LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Via Margutta, sfratto per lo studio Peikov lo scultore del Leonardo
Paolo Brogi
Corriere della Sera, 15 maggio 2006

Lavorava vicino a Costa, Maccari, Mafai

Caro collega, fai qualcosa per lo studio dell'artista Assen Peikov, nato nella mia Sofia ma vissuto per oltre 35 anni nella tua Roma dove morto nel 1973. Ora il suo storico studio a via Margutta, uno dei pochissimi d'artista rimasti integri, in pericolo. sotto sfratto.... Firmato, Boyko Borissov, sindaco di Sofia, la capitale della Bulgaria. Destinatario, Walter Veltroni.

Via Margutta, 54. Lo studio appartenuto ad Assen Peikov nel seminterrato. Peikov era uno scultore, quindi stava in basso, secondo quella divisione che gli artisti di via Margutta adottarono fin dall'inizio: pittori in alto, scultori a piano terra (per i pesi, marmi e bronzi, che ci sono da portare...). Peikov ha lasciato il grande Leonardo davanti all'areoporto di Fiumicino, la grande Minerva all'universit di Bari, oltre 1.300 opere pi in generale. Per vicini, in via Margutta, ha avuto Costa, Maccari, Fazzini, Montanarini, Mafai, Vespignani, Gentilini, Scaloja, Bragaglia, la Parigini...
Lo studio Peikov ancora l, con tutti i calchi che raffigurano tante celebrit e molti originali. C' anche il grande specchio con cui Assen aveva diviso in due l'atelier col fratello, il pittore Ilia. C' la tenda con dietro tutti gli attrezzi da lavoro dello scultore. E il tavolinetto con le firme degli artisti amici. Ma ci sono soprattutto i suoi lavori, le teste dei suoi compagni d'arte, Savinio, De Chirico, Bontempelli. E poi gli originali delle sculture di Ken-nedy, di Paolo VI, di tanti altri. In mezzo c' ancora il grande calco della statua poi realizzata in porcellana che raffigurava Ava Gardner al tempo del film La contessa scalza. L'originale finito a Beverly Hills nella villa di Frank Sinatra (la moglie di Sina-tra l'aveva per costretto a nasconderlo in un ripostiglio, per gelosia).
Tutto questo sotto sfratto. A decretarlo un giudice che ha accolto la richiesta di sfratto per fine locazione intentata dal proprietario, l'ex direttore di banca Giuseppe Di Pietro, contro l'affittuario, Rodolfo il figlio dello scultore, un uomo che cerca di mantenere viva la memoria del padre. Quello di Assen Peikov uno dei rarissimi studi sopravvissuti. Dopo la morte dell'artista, l'intero palazzo in cui c'era l'atelier stato venduto dalla propriet, il gruppo Bises, alla societ dell'immobiliarista Bocchi. Era il 1983 e poco dopo la societ immobiliare ha rivenduto lo studio all'attuale proprietario. Ma il figlio Rodolfo non si arreso: ha Ottenuto dal Ministero dei beni culturali un vincolo sullo studio, per salvaguardarlo cos com', con tutti i suoi beni. Il vincolo, tra un ricorso al Tar e uno al Consiglio di stato da parte del proprietario, stato ribadito due volte. Ma a quanto pare, inutilmente. La procedura di sfratto, andata avanti su un binario parallelo, ormai esecutiva. L'ufficiale giudiziario si presentato il 3 maggio. Torner il 15 giugno. Intanto il sindaco di Sofia ha chiesto aiuto. Lo stesso fa Rodolfo Peikov. E via Margutta? Aspetta.



news

25-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news