LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'Alba Fucens di Berlusconi
Serena Giannico
Il Manifesto 14/12/2002

L'Alba Fucens di Berlusconi
Il sito archeologico abruzzese di Alba Fucens il pezzo pi importante della lista di beni culturali messi in vendita dal governo attraverso la Patrimonio Spa per rastrellare fondi da investire in autostrade e trafori. Ma la gente indignata e non ci sta


Caserme, monumenti, sedi di municipi, uffici, scuole, giardini, musei, persino un cimitero. Sono 147 i beni del patrimonio pubblico che, in Abruzzo, il governo ha deciso di mettere in vendita per finanziare le grandi opere previste dalla Legge obiettivo. Sono disseminati in 51 comuni e classificati come demaniali: da essi il ministero per le infrastrutture intende ricavare 337 milioni di euro (729 miliardi delle vecchie lire). Tra tutti spicca il sito archeologico di Alba Fucens, nel comune di Massa d'Albe, in provincia dell'Aquila, dove oggi si svolger il sit-in di protesta promosso da Legambiente e a cui hanno aderito decine di Comuni, enti e associazioni. E' un insediamento romano del 303 avanti Cristo. Anfiteatro, terme, foro, basilica, santuario, mosaici, colonne e strade lastricate: l'antica citt si pu acquistare ad appena 40.615 euro (78 milioni delle vecchie lire), un vero saldo.

Questo progetto un'offesa - afferma Mario Parlati, sindaco di Massa d'Albe. Alba Fucens deve continuare ad essere il polo turistico-attrattivo e culturale del territorio. Essa richiama annualmente 70mila visitatori: il sito archeologico pi importante della regione, che ha gi restituito un inestimabile patrimonio artistico, anche se solo parzialmente portato alla luce. Questo gioiello, incastonato nella propria realt, deve essere valorizzato, molto pi di quanto non sia adesso; non alienato. Per l'area della Marsica, dove il terremoto del 1915 ha cancellato quasi tutto il patrimonio storico, Alba costituisce anche un irrinunciabile pezzo della propria memoria. Ho scritto al presidente Ciampi - continua Parlati - e se proprio sar necessario, piuttosto la comprer io Alba Fucens, per regalarla al mio comune.

Nell'ultimo consiglio regionale stata approvata anche una risoluzione urgente, nata dall'integrazione di due distinti provvedimenti presentati da Stefania Pezzopane (ds) ed Ezio Felli (Udeur) finalizzato ad impegnare la giunta regionale a promuovere un'azione incisiva per impedire la svendita di Alba Fucens. Cos - dice Antonio Ricci, presidente regionale di Legambiente - rischiamo di perdere un pezzo preziosissimo della nostra storia e della natura per realizzare nuovo asfalto e cemento. Le meraviglie della regione cedute alla Patrimonio Spa in cambio del terzo traforo del Gran Sasso, inserito nella Legge obiettivo. Un popolo - aggiunge - riconosce la sua identit anche attraverso il proprio patrimonio pubblico. Ci sentiamo italiani perch siamo partecipi di vicende secolari che hanno disseminato lo stivale di una straordinaria ricchezza di chiese, monumenti, paesaggi unici al mondo. Darli via equivale a liberarsi non solo di un pezzo di Italia, ma anche di un po' della propria identit e del proprio senso di comunit. A nessun governo era venuta in mente un'idea del genere, neppure quando il paese era ben pi povero di adesso. E' ancor pi inaccettabile che si vendano le bellezze d'Italia per finanziare lavori di dubbia utilit (ponti, autostrade, gallerie, ecc.), spesso dannosi e inutili.

In provincia di Chieti gli immobili che saranno ceduti sono 36, valutati complessivamente 88 milioni di euro. Si va dal camposanto di Schiavi d'Abruzzo all'ex poligono di tiro di Lama dei Peligni, alla Torre dell'Acquedotto di Tollo, al supercarcere di Vasto, al museo di Chieti della villa comunale. Nel territorio di Pescara sono 48 stabili (dalla sede della Capitaneria di porto al Catasto, agli Uffici finanziari) per 101 milioni di euro. Nel Teramano sono 24, valutati 71 milioni di euro. All'Aquila e provincia saranno venduti 39 immobili, per 116 milioni e mezzo di euro.

Stiamo assistendo - continua Ricci - ad un vero e proprio salto di qualit nell'attacco all'ambiente. Si tratta ormai di un affronto, di un tenace perseguire priorit che confliggono vistosamente col rispetto e la valorizzazione del territorio. Progetti di nuove strade fanno il paio con il terzo tunnel, cos come megacentrali elettriche distribuite a piene mani qua e l senza nessun piano energetico si accompagnano alla proposta di vendita dell'acqua potabile alla Puglia.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news