LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quel villaggio è una frana
Massimo Calandri e Marco Preve
L'Espresso 08/09/2006

Una sbavatura di pennarello. Ci vuole poco per cambiare il destino di uno degli ultimi paradisi naturali italiani. Benvenuti a Corniglia, Cinque Terre, dove su quello che l'Unesco ha dichiarato patrimonio dell" umanità nasceranno 42 villette con piscina, a picco sul mare. Dove è bastato cancellare un ''piccolo errore formale" - un puntino tracciato sulla carta geografica -per trasformare una zona ad alto rischio di frana nel luogo ideale per un insediamento in stile Costa Smeralda. Niente di strano, spiegano gli addetti ai lavori. Perché questa è la Liguria, oggi. «Una regione già ai limiti dello sfruttamento del territorio. Teatro, nonostante tutto, di un incremento della cementificazione», dice Giorgio Rossim, soprintendente ai Beni ambientali. Gli fanno eco le denunce di Italia Nostra, secondo cui il piano territoriale paesaggistico ligure viene puntualmente aggirato» da deroghe urbanistiche comunali, mentre i vincoli conservativi vengono impietosamente abbassati. Succede di tutto, lungo la costa: grattacieli "griffari" che spuntano dall'acqua, progetti per migliaia di seconde case, che in molti paesi sono più di quelle dei residenti, una gara dietro l'altra per nuovi porriccioli. E intanto a Rapallo il sindaco finisce sotto inchiesta: sta per realizzare un tunnel che collegherà l'autostrada al mare, operazione che indirettamente farà schizzare alle stelle il valore dell'area di San Michele di Pagana. Zona dove una società immobiliare, di proprietà dei figli del sindaco medesimo, ha in corso una importante speculazione edilizia.
Nella Regione, guidata dal diessino Claudio Burlando, sinistra e ambientalisti s'interrogano, si contraddicono, s'accapiglia-no, si dividono. A partire dal futuro Villaggio Marino Europa. Giusto sopra la stazione di Corniglia, Comune di Riomaggiore, lungo quel Sentiero Azzurro che è la prosecuzione della Via dell'Amore. Sul percorso, le vecchie e decrepite baracche di un campeggio chiuso da ventanni, ora rifugio di vagabondi e deposito di immondizie. Condoni e lungaggini buro-cratiche hanno consentito a un commerciante di abbigliamento di La Spezia, Vincenzo Greco, di rilevare l'area e presentare un piano da 9 milioni di euro. Intervento impossibile fino a qualche mese fa, quando le mappe catastali di Regione e Provincia definivano la zona inedificabile a causa delle frane secolari che precipitano dai costoni. All'improvviso, però, ci si accorge che per colpa di un pennarello maldestramente maneggiato da un geologo, quella porzione di collina era stata inserita erroneamente nella fascia a rischio. Pronti e via, l'iter per l'approvazione del progetto prende il volo. D'accordo i Comuni, l'Ente Parco, la Provincia e le giunte regionali: quella passata, di centrodestra, e l'arcuale. Seimilaseicento metri quadri di cui 1.500 per un bar-ristorante, reception, sale comuni, mono e bilocali per circa 150 posti letto. Coperture a tetto-giardino. «Un intervento edilizio "fantasma", mi si conceda il termine», sostiene orgoglioso Nicola De Mastri, che ha firmato il progetto, secondo cui le polemiche sulla variazione della cartografia sono «del tutto assurde: roba di un millimetro». Non la pensa così il Comitato per le Cinque Terre, associazione apolitica che in questa battaglia trova il sostegno di Marevtvo, Verdi e Rifondazione. -Il turista sceglie la nostra zona perché è ancora intatta, selvaggia», dice Pierpaolo Guelfi, portavoce del Comitato: « Costruire signi-fica danneggiare il turismo. Per non parlare della speculazione economica. Ma il Parco non doveva difendere l'ambiente?". Franco Bonanini, esponente di Lega Ambiente e ideatore dell'Ente Parco, cerca di tranquillizzarli. Prima si giustifica («Avevamo le mani legate: non c'erano soldi, altrimenti avremmo comprato noi il terreno» ), poi spiega: «II progetto è regolare. Abbiamo conciliato la valenza privatistica con l'interesse pubblico. Il vero eco-mostro è lo scempio che vediamo oggi, con tutte quelle baracche abbandonate». Quindi Bonanini fa una precisazione che lascia perplessi: «II privato servirà a garantire la manutenzione di quella zona, dove c'è una situazione consolidata di instabilità». Eh sì, perché alle spalle del Villaggio c'è un muraglione di 25 metri. La Regione suggerisce agli amministtatori delle Cinque Terre di vincolare l'approvazione del progetto a un impegno quarantennale di manutenzione della collina. Segno forse che potrebbe cedere ancora. Proprio come la massicciata a mare su cui dovrebbe poggiare il Villaggio, orfana di una spiaggia erosa negli ultimi anni dalle onde. Ma non si trattava solo di una sbavatura di pennarello?



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news