LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Report stasera toma sul caso Patrimonio Spa, sugli intrecci tra Berlusconi e la Pirelli con la Edilnord. L'Italia rischia di essere tutta in vendita
Maria Serena Palieri
Unit 22/11/2002

Quando avremo venduto tutto, l'Italia che fine far?:
Milena Gabbanelli chiude con questa domanda da brivi-
do, che evoca scenari da Argentina, il ciclo di
inchieste di Report. L'ultima puntata del programma
giornalistico di Raitre, in onda stasera alle 20,50,
sotto il titolo Vendita di
Stato, presenta tre inchieste che convergono
sullo stesso tema: la gestione affaristica del
nostro patrimonio collet-
tivo, ambientale, artistico, ma anche edilizio,
perseguita dalla classe politica che al governo e,
per paradosso, l
dove la svendita gi in corso, gli scarsi
successi che essa
incassa sul piano stretto della moneta, a fianco della
devastazione sociale che incoraggia. Le tre inchieste, fir-
mate da Michele Buono e Piero Riccardi, sono: sulla
Patrimonio s.p.a., sulla vendita delle case degli enti pub-
blici e sulla speculazione che minaccia alcune delle ulti-
me aeree verdi di Milano, cio la Cascina Melghera e le
piste di San Siro. Si dir: ma la vendita delle case
degli enti pubblici non una berlusconata,
l'avvio risale agli
anni dei governi di centrosinistra. E Milena Gabbanelli
lo ricorda.
In apertura, Stefania Rimini indaga su ci che
successo nella tenuta di Maccarese, alle porte di Roma,
da quando l'Iri l'ha privatizzata, vendendola nel '98 per
93 miliardi di lire a Benetton. Come un apologo, il
servizio ci dice che l'azienda, prima in passivo di tre
miliardi di lire l'anno, ora in attivo annuo d'un miliar-
do. Ma le mucche vengono munte tre volte al giorno
invece di due, vivono in gabbia anzich andare al pasco-
lo; quanto agli umani, i lavoratori sono scesi da 92 a 72, e
quelli rimasti si sono flessibilizzati,
cio lavorano senza
soste e fanno di tutto. Certo, la collettivit
non ha pi sul
groppone i tre miliardi l'anno persi in gestione Iri.
Ma come mai il gigante Benetton stato preferito
alla locale
Cooperativa Ortosole, in gara anche lei, con un progetto
che prevedeva l'occupazione per 500-700 persone? E
siamo sicuri che a Benetton piacer sempre fare il conta-
dino e non sar tentato dal valore speculativo potenziale
enorme di quei terreni? Dunque, Patrimonio s.p.a. I
politici interpellati, Tremonti, la sua sottosegretario Ar-
mosino, e Urbani, hanno risposto picche alla richiesta di
interviste. C' un Tremonti di repertorio, per, che spie-
ga le sue intenzioni: Abbiamo due trilioni di euro di
beni. Vanno valorizzati e, dove possibile e opportuno,
venduti. E c' una vecchia efficace dichiarazione della
sua sottosegretario, che chiarisce cosa s'intenda per op-
portunit: Ma perch devo tenere un carcere in un
posto come San Vittore, a Milano, zona di pregio?. Il
programma, implacabile, con l'ausilio di interviste al
direttore generale del ministero dei Beni Culturali Rober-
to Cecchi, al dimissionario vice-presidente del Consiglio
dei Beni Culturali Giuseppe Chiarante, al sindaco di
Venezia Paolo Costa, ricostruisce il meccanismo legislati-
vo messo a punto: l'elenco dell'Agenzia per il Demanio,
in corso di stesura, di tutti i beni, musei e castelli, spiagge
e parchi, monumenti e certose, di propriet dello Stato;
la legge 410 del 23 novembre 2001, che dice che l'inclu-
sione nei decreti produce il passaggio dei beni al patrimo-
nio disponibile, il che significa che quello che prima
non si poteva vendere oggi si pu vendere, o usare come
fidejussione bancaria, e la percentuale del 15% promessa
alle amministrazioni comunali che dicono s alla vendita
dei loro beni artistici o paesaggistici. Poi, giugno 2002,
arrivano Patrimonio s.p.a. e Infrastrutture s.p.a. Sono le
leggi che saldano l'utilizzo, chiamiamolo cos, del no-
stro patrimonio pubblico, attraverso la cartolarizzazio-
ne, alle grandi opere promesse da Berlusconi in campa-
gna elettorale. E che, con l'eventuale complicit delle
amministrazioni locali sedotte da quel 15%, e lo stru-
mento del cambio della destinazione d'uso, aprono le
porte alla devastazione del paesaggio e alla grande specu-
lazione. Il ministro Urbani negli ultimi giorni ha voluto
rassicurare sulle sue intenzioni: ma Report spiega che,
avendo accettato che le leggi Tremonti uscissero senza la
sua firma, ormai non ha pi alcun potere.
Cosa si intenda, a inizio Duemila, per speculazione
lo spiega il servizio sulle aree verdi milanesi.
Che, forte anche di una registrazione pirata d'una seduta
della commissione urbanistica del Comune, ricostruisce
il micidiale intreccio Ligresti, EdilNord di Paolo Berlu-
sconi, Pirelli R.E., e banche, che
starebbe per consegnare
all'edilizia di lusso quelle aeree.
Per finire, tappa a Roma,
nei palazzi degli enti pubblici in vendita a Cinecitt:
dove i palazzi vanno in pezzi per mancanza di manuten-
zione e il normale acquirente li sdegna, mentre i pensio-
nati che gi vi abitano non possono comprare perch,
per motivi d'et, non possono ottenere mutui. Cos, quel
po' che si vende, si vende alla met del suo valore...



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news