LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Misteri e Ministeri - Caro Rutelli, non ti serve un Segretario
di Tullio Gregory
07 gennaio 2007, Il Sole 24Ore




A poco più di due anni dalla riforma del ministero per i Beni e le attività culturali che istituiva i Dipartimenti e sopprimeva il Segretariato generale (Dpr 10/06/04, n. 173), una nuova legge ha ora abolito i Dipartimenti e ricostituito il Segretariato generale (Dl 3/10/06, n. 262). Non si può dire che il ministero abbia vita tranquilla e non solo per ristrettezze di bilancio!
Si è però tentati di aggiungere che, messa mano a una nuova riforma, forse sarebbe stato opportuno porsi il problema se valesse la pena conservare le Direzioni regionali che — salvo rari casi — non hanno dato l'esito sperato, creando spesso intralci burocratici e sovrapposizioni di competenze. Intanto si profila ancora un'altra riforma: creato — anzi risorto — il Segretariato generale c'è chi pensa di far afferire a questa struttura tutti gli istituti centrali del ministero, sottraendoli alle competenze delle direzioni generali. Se la proposta avesse seguito, si verifìcherebbe la discutibile situazione di un organo squisitamente amministrativo preposto alle attività di istituti che hanno finalità scientifiche, tecniche e didattiche e che — prima dell'istituzione dei Dipartimenti oggi aboliti — rientravano tutti nelle competenze delle rispettive direzioni generali preposte a quei beni che costituiscono il contesto proprio delle attività degli istituti. Privare le direzioni generali di competenze essenziali alle loro attività e far afferire tutti gli istituti alla Segreteria generale significherebbe oscurare la loro fisionomia di enti di ricerca e formazione, sottraendoli al loro ambiente storico e culturale. Il segretario generale infatti (stando alla definizione data nel Dl 20/10/98, n. 368) «assicura il mantenimento dell'unità dell'azione amministrativa», «coordina gli uffici e le attività del ministero, vigila sulla loro efficienza» e proprio per questo sembra difficile attribuirgli competenze nel governo di istituti dotati di una propria autonomia scientifica e amministrativa.
il fatto — positivo, ma del tutto occasionale — che dal primo gennaio il segretario generale sia uno stimato archeologo particolarmente attento ai problemi del restauro, non può giustificare la proposta afferenza: al suo posto potrà domani essere nominato un funzionario di tutt'altra amministrazione, proprio perché il profilo del segretario generale è amministrativo e non scientifico. E poiché si parla insistentemente di nuovi «accorpamenti», vorrei ricordare le motivate reazioni, culturali e politiche, al progetto di «accorpare» l'Opificio delle Pietre Dure di Firenze (di origine medicea, i88, dotato di autonomia nel 1975) con altri istituti in un nuovo Istituto superiore per il restauro. Accorpamento accantonato, sembra, ma significativo anche per le critiche che ha suscitato: vorremmo da parte nostra aggiungere che forse invece di parlare di «accorpamenti» — quasi si trattasse di materiali amorfi da ammucchiare in depositi unici — sarebbe meglio parlare di “sistema” per realizzare una sinergia fra istituti ed enti che operano in contesti diversi, rispettandone l'autonomia, le competenze, le metodologie. Soprattutto non si costruiscano nuove rischiose strutture amministrative: gli enti di ricerca nascono nella storia, rispecchiano esperienze diverse, non nascono per decreto. Fortunatamente le posizioni assunte dal ministro Rutelli e dal sottosegretario Marcucci nella polemica sull'Opificio delle Pietre Dure indicano la loro attenzione alla concreta realtà e specificità degli istituti che costituiscono un punto di forza del ministero.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news