LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Mostra del Mantegna: Riscoperte e restauri ma quante novit
Lea Mattarella
LA STAMPA, 03 settembre 2006

CHI avesse seguito con passione le vicende del Cristo morto, prima negato, poi concesso e infine rifiutato, si tranquillizzi. Vittorio Sgarbi temeva che l'attenzione suscitata dalla polemiche degli ultimi giorni intorno al dipinto di Brera potesse provocare le reazioni di qualche esaltato pronto a danneggiarlo per il suo quarto d'ora di celebrit. Sono per stati garantiti tutti gli accorgimenti necessari a proteggerlo. Cos il quadro sar in mostra. Ne sar il simbolo. Parola di Sgarbi.
Partir anche la Sant'Eufemia. La verrano a prendere domani e dalla cattedrale di Irsina, un piccolo paese in provincia di Matera, arriver a Mantova, a Castel San Giorgio, protagonista dell'esposizione, curata da Sgarbi, La scultura al tempo di Mantegna. Due anni fa, questa statua in pietra dipinta era stata attribuita a Mantenga da Clara Gelao che ne aveva ricostruito le vicende in un volume edito dalla Bautta di Matera e aveva raccontato la sua scoperta in un'intervista alla Stampa.
La storia del ritrovamento avvincente, perch la scultura era l, nella cappella dedicata alla patrona di Irsina, dal 1454 ma nessuno prima della Gelao aveva notato il fascino e la qualit della posa e della fattura. N i parroci n i fedeli potevano immaginare che l'oggetto della loro devozione fosse uscito dalle mani di un genio del Rinascimento. Eppure, a quanto pare, proprio cos. L'attribuzione a Mantegna la pi probabile, afferma Sgarbi che l'ha voluta per la sua mostra. Comunque sar un'occasione per farla vedere, per discuterne, prosegue la sua scopritrice, visibilmente soddisfatta.
Tutto nasce da un poemetto del 1592 di Pasquale Verrone, arcidiacono di Montepeloso (era cos che si chiamava Irsina). Vi si racconta di un certo de Mabilia, nato nel borgo lucano, che dopo un viaggio riporta a casa vari oggetti e reliquie, tra cui due sculture e un dipinto. Quest'ultimo la Gelao lo riconosce nella Sant'Eufemia, di sicura mano mantegnesca, ora a Napoli al Museo di Capodimonte. Le sue ricerche proseguono a Padova, luogo di formazione del pittore, dove scova i documenti che provano la presenza in citt del misterioso donatore. Gli indizi si moltiplicano e alla fine sembra proprio che il cerchio si chiuda con un confronto stilistico con la giovanile Santa Giusti-na e con l'Assunta della Cappella Ovetari. Mantegna, com' ovvio, non mai stato a Montepeloso. la scultura che ha fatto un lungo viaggio. Che oggi compie a ritroso.
Le fonti parlano di Mantegna scultore, lo paragonano a Lisippo, Fidia, Policleto, ma di opere certe non se ne conoscono. Quella che fino adesso ha ricevuto pi consensi lAutoritratto in bronzo che orna la sua tomba. Il 16 settembre, data di apertura delle celebrazioni mantegnesche e, guarda caso, giorno di sant'Eufemia, la scultura cercher di convincere anche i pi scettici. Che potranno poi confrontarla, a Padova, proprio con l'Assunto affrescata sulle pareti della Cappella Ovetari. Questo capolavoro giovanile di Mantegna, infatti, appena stata restaurato. I risultati dell'intervento, complicatissi-mo perch i danni riportati nell'ultima guerra davano i dipinti per spacciati, saranno mostrati proprio in questa occasione. Ci sar anche una ricostruzione virtuale che permetter di immaginare la cappella come doveva essere quando Mantegna la termin, intorno al 1457.
Gli appassionati di attribuzioni, oltre alla Sant'Eufemia, potranno poi esercitare l'occhio su un altro inedito appena assegnato a Mantegna, una pergamena su cui dipinta una Vergine con bambino, subito battezzata Madonna della tenerezza. Anche lei in attesa di superare l'esame.



news

11-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 11 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news