LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La strada da percorrere
Giulia Maria Mozzoni Crespi
Notiziario FAI, n. 85, dicembre 2002

stato per amore di Verit che
ho pensato di chiedere a cinque grandi esperti un incontro a Roma: l'ordinario di Diritto amministrativo all'ateneo di Bologna Marco Cammelli, il professar Sabino Cassese, il vice presidente del Senato Domenico Fisichella, l'ordinario di Diritto dell'Unione Europea Carlo Malinconico, il costituzionalista Giovanni Pitruzzella, l'avvocato Vittorio Ripa di Meana (che anche vicepresidente del FAI) e Salvatore Settis, direttore della Normale di Pisa e autore del recente libro "Italia S.p.A. L’assalto al patrimonio culturale", edito da Einaudi.
Si trattava di sollecitare il loro parere su quanto davvero implicher la legge n. 112 del 15 giugno 2002. Quella che ha istituito la Patrimonio dello Stato Spa (per "la valorizzazione, gestione e alienazione del patrimonio dello Stato"), alla quale potrebbero essere trasferiti tutti i beni immobili facenti parte del patrimonio disponibile e indisponibile dello Stato, oltre ai beni demaniali, e che ha anche dato vita alla Infrastrutture Spa, il cui compito sar proprio quello di vendere tali beni. Un argomento dibattuto e controverso su cui si scontrano pareri diametralmente opposti espressi da autorevoli interlocutori di ambo le parti.
Il FAI ha sentito l'esigenza di esaminare in modo del tutto obiettivo questo provvedimento i cui effetti stanno particolarmente a cuore al mondo della cultura (e non soltanto a quello). Un bisogno di chiarezza determinato anche dalla necessita di stabilire una linea di comportamento cui adeguarsi nel rispondere alle sollecitazioni sempre pi pressanti su argomenti culturali e ambientali e nelle dichiarazioni pubbliche a questo proposito.
Da quell'incontro sono emersi due testi: una proposta di emendamento alla legge sopra ricordata e una mozione il cui obiettivo di sollecitare la massima trasparenza in questa fase delicatissima in cui si sta revisionando tutta la normativa in materia di beni culturali e ambientali.
Li pubblichiamo integralmente qui di seguito. Il "Corriere della Sera" ha dedicato un articolo alla nostra mozione, mentre finora tutto tace sul disegno di legge a proposito del quale non abbiamo avuto nessuna risposta dalle autorit governative.
Cari amici, in gioco una parte importante del nostro futuro, del turismo italiano e straniero, della nostra storia, delle nostre radici! Sembra incredibile che ci sia ancora chi non si rende conto di quanto siano preziosi e insostituibili questi paesaggi, questi monumenti che sono propriet di tutti. Ma forse qualcosa sta cambiando nell'opinione pubblica. Ho appena appreso un dato sorprendente dall'Annuario statistico italiano: nel 2001 le visite a musei e mostre sono state del 28%, e del 28,2 % quelle a spettacoli sportivi. Non confortante sapere che l'interesse per l'arte eguaglia l'interesse per lo sport?
Coraggio amici del FAI, proseguiamo con vigore il nostro cammino! E ricordiamoci che pi donazioni, pi legati riceve il FAI e pi aderenti lo sostengono con l’iscrizione, pi particelle d'Italia possiamo salvare per il "Domani”.


L’emendamento


AL comma, 10 del decreto-legge 15 aprile 2002, n. 63, convertito con modificazioni dalla legge 15 luglio 2002, n. 112, il penultimo periodo da "il trasferimento" a "attivit culturali" cos sostituito:
I beni culturali, ambientali e d'interesse naturalistico di propriet dello Stato sono esclusi dal trasferimento alle societ di cui all'art. 2, comma 1, del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 351, convertito con modificazioni dalla legge 23 novembre 2001, n. 410. Detti beni possono essere trasferiti alla Patrimonio dello Stato s.p.a.. Detto trasferimento disposto d'intesa con il Ministero per i beni culturali e ambientali e, quando degli stessi beni vietata l'alienazione della propriet o di altro diritto parziale dalla normativa che li riguarda, consentito esclusivamente per finalit di gestione e valorizzazione sulla base di un dettagliato progetto reso preventivamente pubblico.


La mozione


II FAI-Fondo per l'ambiente italiano, a seguito di un approfondito incontro con Marco Cammelli, Sabino Cassese, Domenico Fisichella, Carlo Malinconico, Giovanni Pitruzzella, Vittorio Ripa di Meana e Salvatore Settis, chiede che nell'esercizio della delega per il riassetto e la codificazione in materia di beni culturali e ambientali disposta dall'art. 10 della l. 137/2002:
1. vengano rispettati i principi essenziali della tutela disposti nel 1939, sia pure arricchendoli alla luce degli sviluppi successivi;
2. sia assicurata la massima pubblicit agli studi e alle bozze di lavoro, consultando il Consiglio nazionale per i beni culturali (organo di consulenza tecnica del ministero), le organizzazioni private e pubbliche interessate alla tutela e alla valorizzazione beni culturali, nonch il mondo della cultura e gli studiosi, al fine di garantire la realizzazione dei principi essenziali di tutela;
3. sia assicurata all'amministrazione dei beni culturali la dotazione di risorse e la conservazione delle professionalit specifiche per l'assolvimento dei propri compiti, favorendo l'efficacia dell’amministrazione mediante la rifunzionalizzazione delle strutture e delle procedure;
4. sia data attuazione al nuovo titolo V della Costituzione, in modo da garantire il ruolo del sistema regionale e locale.



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news