LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IN GERMANIA IL LIMES ROMANO DA COBLENZA A RATISBONA DIVENTA PATRIMONIO DELL'UMANIT
Marina Verna
La Stampa 06-07-2006

La Grande Muraglia europea nell'Unesco. Ma c' chi contesta la decisione: Sono inutili ruderi di fortificazioni
BERLINO. La Grande Muraglia europea - il Limes romano, da Coblenza sul Reno a Ratisbona sul Danubio - ufficialmente Patrimonio dell'umanit. Si guadagnata il titolo in quanto mediatore di valori umani e terreno di contatto tra popoli e culture. L'Unesco, che aveva comunicato la decisione gi nello scorso anno, ha consegnato ieri i documenti ufficiali ai ministri-presidenti dei quattro Laender - Baden-Wuerttemberg, Baviera, Assia e Renania-Palatinato - attraversati dall'antico confine tra l'impero romano e le trib germaniche. Nella versione finale, nel IV secolo d. C., erano 550 chilometri di muri di pietra e palizzate di legno, fossati e terrapieni, con 900 torri di vedetta, 120 castelli e decine di campi militaci. Inizialmente invece, quando nel 70 d. C. l'imperarore Vespasiano tracci il confine tra il suo impero e le trib germaniche, erano barriere natura intervallate da strade, che venivano spostate e ricostruite in base alle esigenze di guerra e di commerci. Dell'antico tracciato restano oggi poche rovine autentiche - soprattut to ad Aalen, con il forte pi grande costruito dai romani aldil delle Alpi - e molte ricostruzioni moderne, che hanno fatto arricciare il naso all'Unesco. Ma i tedeschi si sono impegnati, se non a smantellarle, a indicarle chiaramente come falsi nei musei e nei tracciati che si percorrono a piedi. E tanto bastato all'unesco, Che nel 1987 aveva gi proclamato Patrimonio dell'Umanit un altro pezzo di Limes, il Vallo Adriano costruito a difesa della Britannia romana in quella che oggi Ungbilterra del Nord. E nei prossimi anni dovr esaminare nuove richieste: c' gi chi sogna di mettere sotto l'ombrello dell'unesco tutti i cinquemila chilometri del confine roman in Europa, Nordafrica e Medio Oriente. C' per un nemico pervicace del progetto: lo storico tedesco Wolfgang Kemp, cattedra ad Amburgo e incarichi ad Harvard. In un pamphlet colto e ironico - Rapporto non richiesto all'Unesco - ha accusato l'Agenzia culturale delle Nazioni Unite di proteggere finte rovine e nobilitare con il suo marchio troppi luoghi (finora 812) insignificanti. Il Limes non sarebbe altro che una semplice seppur lunghissima fortificazione militare, nobilitata dalla ideologia della diversit culturale che pervade l'Unesco. Allora, conclude, meglio il fumetto di Uderzo e Goscinny: Se nel mio patrimonio culturale ci dev'essere un quadro falso della storia, preferisco le avventure di Asterir e Obeliz. Ad Aalen hanno incassato e continuato a far festa.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news