LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Intorno alla Barcaccia i turisti sono sotto assedio
Marco Morello
Il Giornale (Roma) 05/09/2006

Ci sono tre umanit ben distinte a piazza di Spagna. Una curiosa, attenta, sorridente, che per la prima volta si perde nelle sue bellezze. Un'altra pi frettolosa, che sembra non farci pi caso, che al massimo butta un occhio distratto mentre corre al lavoro. E poi c' l'ultima, la peggiore, una presenza soffocante, esponenziale, che stride e disturba. Un'umanit che ha trasformato uno dei luoghi pi affascinanti di Roma in un mercato a cielo aperto, in un lazzaretto in cui i monatti, coloro i quali dovrebbero provvedere a vigilare sulla situazione, sono cronicamente assenti.
Basta fermarsi per qualche minuto nei pressi della Barcaccia, o confondersi procedendo lenti in mezzo alla folla, e si assiste a una scena che lascia senza parole, di cui spesso si diventa succubi. I turisti sono continuamente disturbati, inseguiti e molestati da venditori di tutte le categorie. I pi tenaci rimangono sicuramente i cingalesi fiorai. Mazzi di rose alla mano sembrano programmati con un software stupidissimo: per loro l'equazione uomo-donna si risolve nell'uguaglianza cliente. Non contano differenze d'et o eventuali vincoli di parentela: se sei con una donna devi comprarle la rosa. Gli abusivi sono tantissimi, e nemmeno tanto intelligenti da dividersi gli spazi. Li affollano tutti, li occupano come parassiti impazziti e affamati: e la loro strategia che persegue l'esasperazione alla fine paga. Basta guardare la scalinata: chi fermo a riposarsi sfoggia in bella mostra il suo acquisto, trasformato in un obolo da pagare, un viatico coatto per rifiatare. Non sempre sufficiente per, perch l'amore non ha confini, e quindi che sar mai comprare quindici rose? E che dire del disturbatore in costume da centurione che brandisce molesto la sua spada davanti agli occhi, pi in segno di minaccia che di attrattiva, finch non ottiene cinque euro per una imperdibile foto?
E meno male che c' chi pensa ai bambini. Eccoli: divisa d'ordinanza, camicia fuori dai pantaloni, sacchetto blu scuro per nascondere ad arte un contenuto fin troppo prevedibile, aggeggio rumoroso sparabolle in mano. Basta individuare una preda adatta e subito gli si riempie la faccia di sapone. Nel giro di un secondo, poi, gli si mette in mano il nuovo aggeggio del desiderio. Ne deriva un me lo compri pap babelico con conseguente apertura di portafoglio. Solo gli incauti possono per pensare che non dovranno pi ritirarlo fuori: tocca frugarsi di nuovo nelle tasche per soddisfare le richieste del romeno con neonato in braccio che ti tampina recitando una litania ipnotica su pannolini e latte in polvere e che poi, non visto, abbandona indifferente il figlio su un bidone della spazzatura per riposare le braccia stanche. Meglio comunque gli oboli manifesti che quelli ottenuti con violenza, i furti dei piccoli ladri che emergono dai tunnel della metropolitana in cerca di miglior fortuna e la trovano sottraendo denaro e documenti al malcapitato di turno, dopo appostamenti studiati o casuali arrembaggi.
E la notte, mentre una brezza leggera culla la piazza, arrivano gli extracomunitari che vendono un ufo luminoso che si libra in aria e torna gi di botto.
E che spesso finisce sulla testa di un turista. E il venditore, non pago, gliene propone l'acquisto con una faccia di bronzo che si commenta da sola. Ma non basta, perch ci sono quelli che smerciano la birra in lattina, e ripassano ogni due minuti finch non ti costringono a berla anche se non ti va e ti devi proprio ubriacare o alzarti e cambiare aria, e molti altri che, a negozi chiusi, smerciano di tutto sui marciapiedi di via dei Condotti, da cinture a occhiali da sole, tutto rigorosamente falso.
E i controlli? Una pattuglia della polizia staziona in piazza Mignanelli sotto l'obelisco, troppo lontano per incutere qualsiasi forma di timore. Una pattuglia della Guardia di Finanza si ferma davanti a Missoni, d un'occhiata in giro e schizza via. E i vigili? Se ne vede uno all'ora, impegnato a chiedere ai ragazzi americani e tedeschi di rimettersi la maglietta. Non decoroso stare a torso nudo a piazza di Spagna. Ma non una beffa parlare di decoro con tutto quello che succede sotto il loro naso?
Fingono di non vederlo o girano a occhi chiusi per evitare grane? Da soli non possono fare miracoli, vero, ma dai piani alti nemmeno un segnale di fumo.
L'ultima inquietante presenza che completa il quadro quella del venditore di caldarroste. Nessuno lo schioda dal suo angolino a tre metri dalla Barcaccia: lui sempre l, giorno e notte, che propone imperterrito la sua merce, sempre la stessa, eternamente surgelata, eppure costosa oltre ogni senso della misura. Ma davvero esiste un mercato,davvero ci sono turisti cos coraggiosi, pazzi per certo, che vogliono mangiare le caldarroste d'estate, stavolta almeno senza nessuno che glielo imponga? Misteri e aberrazioni di piazza di Spagna.




news

19-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news