LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Collezione Torlonia, via all'esproprio
Fabrizio DellOrefice
Il Tempo - cronaca R orna 19/6/2003

Espropriamo la collezione Torlonia. La sinistra chiede che lo Stato intervenga nell'annosa vicenda e assegni anche al Comune di Roma un contributo straordinario di 50 milioni di euro per allestire il museo di via dei Cerchi in modo da poter ospitare i beni artistici. E questo il senso di una proposta di legge di un gruppo di deputati del centrosinistra guidati da Titt De Simone (Rifondazione comunista),
II testo di legge (che inizier ad essere discusso oggi in Commissione Cultura della Camera) di soli due articoli. Con il primo si dispone l'espropriazione a titolo gratuito della collezione Torlonia e la sua acquisizione al demanio statale. Il secondo, invece, chiede di intervenire sulla legge di Roma capitale (la 396/90) e prevede di assegnare al Comune un contributo straordinario di cinquanta milioni di euro per gli interventi necessari alla realizzazione dell'area archeologica e monumentale del Circo massimo e al recupero alla sua originaria destinazione del Palazzo dei Musei che si trova nelle immediate vicinanze. Ovviamente la ristrutturazione servirebbe proprio per ospitare quello che stato definito un buon terzo del patrimonio antico posseduto dalla citt.
Nella relazione di accompagnamento alla proposta di legge, l'onorevole De Simone ricorda la lunga trafila giudiziaria che ha visto contrapporsi lo Stato da un lato e i privati che hanno gestito la collezione. In particolare l'esponente del Prc ricorda che la tragica sorte del museo e la sua sottrazione al pubblico riconducibile al periodo che va tra gli anni '60 e '70, allorch, le 77 sale del museo vennero trasformate, abusivamente, in 93 miniappartamenti, immediatamente affittati, e le 620 antiche sculture greche e romane trasferite in locali angusti, insufficienti e pericolosi. Allora si sarebbe verificata di fatto la distruzione del Museo e di quanto esso rappresentava per gli studiosi. Il trasferimento delle sculture della collezione Torlonia da un museo vero e proprio a locali del tutto inidonei ne ha determinato di fatto la morte dal punto di vista culturale.
Bisogna intervenire. E subito. Come? Realizzando un nuovo museo privato? I deputati del centrosinistra non sono d'accordo: La proposta di realizzare di un nuovo museo privato per ospitare la collezione Torlonia a Villa Albani, su area verde vincolata sotto il profilo monumentale ed ambientale. Dovrebbe sorgere una sorta di nuovo grande "contenitore", una nuova grande cubatura, di propriet privata, da edificare unitamente ad un grande parcheggio sotterraneo. Una proposta assolutamente inaccettabile. Meglio che lo Stato proceda acquisendo finalmente al demanio dello Stato la collezione Torlonia e ospitandola in un museo pubblico realizzabile attraverso il semplice recupero alla sua originaria destinazione del Palazzo dei Musei di Roma, ossia dell'immobile di propriet comunale sito in via dei Cerchi, al Circo Massimo, occupato da anni dagli uffici comunali, nel quadro di un complessivo intervento di "musealizzazione" dell'area archeologica e monumentale del Circo Massimo.




600 opere, un terzo dei beni della citt

La collezione Torlonia contiene circa 600 opere d'arte tra cui veri e propri capolavori: l'Hestia Giustiniani, la Pallade di Porto, la colossale Testa di Apollo di Kanachos, due esemplari dell'Eirene di Cefisodoto padre di Prassitele, l'Afrodite Anadiomne, l'Atleta di Mirone, il Diadumeno di Policleto, il ritratto noto come Euridemo di Battriana, l'eccezionale rilievo di Portus con la rappresentazione degli edifici, delle navi, delle divinit protettrici e della vita commerciale dell'antico Porto di Roma, pregevolissimi sarcofagi, come quello delle fatiche di rcole e quello singolare di un'accolta di dotti a grandi figure, la splendida serie di un centinaio di ritratti, in maggior parte imperiali, considerata dagli studiosi pi importante di quelle dei Musei Capitolini e Vaticani. Tanto che si calcolato che le opere della collezione Torlonia rappresentano da sole un buon terzo del patrimonio antico posseduto dalla citt.




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news