LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La storia apre le porte a Gerione
Marco Masciantonio
Nuovo Molise 28/07/2006

CASACALENDA - Geronium. E' questo il nome che pu essere attribuito all'antica cittadina in agro kalendino che nelle ultime due settimane stata oggetto di ricerche scientifiche ad opera dell'Univerist di Bologna patrocinate dalla Comunit Montana Cigno Valle Biferno e dal Comune di Casacalenda, su concessione della Sovrintendenza Archeologica dei Molise. E' il professor Lorenzo Quilici dell'Universit di Bologna ad aprire le porte a questa parte di storia, tanto immensa quanto affascinante, che stata scritta sul nostro territorio.
Geronium era un centro Frentano, distrutto da Annibale, il quale dopo aver sterminato gli abitanti aveva utilizzato al cittadina per accumulare i suoi depositi di grano. Ma l'attribuzione dell'agro kalendino al deposito di Annibale non ancora certa. Infatti non possibile attribuire al Castello di Gerione, che sorge propria sul colle casacalendese dove si stanno tenendole ricerche, il passaggio (che ormai leggenda, ma non ancora storia certa, del posto) del generale cartaginese nella zona. I lavori sono ancora ad una fase superficiale, e non ancora possibile riuscire a comprendere la vera estensione della relata medievale. Il centro stato abbandonato a met del 1400 in seguito a uno dei terremoti pi devastanti della storia antica che ha distrutto buona parte dell'Italia centrale e meridionale.
Fino agli anni '70, anni in cui alcuni studiosi britannici hanno sondato il terreno dei ruderi di Gerione, nessuno aveva per fatto ricerche sul posto. Quattro anni fa, poi, il prof Quilici e la professoressa Ilaria Teresa Occhionero, sono intervenuti, e grazie alle loro preziose relazioni, che vengono costantemente aggiornate, grazie alle scoperte quotidiane, si sta scoprendo la vera storia di quest'area. All'interno della cittadella sono stati trovati undici corpi. Una loro accurata analisi ha fatto scoprire che le cause di morte di queste persone sono attribuibili soprattutto a carenze alimentari (scorbuto in primis). Inoltre in tutti i corpi era presente lo schiacciamento di ossa, attribuibile al trasporto di pesi di ingenti dimensioni. L'et media dei defunti abitanti di Gerione di 35 anni. Su tutti gli 8400 metri quadrati oggetto di studio, ci sono ossa sparpagliate la cui storia decisamente difficile. Quelli che si concludono oggi sono stati quindici giorni di scavi e ricerche dove, il prof Quilici, la professoressa Occhionero, i tre studenti dell'Universit di Bologna, i tre volontari locali e i 6 operai, hanno dato il massimo per dare un senso ad uno dei siti archeologici pi importanti dell'area, che negli anni stato accantonato ma che ora ha l'opportunit di riemergere con prepotenza.



news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news