LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La proposta: una superholding da 430 miliardi
Nicola Saldutti
22/10/2005, Corriere della Sera


Guarino, il ministro Tremonti e l'idea della Debito spa
E' l. Con il bollettino mensile di Bankitalia che ogni trenta giorni ne misura lo stato di salute. Continua a salire {salvo la breve pausa di luglio). Ma il debito pubblico da qualche tempo diventato una specie di tab, del Quale s parla poco. Ma Giuseppe Guarirlo, ex ministro, giurista, il consigliere al quale molte istituzioni s rivolgono nelle fasi delicate, si messo a studiare: numeri, grafici, tabelle. Mettendo da parie (ma non troppo), l'antica passione per le norme. Bisogna far presto, ha ripetuto in tutti gli incontri che ha avuto. E la sua proposta ha il sapore della scelta controcorrente: mettere in un'unica societ per azioni, anzi una vera a propria impresa, buona parte degli attivi dello Staio, dalla partecipazione nelle societ quotate (tipo Bui e Enel) agli immobili, comprese le case popolari, alle societ non quotate. Valore del capitale conferito: 430 miliardi di euro. Perch questo il punto: ogni anno il debito continua, a
sottrarre all'economia produttiva (sotto forma di interessi) qualcosa come 29 miliardi di euro. Ai quali vanno aggiunti altri SO miliardi di oneri che pesano sulla collettivit per ridarlo. Come dire: una finanziaria occulta e inesorabile.
Ma a che servirebbe l'impresa del debito"?Lo Stato conferirebbe in questa societ per azioni dagli immobili, ai beili del demanio, alle quote azionare. Rendendole nello stesso tempo, attraverso contratti di locazione, 'redditizie', con un ritorno stimabile nel 3-5%.
In un primo tempo lo Stato ne resterebbe azionista totalitario. Solo in una prima fase, per. Il passo successivo sarebbe infatti la cessione della Debito $p* a investitori istituzionali, dalle banche ai fondi pensione, sul mercato interno ed internazionale. Parla anche di una possbile public com-pany, Guarino. Che con Nexus ha promosso una giornata di riflessione sul debito a Roma mercoled prossimo alla quale parteciper anche il ministro Giulio Tremont. Perch ridurre il debito una sfida non solo economica, ma d'interesse pubblico: -A tale questione sono interessati tutti cittadini in quanto tali e nelle specifiche qualit d contribuenti, di dipendenti pubblici e privati, di lavoratori indipendenti, d consumatori, nonch di de-tentor del risparmio..., scrive Guarino. Il reddito della societ arriverebbe dai dividendi e dagli affitti dei beni immobiliari. Ma non solo: i gestori di questa impresa avrebbero come priorit quella di dismettere il patrimonio con sistemi di mercato motto pi flessibili e efficaci di quelli amministrativi utilizzati finora- L'impatto? Il debito, che ora viaggia verso il 108% del prodotto interno lordo, potrebbe calare al 70%. Una scelta che restituirebbe all'Italia la sovranit economica perduta. Un'impresa che ricorda un progetto antico, le superholding, accantonate nei primi anni Novanta. Eccolo il paradosso. Da allora lo Stato ha privatizzalo per centinaia di miliardi, ma il debito ancora l. Pi alto di prima.
Nicola Saldutti



news

16-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news