. Il "no" del Consiglio di Stato al progetto dei Beni culturali di dare vita alle Spa miste era gi nell'aria fin da luglio. All'epoca, infatti, i giudici avevano trasmesso al dicastero retto da Giuliano Urbani un parere interlocutorio, con il quale si invitava il ministero a correre ai ripari. La prima versione del regolamento — sottolineavano i magistrati amministrativi — presentava profili problematici, in particolare legati ai compiti che le societ avrebbero dovuto svolgere. Tra questi poteva essere individuata anche la funzione di valorizzazione del patrimonio artistico.
I tecnici del ministero hanno, pertanto, rimesso mano al testo e, per quanto riguarda il punto pi controverso, hanno specificato che nel regolamento non si parlava di "valorizzazione" bens di "gestione" dei beni culturali. Una funzione neutra, hanno risposto i funzionali ministeriali al
Consiglio di Stato, che si riflette sia sulla tutela sia sulla valorizzazione dei monumenti.
La spiegazione non ha, per, convinto i giudici, secondo i quali non pu ignorarsi che la connessione del concetto di gestione
con quello di valorizzazione appare prevalere rispetto alla connessione, pure innegabile, con il concetto di tutela. C', poi,
il fatto che il regolamento prende le mosse dall'articolo 10 della legge 368/98, dove si parla esplicitamente di valorizzazione.
Se il quadro questo, ha spiegato il Consiglio di Stato, il ministero ha compiuto un'invasione di campo. Ha utilizzato lo strumento del regolamento per disciplinare compiti che con il
federalismo sono diventati oggetto di legislazione concorrente: allo Stato spetta definire (per legge e non per regolamento) i principi, lasciando a ciascuna Regione la scelta di intervenire come ritiene pi opportuno. Cosi si sarebbe dovuto fare anche nel caso delle societ miste: prima delineare le linee guida e poi affidare alla periferia il compito di legiferare.


La via d'uscita. L'intervento del Consiglio di Stato obbliga i Beni culturali a trovare una soluzione che valga non solo per la questione delle Spa miste, ma anche per altri possibili interventi futuri, prima fra tutti il regolamento sull'articolo 33. Ecco perch il ministero sta valutando la possibilit di proporre al Senato un emendamento alla Finanziaria con cui si aggira l'ostacolo eretto dalla riforma federalista, Si tratterebbe di prevedere una norma che specifichi le reali intenzioni perseguite dai Beni culturali, che sarebbero quelle di gestire il patrimonio artistico, lasciando la valorizzazione alle Regioni.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news