LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Silenzio-assenso sui beni culturali Rutelli boccia, e ora Nicolais frena
Maria Novella De Luca
la Repubblica, 12/9/2006

ROMA — Per adesso il pericolo è scongiurato, il ministro della Funzione Pubblica ha fatto marcia indietro, ma non c'è da stare tranquilli, perché quella norma, sotto altre dizioni e altre bandiere, prima o poi rischia di saltare fuori di nuovo. Parliamo del silenzio-assenso sui beni culturali, legge famigerata bocciata dall'opposizione negli anni del governo Berlusconi, ma riproposta adesso, come ha denunciato ieri sulle pagine di "Repubblica" Salvatore Settis, da un ministro della maggioranza di centrosinistra, il responsabile della Funzione Pubblica Luigi Nicolais. Il senso è sempre lo stesso: utilizzare la norma del silenzio-assenso, ossia la mancanza di risposta da parte delle istituzioni entro una certa data, per poter aggirare vincoli e tutele del patrimonio artistico e del paesaggio, e costruire così liberamente in aree che dovrebbero essere invece conservate e protette. La tempestiva denuncia di Salvatore Settis, che presiede anche il consiglio nazionale del ministero dei Beni Culturali, ha portato Nicolais a chiarire che il disegno di legge non è stato ancora presentato, e che «trattandosi di un provvedimento in iti-nere», tutta la materia verrà rinviata «ad un ulteriore approfondimento con gli altri ministri».
La denuncia di Salvatore Settis sul progetto della Funzione Pubblica, ha però fatto tornare alto l'allarme. Pur con posizioni diverse. Il ministro dei Beni Culturali Francesco Rutelli. attraverso una nota dell'ufficio stampa, ha infatti ribadito il proprio dissenso alla normadel silenzio-assenso, precisando però che «pur essendo appropriate le considerazioni del professor Settis, paiono premature le sue preoccupazioni», perché il disegno di legge non è ancora stato esaminato dal Consiglio dei Ministri. Ben più dura la reazione di Legambiente che parla di rischio «di nuovi scempi per l'Italia», e di un esecutivo che si muove «con la medesima logica che ha portato il governo precedente a varare il condono edilizio e ad aprire là strada alla alienazione dei beni di proprietà dello Stato, delle Regioni, dei Comuni». «Sarebbe gravissimo che il centrosinistra facesse quello che ha fatto il centrodestra», rilancia il senatore della Margherita Francesco Ferrante, mentre il segretario dei Verdi Bonelli, chiede esplicita mente di bloccare la norma ricordando che «la tutela del patrimonio paesaggistico e culturale è una priorità dell'Unione». Con una nota Gennaro Migliore, presidente dei deputati di rifondazione comunista, si rivolge al responsabile della riforme nella pubblica amministrazione: «II governo dell'Unione — scrive Migliore — che ha fatto della discontinuità con le politiche di Berlusconi la sua ispirazione principale, non può pensare di proporre una della più odiose vessazioni del territorio e del patrimonio culturale italiano come quella contenuta nella norma del silenzio-assenso».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news