LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lite sui quadri svenduti ai nazisti
Marina Verna
LA STAMPA, 23-NOV-2006





I dubbi di Berlino: Restituire o no le opere agli eredi degli ebrei?

Il primo fu un disegno di Van Gogh, andato allasta a Londra nel 1994 per conto di una famiglia ebrea di origine tedesca che ne aveva ottenuto la restituzione. Sembrava un caso isolato. Era l'annuncio di una valanga. Ora sono cento, i quadri in possesso di musei tedeschi la cui origine porta il marchio della forzata vendita per la pressione delle leggi razziali. La grande borghesia ebraica aveva mostrato un gusto squisito e molto moderno nel comprare opere d'arte: collezionava impressionisti e espressionisti. Cominci a vendere a met degli anni 30, a un prezzo non sempre equo. Per questo oggi gli eredi di quelle famiglie chiedono giustizia, appellandosi al Washington Act, un accordo internazionale firmato nel 1998 da 44 Stati, che al centro ha la promessa di una soluzione giusta e corretta per tutte le persone coinvolte.
I musei tedeschi sono allarmati. In estate la National Gallery di Londra ha comprato all'asta per quasi due milioni di euro Un pomeriggio alle Tuileries di Adolf Menzel, che stava al Museo statale di Dresda, per anni al centro di un'aspra battaglia legale: per il curatore il prezzo pagato nel 1935 era corretto, per gli avvocati dell'erede no. Alla fine decise il ministro della Cultura della Sassonia: per motivi morali, pi che per ragioni legali. All'inizio di novembre, un altro caso ambiguo: Ronald Lauder, figlio della regina dei cosmetici Este Lauder, compra a New York per 38 milioni di euro Scena di piazza a Berlino dell'espressionista Ernst Ludwig Kirchner: apparteneva al Bruecke Museum di Berlino, ma mancava la prova che la cifra pattuita - incontestabilmente congrua - fosse stata versata. In estate, Lauder aveva gi comprato per 105 milioni uno dei due Ritratti di Adele Bloch-Bauer di Klimt che il Museo di Vienna aveva dovuto restituire.
Ora il governo tedesco, preoccupato per questa emorragia di capolavori che considera patrimonio nazionale, si sta muovendo. Luned c' stato un vertice di crisi alla cancelleria con il sottosegretario alla Cultura e i direttori dei dodici musei oggi in causa con famiglie ebree, per trovare una strategia comune. Non contro il diritto alla restituzione - la Germania riconosce la sua responsabilit morale - ma contro la macchina da guerra messa in campo da un gruppo di avvocati-detective, che cercano sul mercato le opere che hanno una storia sospetta, risalgono agli eredi dei collezionisti, offrono il patrocinio gratuito e incassano alla vendita percentuali che vanno dal 20 al 40%. I musei non hanno i mezzi n il personale per controbattere, finora solo il Museo d'arte di Hannover ha assunto una specialista in ricerche storiche per difendere le sue collezioni. Ma anche lei, a un passo dal successo, in tre casi si dovuta fermare: non c'erano i soldi per andare a cercare le prove ultime in America.



news

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

30-03-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 30 marzo 2020

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

Archivio news