LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cambia la gestione dei musei: riformata anche la parte relativa al paesaggio
Antonello Cherchi
12-05-2006, IL SOLE 24 ORE NORME E TRIBUTI



Da oggi sono in vigore le modifiche al Codice dei beni culturali



ROMA - Due anni compiuti il primo maggio. Nonostante la giovane et, il Codice dei beni culturali stato gi rimaneggiato due volte: una prima gi nel 2004 e poi di recente. Gli ultimi interventi, che hanno ritoccato sia la parte relativa ai monumenti sia quella sul paesaggio, diventano operativi oggi. Si tratta, rispettivamente, dei decreti legislativi 156 e 157.
I beni culturali. Tra le modifiche di maggior rilievo, quelle relative alla valorizzazione di musei e siti archeologici. La prima formulazione non ha ancora prodotto risultati, soprattutto perch il sistema ha presentato alcune rigidit, che si tentato di superare.
L'attivit di valorizzazione stata suddivisa in tre fasi: individuazione delle strategie, elaborazione dei piani di sviluppo culturale e gestione in senso stretto. I primi due passaggi sono affidati ai soggetti pubblici (Stato, Regioni, altri enti) che possono stipulare accordi, su base regionale o territoriale, per decidere le linee guida delle attivit di valorizzazione. Si deve, per, andare oltre l'individuazione dei luoghi da valorizzare e inserire nelle strategie anche gli altri elementi del territorio (come le infrastrutture e i servizi) che possono far gioco per un progetto integrato di sviluppo culturale.
La seconda fase , appunto, quella di individuare in modo pi dettagliato i piani di sviluppo, la cui elaborazione pu anche essere demandata a soggetti giuridici ad hoc, di cui possono far parte, per esempio, le fondazioni. La fisionomia di tali soggetti , per, al momento solo abbozzata, perch sar un successivo decreto del ministero dei Beni culturali a definirla.
Si arriva, poi, alla gestione. Viene confermato che pu essere diretta o indiretta. La scelta si basa sulla comparazione dei costi: a parit di spese, si deve privilegiare la gestione diretta. Altrimenti si chiamano in causa gli imprenditori privati, che devono essere scelti attraverso gare pubbliche.
Altra novit la soppressione del silenzio assenso nella procedura, affidata alle soprintendenze regionali, di valutazione dell'interesse storico-artistico degli immobili pubblici, che, se riconosciuti non di pregio, possono essere venduti.
Il paesaggio. Incisive anche le modifiche sulla parte relativa alla tutela paesaggistica. C' stato, infatti, un cambio di prospettiva, contestato dalle Regioni: lo Stato si ripreso competenze che prima erano delegate interamente a livello locale, in particolare nella predisposizione dei piani paesaggistici e nel rilascio delle relative autorizzazioni. Al riguardo si invoca pi collaborazione tra i due poteri attraverso il raggiungimento di intese per l'elaborazione ex novo degli strumenti di tutela del paesaggio o anche per il loro adeguamento, per il quale c' tempo fino al primo maggio 2008.
stata, inoltre, sistemata la partita aperta con il decreto legislativo 308/2004 (le prime modifiche al Codice), che aveva introdotto una contestata sanatoria paesaggistica, la quale era risultata molto pasticciata e a cui si tentato di porre rimedio almeno da un punto di vista normativo.




news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news