LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GETTY MUSEUM. ALL'ESTERO CI VEDONO ANCORA COME "ROMANTICI TOMBAROLI"
Francesco Bonami
il Riformista 24-NOV-2006

L'embargo giusto ma pu essere inefficace
Il nostro paese tutela pi di quanto sia capace di valorizzare i propri tesori: come i Bronzi di Piace lasciati ad ammuffire

Chi ricorda il sequestro da parte dei banditi sardi di Paul Getty Jr., ricorder anche che il nonno, John Paul Getty Senior, pur ricevendo l'orecchio del povero ragazzo in una busta (regolarmente affrancata), non si fece commuovere e rifiut di pagare il riscatto. Difficile allora, vista la coriacea tradizione familiare, che l'embargo, minacciato dal ministro per i Beni Culturali, Francesco Rutelli, su eventuali prestiti di opere d'arte, nel caso il Getty Museum non restituisse tutte le antichit trafugate illegalmente dall'Italia negli ultimi quarant'anni, possa avere qualche effettivo potere di convincimento. Tuttavia la minaccia formale molto importante per sottolineare che l'Italia non pu pi essere considerata, nel ventunesimo secolo, questo romatico luogo dove il tombarolo rimane una figura felliniana, con lo status di uno storico dell'arte ombra, e non un semplice criminale. L'articolo del Wall Street Journal (4 Febbraio 2006) sulle imprese del signor Casasanta, laureato in tombarologia, rivelava come, ancora, l'Italia sia presa poco sul serio in termini di protezione del proprio patrimonio. Se oggi alla sbarra per traffico illegale di antichit c' la signora Marion True, stimata curatrice del Getty Museum e l'antiquario Robert Hecht, e non il signor Casasanta o chi per lui, significa che le maglie della tutela sono ancora troppo larghe. Nel folcloristico articolo del Wall Street Journal Casasanta dichiarava che invece di essere punito doveva essere premiato per il suo contributo nel ritrovare preziosi reperti, dimenticando che la figura del tombarolo non un ruolo ministeriale, tanto che viene svolto nelle ore notturne e non alla luce del giorno.
Il segnale del ministero al Getty Museum quindi non solo necessario ma importante. Sorprende che il testardo direttore del museo americano, Michael Brand, pur con una delle sue curatrici seduta in un tribunale italiano, con prove se non schiaccianti sicuramente pesanti, insista nel trattenere due delle opere pi importanti, adducendo il fatto che non ci sono prove sicure che un bronzo e una statua in pietra, probabilmente raffigurante Afrodite, fossero state recuperate in acque italiane e non internazionali. Questo atteggiamento per rivela una percezione, non del tutto errata, di un paese, il nostro, che tutela ma non sempre valorizza il proprio patrimonio, lasciandolo ammuffire nei magazzini dei musei o umiliandolo, vedi i fenomenali Bronzi di Riace, in istituzioni, come il museo archeologico di Reggio Calabria, che preferisce tutelare la pausa pranzo dei propri custodi piuttosto che investire nella promozione dei propri capolavori. E importante che il ministero, non solo protegga la nostra ricchezza artistica, ma investa affinch di questa ricchezza il pubblico possa farne un'esperienza contemporanea e viva.
Un buon esempio il museo egizio di Torino che sta "americanizzando", in questo caso in modo positivo, la presentazione della propria collezione, mia delle pi ricche del mondo dopo il Museo del Cairo. Recuperare il maltolto importantissimo, a patto che una volta recuperato venga mostrato, non come la donna cannone del circo, ma sottolineandone, in modo attuale, il valore artistico, non attraverso inflazionate operazioni di marketing culturale, ma enfatizzando l'esperienza dello spettatore davanti all'opera d'arte. Infine tornando al Getty Museum, non tutti sanno che questa istituzione ha, oltre alla sua collezione di opere d'arte (non tutte illegittimamente acquisite), un importante centro di ricerca e una collezione di ricchissimi archivi d'arte, acquistata illegalmente, spesso anche in Italia. importante, allora, che il ministero trovi il sistema per stimolare la donazione, e l'accesso, di ricchissimi archivi italiani, prima che, sconfortati dalla burocrazia nostrana, i proprietari accettino le alletanti offerte di istituzioni straniere. Essere un paese contemporaneo significa essere in grado di trasformare la propria storia in un valore del presente. Ultimo suggerimento, eviterei di spedire l'orecchio della curatrice, accusata di aver trafugato le nostre antichit, al direttore del Getty Museum, se ne fregherebbe anzi, probabilmente, lo archivierebbe.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news