LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rutelli: Niente guerra, ma il Getty restituisca le opere
Stefano Miliani
l'Unit 24-NOV-2006

ARTE TRAFUGATA
Dopo il no del Museo, il ministro ribadisce: basta con la tolleranza silenziosa. E Brand propone un incontro

------------------------------------------
Dopo lo schiaffo del Getty Museum che succede? Il suo direttore Michael Brand rifiuta di restituire un gruppo di 21 antichit sulle 46 rivendicate dall'Italia perch trafugate, disposto a darne altre 26, ma ha rotto le trattative.
Risposta: tra un impensabile porgere l'altra guancia o un dare sganascioni con embargo a mostre e collaborazioni scientifiche, il ministro per i Beni culturali Rutelli sceglie una terza via. Per ora non pronuncia la parola embargo, il confronto sospeso, la ripresa del negoziato dipende dagli americani, ma non si torna indietro, diano quel che devono. La magistratura seguir comunque il suo corso.

Se vogliono restituire 26 opere che gi hanno accettato di definire trafugate, ben venga: possono farlo attraverso la magistratura. Ma il nostro dovere chiarire che i musei che espongono opere trafugate dall'Italia devono restituirle. Per troppo tempo nel mondo si accettato con indifferenza, anche in casa nostra, un grande traffico delle antichit rubate. La tolleranza silenziosa finita.

Annota Rutelli - il Getty pu uscire con onore e dignit dall'impasse solo restituendo.

Accertamenti e richieste continueranno: negli Usa ora si tratta con i musei di Cleveland, Princeton, collezionisti privati ma, dice Rutelli, nessuno scatener tsunami artistici rimettendo in discussione situazioni storiche. Del genere: gli affreschi pompeiani al Louvre, presi da Napoleone, l restano. Invece il Getty deve riconsegnare quanto richiesto, a partire dai due capolavori contesi: la Venere - Afrodite di Morgantina, statua in tufo calcareo scavata in Sicilia dai tombaroli, smerciata da un mercante svizzero condannato nel 2001 dal tribunale di Enna, venduta al Getty per 10 milioni di dollari; e l'oggetto che ha scatenato la furia del museo, l'atleta bronzeo dello scultore greco Lisippo, pescato davanti a Fano.
Tra le antichit contese ci sono anfore a figure rosse, un cratere a figure rosse fumato da Syriskos, coppe attiche a figure nere, statue mutile, teste... (ma le opere d'origine dubbia al Getty ammontano a un 350 circa, e per 30-40 gi si preparano le procedure).
Il dicastero rinuncia a 6 dei 52 pezzi, il Getty ne offre un 26 (secondo il museo, in verit 25 pi un frammento per il dicastero) ma ne nega 21. disposto a valutare la Venere ma per l'atleta alza barricate: perch - sostiene Brand - pescato in acque internazionali e per la legge italiana solo ci che emerge da acque e territorio nazionali dello Stato. L'atleta diventa il casus belli. Il generale del nucleo dei carabinieri del patrimonio artistico, Zottin, sintetizza (e ne diamo una sintesi): il Lisippo raccolto da un peschereccio italiano stato nascosto e interrato in Italia, se n' occupato gi il tribunale di Perugia nel '65, nel '73 la statua appare da un ricettatore a Monaco di Baviera. Il petroliere fondatore del Getty, J. Paul, lo avrebbe voluto comprare ma aveva dubbi sulla legittimit dell'acquisto; dubbi che, dopo la sua morte, il museo non ha avuto. Per esportarlo - ricorda Zottin - serviva il permesso della soprintendenza, questa un'esportazione illegale e, inoltre, non affatto provato che fosse in acque internazionali. Replica subito Brand: L'ultimatum italiano, noi abbiamo fatto sostanziali compromessi con i 26 oggetti dell'accordo del 5 ottobre (macch accordo - dice Rutelli - era una bozza). Brand almeno concede: opportuno continuare il dialogo per un mutuo accordo di collaborazione e, bont sua, pronto a incontrare-Rutelli che invita a Los Angeles. Un piccolo passo per l'arte?



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news