LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rolli. Larte contemporanea entra nelle regge genovesi
Silvia Neonato
IL SECOLO XIX, 22-03-2007





I palazzi, che lUnesco ha dichiarato patrimonio dell'umanit, ospitano per tre giorni 25 artisti

Genova. Il meno conosciuto in vico Mele 6. L'antico, massiccio palazzo costruito da Brancaleone Grillo ambasciatore del papa e del re di Spagna a met Quattrocento, a due passi dalle Vigne, divenne uno dei Rolli nel 1576. Il lucido portale dei fratelli Gagini raffigura naturalmente "san Giorgio e il drago", la facciata restaurata chiara e elegante, mentre il piccolo cortile angolare ancora da rimettere a posto. E' qui, nel cortile trascurato, che Maurizio Nazzaretto ha appeso - accanto a dei fiori finti esposti dagli attuali inquilini - "Barrage", grande tela nera con inserti in spago e ferro. L'artista lo ha creato dopo un soggiorno in Costa d'Avorio ispirandosi ai continui, sgangherati sbarramenti che le bande di ragazzi alzano nelle strade utilizzando materiali disparati. Armi alla mano, la banda chiede lelemosina.
Nazzaretto mette in quel cortile la sua porta scura, per ricordarci forse i nostri sbarramenti, gli argini scuri che pure noi alziamo come i ragazzi ivoriani.
Di cosa parliamo? Di "Rolli contemporanei", la novit artistica genovese di questo weekend. L'idea quella di portare l'arte contemporanea in 14 dei Palazzi dei Rolli, da domani a domenica, mescolando coraggiosamente la lucente, gloriosa storia di palazzo Spinola, Lomellini o Tobia Pallavicino, al modernissimo apporto degli artisti odierni. Si chiuder alle 19,30 con un concerto domenicale a Tursi, palazzo notissimo rispetto a quello di vico Mele, dove l'artista svizzero Scheng Hutter ha posato la sua scultura in legno intitolata "Cosa c'? Niente, solo guerra!". Anche Palazzo Ducale avr la sua installazione luminosa dello Studio Palma Vannicola, mentre, oltre ai palazzi di via Garibaldi, sono coinvolti Rolli meno frequentati e tutti da scoprire. E' stata appositamente creata una cartina, con itinerari e informazioni molte chiare sulle opere e sui palazzi, reperibile nei locali del centro e all'info point di piazza Matteotti.
In via san Lorenzo, Cesare Viel ha scelto invece la strada per il suo dialogo con i passanti. Ha appeso all'aperto, alti tra le magnifiche dimore, sei striscioni bianchi in pvc, con frasi che lui ha chiamato "Domande per il corpo", perch il dialogo interiore diventi collettivo, perch chi passa si fermi un attimo. Quale risposta dareste alla seguente domanda di Viel: "Hai provato a sentire l'incandescente perimetro del corpo?".
Gli altri artisti che vedrete sono, oltre ai gi citati, Matteo Basile, Carlo De Meo, Andrea De Pascale, Lino Di Vinci, Maurizio Dusio, Danielle Ferrazzano, Mauro Ghiglione, Pier Paolo Koss, Fulvio Magurno, Silvia Rizzo,
Antonello Ruggieri, Claudia Schmacke, Giovanna Torresin.
Molti di questi palazzi genovesi, 150 dei quali entrarono nei "Rolli degli alloggiamenti pubblici" destinati, durante la Repubblica di Andrea Doria nel XVI secolo, a ospitare le alte personalit in visita alla citt, ai tempi della loro costruzione erano il meglio nel campo dell'arte contemporanea che si potesse immaginare. L'assessore comunale alla cultura Luca Borzani ha giocato sul contemporaneo nell'arte, mettendo a disposizione i palazzi per un campione di opere di oggi, mescolando il classico e l'innovazione. Ma per arrivare a questo si sono mosse tre associazioni private, 12 gallerie di arte moderna e contemporanea del centro storico, l'associazione Rolli presieduta da Andrea Pinto che comprende coloro che oggi hanno propriet nei palazzi dei Rolli, parecchi sponsor, tra cui il Rotary, il Comune e Palazzo Ducale. Un lavoro paziente, che dura da anni e cuce rapporti non scontati tra privati e pubblico, ha cos permesso la nascita di questo intenso evento. I proprietari dei palazzi aprono gratuitamente in nome di quella ospitalit che ha decretato la nascita dei Rolli (diventati a gennaio patrimonio dell'umanit dell'Unesco). E l'associazione delle gallerie, che con la manifestazione
"Start" da due anni garantisce le aperture serali per l'inaugurazione della stagione, presta a sua volta i propri artisti alla sua citt.
Da non perdere - se decidete di percorrere questo itinerario - la riapertura di palazzo Nicolo Lomellini (Lauro) in piazza della Nunziata 5: all'interno, Giovanna Torresin ha messo "Body Guard", un'installazione di sei grandi fotografie dove il nudo trapela dalle armature. Emozionante nel cortile di palazzo Di Negro (via san Luca 2) le foto e il video "Fiesta!", dove Lino Di Vinci mescola Las Ketchup e una festa di ragazzi disabili che danzano ai ritmi delle tre belle spagnole. Nel palazzo Grimaldi compreso nella raccolta di Rubens (vico san Luca 4), Maurizio Dusio mette la sua installazione tra quattro busti di marmo. E in piazza della Posta Vecchia 3, nello scuro ingresso di palazzo De Franchi, le crepe e i segni delle 30 fotografie di Fulvio Magurno si mescolano alle screpolature reali dei muri. Un grande effetto.



news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

22-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news