LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CODICE DEI BENI CULTURALI: La legge riconosce la qualifica "restauratore"
G.SA.
05-04-2006 IL SOLE 24 ORE EDILIZIA E TERRITORIO



Firmato da Ciampi il decreto legislativo che integra le regole per l'accesso


ROMA - Il presidente della Repubblica ha firmato il decreto legislativo con cui il Governo ha introdotto modifiche al codice dei beni culturali (Dlgs 42/2004) in materia di restauro. In particolare, sono stati modificati l'articolo 29, che definisce la qualifica di restauratore e le modalit per ottenerla, e l'articolo 182, che detta le norme transitorie.
L'articolo 29 stabilisce ora che l'esame finale nelle scuole di alta formazione - l'Istituto centrale del restauro, l'Opificio delle pietre dure e l'Istituto centrale per la patologia del libro, che restano il perno del sistema formativo - abbia valore di esame di Stato e che il titolo accademico rilasciato a seguito del superamento di detto esame sia equiparato al diploma di laurea specialistica o magistrale. Alle scuole di alta formazione, il Dlgs 42/2004 affianca centri, anche a carattere interregionale, dotati di personalit giuridica, nati da accordi fra ministero e Regioni, anche con il concorso delle universit e di altri soggetti pubblici e privati.
L'articolo 182 elenca, invece, chi, in via transitoria, pu acquisire la qualifica di restauratore di beni culturali. Oltre a coloro che hanno acquisito il diploma presso scuole di restauro statale, sono ammessi coloro che abbiano svolto per almeno otto anni attivit di restauro direttamente e in proprio, ovvero direttamente e in rapporto di lavoro dipendente o di collaborazione coordinata e continuativa con responsabilit diretta nella gestione tecnica dell'intervento, con regolare esecuzione certificata dall'autorit preposta alla tutela dei beni o dagli istituti centrali di restauro. Una terza categoria riguarda coloro che hanno ottenuto un diploma biennale presso una scuola di restauro statale o regionale e abbiano svolto attivit di restauro per almeno due anni.
Possono accedere alla qualifica di restauratore, attraverso il superamento di una prova di idoneit, altre categorie, fra cui chi abbia sostenuto un'attivit di restauro per almeno quattro anni. L'articolo 182 definisce anche le modalit per ottenere la qualifica di collaboratore restauratore.
Soddisfazione dell'Ari (associazione restauratori italiani) per la nascita di una professione, che per trenta anni stata esercitata in condizione di precariet e incertezza normativa. L'Ari auspica inoltre che i regolamenti previsti dal decreto legislativo vedano la luce al pi presto. Dalle imprese artigiane, e in particolare dalla Cna, che ha organizzato un convegno presso il Salone del Restauro di Ferrara, l'invito a non penalizzare la cultura materiale proveniente dalle botteghe artigiane e a prevedere percorsi di formazione che recuperino anche l'esperienza delle piccole imprese artigiane.







news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news