LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Mose divide l'Unione. "Ma l'opera non si ferma"
Elvira Serra
Corriere della Sera 21-07-2006

MILANO I lavori del Mose andranno avanti secondo la programmazione finora immaginata. Il Comitatone ha deciso una verifica di due mesi, fino al 30 settembre, per valutare le opere alternative. Cos ieri sera il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Enrico Letta al termine della riunione del Comitato interministeriale sulla Salvaguardia di Venezia, che si svolto a Palazzo Chigi alla presenza di Romano Prodi. In mattinata invece si era chiarita la posizione della commissione Ambiente di Palazzo Madama che chiede al governo di sospendere temporaneamente i lavori del Mose non coerenti o incompatibili con le proposte di revisione progettuale. La richiesta, firmata dai senatori dell'Ulivo, come ha chiarito il ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, sar valutata con attenzione nelle sedi competenti. I lavori del Mose invece continueranno, precisa Pecoraro Scanio. ma nei due mesi di tempo fissati per l'istruttoria non si faranno opere irreversibili. In sostanza stata accolta la richiesta del sindaco di Venezia. Diversa l'interpretazione di Massimo Cacciari, per il quale si poteva tranquillamente continuare con altri lavori compatibili con i progetti alternativi. Mentre il governatore del Veneto Giancarlo Galan (Forza Italia) non ha nascosto soddisfazione: Ero sicuro che per il Mose fosse giunto l'ultimo capitolo. Non stato cos. La decisione del Comitatone ha scontentato gli ambientalisti. Legambiente teme che il rinvio possa portare a un punto di non ritorno delle opere. Il Wwf obietta che con un'istruttoria cos breve sarebbe stato pi logico sospendere i lavori, anche se riconosce che finalmente si potranno valutare le alternative. Ieri, la giornata si era aperta con la richiesta dello stop da parte della commissione Ambiente. Scelta unanimamente criticata dal centro-destra e sostenuta, con l'unica eccezione dell'Udeur, dal centrosinistra. La risoluzione approvata dai senatori prevede, oltre alla sospensione temporanea dei lavori non coerenti o comunque incompatibili con le proposte di revisione, anche l'avvio di una verifica tecnica e una verifica dei finanziamenti, del loro stanziamento e della loro ripartizione. L'istanza stata bollata dall'opposizione come una scelta catastrofica per bloccare le grandi opere avviate dal governo Berlusconi (Emiddio Novi, Forza Italia). Fermare il Mose un controsenso, i lavori sono a uno stato di avanzamento del 25%, la sospensione costerebbe allo Stato 1,5 miliardi (Franco Mugnai, An). Anche nella maggioranza la richiesta stata deplorata. Mauro Fabris, capogruppo dei Popolari-Udeur alla Camera, ha precisato: Non la condividiamo. Nel programma dell'Ulivo non stato previsto lo stop dei lavori per il Mose. Obbediamo a Prodi e a Di Pietro di non accettare modifiche, che parte del centrosinistra vorrebbe apportare a colpi di ordine del giorno.



news

19-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news