LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Villa della Regina in vendita
Luca Avenati e Filippo De Ferrari
Torino Cronaca 11/12/2002

In vendita per finanziare le grandi opere dello Stato (ad esempio il ponte sullo Stretto o la Livorno-Civitavecchia). Ecco il destino delle bellezze architettoniche che rientrano nel progetto "Patrimonio spa" del ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, che, in accordo con il ministero dei Beni Culturali e dell'Ambiente, dovrebbe portare all’incanto decine di luoghi d'indubbio fascino nella nostra penisola. E, sorpresa, nella lista pubblicata dalla furente Legambiente sul suo sito internet, e ottenuta secondo gli uomini di Ermete Realacci da "indiscrezioni che circolano negli ambienti del ministero", ci sarebbero anche la torinesissima Villa della Regina (proprio quella dietro la Gran Madre), il castello di Agli e il castello delle Quattro Torri di Ivrea. Possibilit che tutto ci accada?
Difficile fare una stima, di certo c' che Legambiente ha intenzione di opporsi in tutti i modi al progetto definito dallo stesso Realacci: Una pesante ipoteca sull'Italia per aprire una stagione di opere pubbliche inutili. Il problema -per l’ambientalista - non tanto l'ingresso di privati nella gestione di spazi museali o pregevoli aree naturali, temiamo invece che le privatizzazioni si traducano in privazioni per la comunit. Proprio per questa ragione il 14 dicembre Legambiente manifester a livello nazionale con lo slogan: "L'Italia non in vendita".
In Municipio, invece, a questa presunta vendita pare non creda nessuno. A Villa della Regina la sovrintendenza ai
beni architettonici sta eseguendo dei lavori di ristrutturazione, sotto la direzione della soprintendente Cristina Mossetti. La consulta, quell'insieme di aziende torinesi che ogni anno rimette a nuovo un'opera che poi dona alla citt, sta poi finanziando, con sponsor privati, il Teatro d'acque proprio a Villa della Regina.
La sovrintendenza sta facendo la ristrutturazione e ha i soldi per
farli - spiega l'assessore alla cultura Fiorenzo Alfieri -. Ogni tanto, per, Villa della Regina compare tra i beni da vendere: probabilmente i ministeri non si parlano tra loro. In un solo anno mi capitato di telefonare tre volte alla soprintendente Cristina Mossetti per chiarire questi equivoci. A Villa della Regina i lavori proseguono, tanto che nel 2004 diventer un museo di se stessa, con il giardino messo a posto. una storia paradossale che si ripete e che viene ogni volta smentita.
Tutto chiaro, per il dubbio che la Villa che nel '700 Anna d'Orleans, moglie di Vittorio Amedeo, scelse come dimora collinare, possa essere venduta a un privato rimane. Pur se questo potrebbe anche non essere un fatto negativo. Una perplessit che deriva dal vedere la Villa in un lungo elenco che da Pianosa all'Asi-nara, dal carcere dell'isola di Santo Stefano dove fu rinchiuso Sandro Pettini, all'isolotto di Nisida nel golfo di Napoli, fino agli isolotti della laguna di Venezia, a Palazzo Barberini a Roma, a 60 ettari del golfo di Marinella in Costa Smeralda, mette tutto a disposizione del migliore offerente. E per il sito archeologico di Alba Fucens in Abruzzo ci sarebbe gi un prezzo base: 40 mila euro.



news

02-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 2 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news