LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

II museo archeologico diventa grande
Nuova Sardegna (Nuoro) 05/09/2006

NUORO. Il Museo archeologico nazionale di via Mannu sar ampliato. La Soprintendenza archeologica per le province di Sassari e Nuoro ha gi espletato la gara d'appalto per 250 mila euro. Saranno recuperati e attrezzati i locali di Palazzo Asproni, dove ha trovato sistemazione la prima rassegna espositiva del ricco materiale recuperato in tanti anni di scavo nel comprensorio del capoluogo e sul territorio della vecchia provincia.
A lavori ultimati saranno a disposizione altri spazi del palazzetto compreso tra piazza Asproni e via Mannu, per circa 900 metri quadri. Il che consentir di completare il prestigioso progetto della Soprintendenza, relativamente alle testimonianze dei processi storici registrati nell'area delle zone interne.
Dopo la sezione interamente dedicata all'epoca prenuragica e nuragica, si punta all'allestimento di altre sale di esposizione dei reperti riferiti al periodo romanico e medioevale. Molti materiali sono stati rinvenuti in diverse aree del Nuorese, dell'Oglia-stra e del Sarcidano, per cui, con il recupero delle nuove superfici saranno sistemate altre vetrinette e teche dentro le quali mettere in bella mostra i pezzi pi interessanti e significativi.
Il Museo archeologico nazionale, a quel punto, acquister un sempre maggiore interesse e prestigio, grazie alle tecniche museografiche, storiche e antropologigi messe in atto per allestire la prima parte, inaugurata qualche anno fa, ma gi al centro dell'interesse dei visitatori. C' da sottolineare, a questo proposito, che nella seconda edizione della "Notte bianca" di appena una settimana fa, ben mille persone hanno preso visione del materiale storico-archeologico che arricchisce le poche salette attualmente a disposizione.
Tutto questo quando ancora manca la dislocazione nei punti strategici delle strade urbane, una segnaletica-guida. Moltissimi turisti, quest'estate, hanno attraversato piazza Asproni senza avvedersi che svoltando l'angolo si trovano immediatamente davanti all'ingresso del Museo, non sufficientemente segnalato e pubblicizzato.
Quanto ai vecchi locali di via Leonardo Da Vinci, dove quasi mezzo secolo viene ospitato il Gruppo grotte nuorese (che chiede di avere a disposizione pi spazi), stato rimarcato che una parte sono occupati dalle casse della Soprintendenza contenenti centinaia di reperti.
Per sgomberarli necessario recuperare i locali di piazza Asproni appena andati in appalto. Anche se poi diventer imprescindibile per il Gruppo grotte rispettare le norme sulla sicurezza, visto e considerato che c' un solo ingresso e che si tratta di uno scantinato della scuola elementare Ferdinando Podda. In ultima analisi, ogni genere di materiale recuperato sia archeologico che paleontologico, diventa di propriet dello Stato, per cui va consegnato alla Sopintendenza per la catalogazione, gestione ed esposizione.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news