LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Beni tutelati, restaurati, aperti al pubblico: l'opera benemerita del Fai
Lena Timberi
BellItalia 1/6/2003

Dopo l'Unesco, la nostra presentazione delle Associazioni "amiche" del patrimonio artistico italiano prosegue con il fondo per l'Ambiente Italiano, meglio conosciuto con la semplice sigla Fai. Qui vi diciamo chi , di che cosa si occupa, qual il contributo dell'associazione nella tutela delle bellezze d'Italia, quali sono i suoi obiettivi.
.
.

Il FAI "una fondazione privata senza scopo di lucro che riceve per donazione, eredit o comodato beni di valore storico, artistico o naturalistico; li restaura, li apre al pubblico e consente a tutti di goderne". Le sue entrate provengono dai 50 mila aderenti, fra i quali si distinguono per l'entit dell'aiuto "i 200 del FAI", i nomi dei quali sono riservati, ma possiamo almeno citare Marella Agnelli e Giulia Maria Mozzoni Crespi, presidente dell'associazione. Un importante contributo proviene anche dalle donazioni, dai lasciti e dagli sponsor che intervengono nelle diverse attivit.

Acquisizioni di tre tipi.

Il FAI nasce nell'aprile del 1975, su ispirazione del National Trust inglese, fondato nel 1895 e al cui attivo si contano oggi oltre 2000 propriet. Le acquisizioni sono di tre tipologie: propriet regolarmente aperte al pubblico, aree naturali, piccole donazioni, spesso particolarmente significative. Attualmente al FAI appartengono 29 Beni, 12 dei quali abitualmente aperti (antiche dimore, castelli, monasteri, ville, giardini storici), mentre gli altri sono soprattutto aree naturalistiche che per la loro stessa caratteristica sono sempre visitabili. Seguendo l'esempio del National Trust, il FAI ha stabilito il principio in base al quale i donatori e i loro eredi possono godere del diritto di continuare ad abitare nella dimora ceduta, senza essere gravati da oneri fiscali e da spese di restauro, manutenzione e custodia. Nella sua quasi trentennale attivit, l'associazione si guadagnata un'autorevolezza che l'ha portata a essere membro del Consiglio Nazionale per i Beni Culturali e Ambientali. .
.Le iniziative

Per finanziare la gestione dei suoi monumenti, il FAI organizza all'interno delle sue propriet, mostre, concerti, spettacoli e incontri culturali. La manifestazione annuale pi importante rappresentata dalle "Giornate di primavera", che si svolge nel mese di marzo, durante le quali i visitatori sono invitati a scoprire o riscoprire in tutta Italia centinaia di monumenti, normalmente chiusi. Rinomati sono i concerti, come quelli di luglio a villa Menafoglio Litta Panza di Biumo, in Varese. Il FAI si rivolge anche ai giovani, proponendo diverse attivit per le scuole e dedicando un'attenzione particolare ai bambini: da vita, per esempio, al Carnevale dei Bambini, nel corso del Carnevale Barocco in maschera che si tiene nella settecentesca villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno (Varese).
.
.Le prime donazioni

La prima risale al 1976: un'area costiera di 1000 metri quadrati sull'isola di Panarea nell'arcipelago delle Eolie. La donazione serv a evitare un tentativo di lottizzazione. Nel 1977, la prima importante acquisizione: il castello di Sabbionara d'Avio (Trento), donato da Emanuela Castelbarco, nipote di Arturo Toscanini, la cui famiglia legata ad Avio da sei secoli di storia. Sempre nel 1977 ci fu la donazione dell'abbazia di San Fruttuoso a Camogli, vicino a Genova, da parte dei principi Doria Pamphili, insieme a 32 ettari di macchia mediterranea sulla costa sud del monte di Portofino. Era la prima volta che il FAI acquisiva un intero borgo con la sua piccola comunit.
.
.e le ultime.

Il 2001 segna la prima collaborazione tra pubblico e privato, con la concessione al FAI da parte della Regione Sicilia, per un periodo di 25 anni rinnovabili, del giardino della Kolymbetra, situato nel cuore della Valle dei Templi di Agrigento, autentico gioiello archeologico e agricolo. Dopo un accurato restauro paesaggistico e della vegetazione durato un anno, il giardino della Kolymbetra, nel quale sono stati scoperti alcuni ipogei greci, stato dotato di tutte le infrastrutture necessarie per essere aperto al pubblico ed inserito nel normale circuito di visite della Valle dei Templi di Agrigento. Nel novembre 2002 stato infine siglato un accordo con lo Stato Italiano, attraverso l'Agenzia del Demanio, grazie al quale il FAI riceve in concessione, per 12 anni rinnovabili, il parco di villa Gregoriana, la residenza di Tivoli (Roma) progettata dal Vasari per papa Giulio III nella seconda met del XVI secolo, per un canone di affitto di 15 mila euro all'anno.

.
.


Gli uffici e la direzione del Fai sono a Milano, in viale Coni Zugna 5, telefono 02/ 46.76.15.29. All'associazione collaborano 82 delegazioni disseminate in 17 regioni italiane e circa quattromila volontari. Anche l'Ufficio delegazioni si trova a Milano, telefono 02/46.76.15.63; e-mail: info@fondo-ambiente.it



Le propriet aperte al pubblico
.
1977 Castello di Sabbionara d'Avio,
ad Avio, Trento, 0464 /68.44.53. .
1977 Abbazia di San Fruttuoso, a Camogli,
Genova, .
0185/77.27.03. 1977 Monastero di Torba, a Gornate Olona, Varese, 0331/82.03.01. .
1984 Castello della Manta, a Manta,
Cuneo, 0175/8.78.22.
.
1986 Baia di leranto, Massa Lubrense, Napoli, 335/8.41.02.35. .

1987 Castel Grumello, a Montagna in
Valtellina, Sondrio, 0342/38.09.94.
.
1988 Castello di Masino, a Caravino, Torino, 0125/77.81.00. .

1988 Villa del Balbianello, a Lenno, Como, 0344/5.61.10. .

1989 Villa Della Porta Bozzolo, a
Casalzuigno, Varese, 0332/62.41.36. .

1996 Villa Menafoglio Litta Panza,
a Biumo, Varese, 0332/23.96.69. .


1997 Teatrino di Vetriano, a Pescaglia, Lucca, 340/9.72.45.89.
.
1999 Giardino della Kolymbetra,
nella Valle dei Templi, Agrigento, 335/1.22.90.42.



news

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

20-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news