LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Larchitettura modifica la Merloni
Andrea Mascolini
ItaliaOggi, 30/07/2003

Promozione della qualit architettonica, maggiore ricorso ai concorsi di idee e di progettazione incentivati anche da un fondo istituito presso il ministero per i beni e le attivit culturali, modifiche alla legge quadro sui lavori pubblici, formazione e valorizzazione della cultura architettonica. Sono questi i principali capisaldi del disegno di legge approvato il 25 luglio scorso dal consiglio dei ministri e che, prima di approdare in parlamento, sar sottoposto alla conferenza unificata stato-regioni-autonomie locali. Il disegno di legge si caratterizza come vera e propria legge quadro sulla qualit architettonica che inquadra il tema della qualit nell'ideazione e costruzione architettonica a partire dall'articolo 9 della Costituzione che tutela il paesaggio e il patrimonio artistico del paese. Importante rilevare come venga data una definizione di qualit architettonica e urbanistica {esito di un coerente sviluppo progettuale che recepisca le esigenze di carattere funzionale, sociale e formale poste a base dell'ideazione e della realizzazione dell'opera e che garantisca il suo armonico inserimento nell'ambiente circostante), fino a oggi assente nel nostro ordinamento. I principi generali della legge vengono individuati in parte riprendendoli dal disegno di legge Melandri della passata legislatura (incentivazione della qualit del progetto, ideazione e progettazione di opere di rilevante interesse architettonico, conservazione e gestione degli archivi di architettura e urbanistica), in parte arricchendoli di nuovi profili come sono per esempio quelli concernenti il maggiore ricorso ai concorsi di progettazione e di idee per gli interventi nuovi e di recupero o quelli relativi alla maggiore partecipazione dei giovani professionisti ai concorsi attraverso la previsione di una riserva a loro favore di parte dei rimborsi spese. Dal punto di vista delle forme di finanziamento e incentivazione merita di essere sottolineata l'istituzione di una fondazione per la qualit architettonica e dell'ambiente costruito, destinata a perseguire proprio quelle finalit generali previste dal disegno di legge, che sar costituita dai ministeri per le infrastrutture, per i beni culturali e dell'universit e ricerca scientifica. Compito della fondazione, cui potranno partecipare soggetti pubblici e privati, sar quello di definire metodi e tecniche per ideare e realizzare progetti di elevati standard qualitativi, formulare proposte per elaborare bandi di concorsi, formulare proposte per il piano per la qualit delle costruzioni pubbliche (previsto come piano triennale dal disegno di legge che individui le linee di intervento per il conseguimento degli obiettivi della legge quadro e i progetti prioritari da realizzare).Viene inoltre prevista espressamente una forma di incentivazione della qualit del progetto e architettonica attraverso un fondo per il finanziamento delle spese per lo svolgimento dei concorsi di idee o di progettazione e, comunque, per la progettazione di opere di rilevante interesse architettonico e che siano destinate ad attivit culturali o ubicate in zone di interesse storico-artistico o paesaggistico-ambientale. A tale fondo potranno accedere soggetti pubblici e soggetti privati che, non essendovi tenuti, fanno ricorso ai concorsi per realizzare delle opere, secondo modalit e criteri che verranno definiti con un decreto ministeriale ad hoc che garantisca anche un'equilibrata ripartizione sul territorio.

Va rilevato che per quel che riguarda la progettazione delle opere di competenza del ministero per i beni culturali e del ministero delle infrastrutture e dei trasporti viene affermata la regola generale per cui si ricorra al concorso di idee o di progettazione, che parrebbero diventare le uniche procedure per acquisire progetti (con esclusione dell'appalto di servizi di ingegneria e architettura); inoltre, gli stessi ministeri possono anche provvedere alla progettazione di opere di rilevante interesse architettonico, previsione che potrebbe essere tale da incidere anche sulle competenze degli enti locali e regionali.

Sempre con riguardo ai concorsi ma anche ai livelli di progettazione vengono previste delle modifiche alla legge n. 109/94, la legge quadro sulle opere pubbliche. In primo luogo si precisa che i vincoli esistenti nel rispetto dei quali si deve svolgere la progettazione devono essere accertati nel documento preliminare alla progettazione; nel progetto definitivo si stabilisce che i disegni descrivano anche le soluzioni architettoniche anche di dettaglio e che il progetto esecutivo possa contenere anche i particolari decorativi oltre che costruttivi. Si precisa che la validazione dei progetti deve avvenire in contraddittorio con il progettista, mentre si specifica che la presenza dei giovani professionisti deve essere garantita anche nei concorsi oltre che nelle gare di appalto di servizi di ingegneria e architettura. Con una modifica all'art. 17, comma 13, si prevede che le amministrazioni motivino le ragioni per cui ritengono di procedere all'affidamento mediante appalto invece che con il concorso (da valutare prioritariamente per determinate tipologie di opere). Con un comma aggiuntivo si prevede che al vincitore del concorso che non sia in possesso dei requisiti per il progetto esecutivo affidata a trattativa privata la direzione architettonica, il direttore dei lavori previsto che possa avvalersi di un direttore architettonico, nella persona del progettista, che d le direttive sull'accettazione dei materiali. Viene prevista l'attivazione della procedura per il riconoscimento delle opere di architettura contemporanea che si configura come un maggiore impiego della dichiarazione di importante carattere artistico (di cui all'art. 20 della legge n. 633/41 sul diritto d'autore). Sono poi previsti riconoscimenti a coloro che abbiano commissionato opere di particolare qualit architettonica, mentre le opere dichiarate di importante qualit artistica realizzate da pi di dieci anni potranno fruire di contributi per la manutenzione. Tutelati anche i progettisti e i costruttori di tali opere i cui nominativi dovranno essere indicati sull'immobile.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news