LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sassari sceglie la grande arte. La sede sar l'edificio dell'ex convento Canopoleno
Paolo Coretti
Nuova Sardegna, 29-MAR-2006






Firmato il protocollo d'intesa per l'istituzione del Museo del Novecento e del Contemporaneo. Collezioni permanenti e produzioni originali. L'assessore Duce: Contiamo di aprire entro l'anno

Sassari il Nord Sardegna avranno un nuovo spazio per l'arte e la cultura. E' il Museo del Novecento e del Contemporaneo, che sorger nell'ex convento del Carmelo, restaurato dalla Provincia con fondi comunitari, un edificio storico di grande suggestione che sorge al centro della citt, vicino al mercato civico. La nascita del Museo del Novecento e del Contemporaneo stabilita nel protocollo d'intesa sottoscritto dalla giunta regionale, dal Comune di Sassari, dalla Fondazione Banco di Sardegna, dalla Camera di Commercio di Sassari. L'impegno comune e la collaborazione tra le cinque istituzioni hanno creato le premesse per la realizzazione della struttura museale.
Il museo dice l'assessore regionale alla Cultura Elisabetta Pilia fa parte di un progetto culturale pi ampio, rivolto alla crescita dell'offerta artistico-culturale del Nord Sardegna e contribuir a qualificare il costituendo sistema museale provinciale, rappresentando una occasione di stimolo e crescita per i residenti e anche un importante attrattore per il turismo.
Il museo offrir dunque uno sguardo approfondito sull'arte sarda del Novecento, come spiega l'assessore comunale alla Cultura Antonietta Duce. E porr l'attenzione in particolare su due figure d'eccellenza come Giuseppe Biasi e Eugenio Tavolara.
La collezione Giuseppe Biasi, infatti, dal 1956 di propriet della Regione, avr dopo cinquant'anni una sede per l'esposizione permanente nel nuovo spazio museale. Come si ricorder le opere, oltre un centinaio, rimasero per decenni nei magazzini dell'Istituto regionale etnografico a Nuoro senza che il grande pubblico potesse vederle. Da due anni si trovano a Sassari, dove sono state anche esposte temporaneamente, e ora potranno avere un'adeguata collocazione.
C'era poi da mantenere un impegno preso dalla Regione con gli eredi di Giuseppe Biasi che, all'atto della cessione del prezioso corpus delle opere del pittore, posero come condizione che il pubblico di Sassari potesse ammirarle in una esposizione permanente.
Nel Museo del Novecento e del Contemporaneo potranno essere esposte, infine, altre prestigiose collezioni di opere del Novecento, di propriet delle cinque istituzioni che hanno aderito al progetto. Nell'attivit rivolta al contemporaneo troveranno spazio progetti condivisi con la Corsica, ma anche progetti originali di arte contemporanea. Per la gestione del museo verr istituita una fondazione intitolata a Giuseppe Biasi. E' gi in fase di elaborazione lo statuto della Fondazione.
L'impegno politico delle cinque istituzioni di collaborare perch il progetto si concretizzi in tempi brevi, per dare Sassari un istituto della cultura che rispecchi le sue vocazioni e riconosca il contributo che la citt ha dato al movimento artistico isolano (oltre al gi citato Biasi, Eugenio Tavolara). Non va poi dimenticato che Sassari anche l'unica sede dell'Accademia delle Belle Arti in Sardegna, oltre che del pi antico istituto d'arte statale.
Nel documento di indirizzo della Giunta regionale sul sistema regionale dei musei prevista la creazione del Museo del Novecento e del Contemporaneo e per il suo allestimento sono stati destinati 890 mila euro nell'accordo di programma quadro per i Beni culturali, firmato nel settembre 2005.
Da parte della giunta regionale dice Elisabetta Pilia c' poi la volont di valorizzare e investire nell'arte contemporanea.
Inoltre, il restauro realizzato dalla Provincia di Sassari con fondi del programma Interreg, per incentivare lo scambio di attivit culturali tra Sardegna e Corsica, ha restituito a Sassari un edificio prestigioso come l'ex convento del Carmelo, di cui la Provincia si dichiarata disponibile a cedere una parte dei locali per il nuovo museo di Sassari.
L'adesione al progetto per la nascita del Museo del Novecento e del Contemporaneo a Sassari risale al luglio 2005. Venerd scorso, stato organizzato un sopralluogo nell'ex convento del Carmelo, cui hanno partecipato l'assessore regionale Elisabetta Pilia, il presidente della Provincia di Sassari, Alessandra Giudici, con l'assessore provinciale alla Cultura Sergio Mundula, il sindaco di Sassari Gianfranco Ganau e l'assessore comunale alla Cultura Antonietta Duce, il presidente della Fondazione Banco di Sardegna Antonello Arru. Per precedenti impegni non era presente il presidente della Camera di Commercio di Sassari, Gavino Sini, che ha comunque manifestato interesse all'adesione al progetto.
In base al protocollo d'intesa, stato stabilito che la Provincia di Sassari ceder i locali del Carmelo in comodato gratuito, la stessa cosa faranno la Regione per le opere della Collezione Biasi e gli altri enti per le collezioni di loro propriet.
Contiamo di riuscire ad aprire entro l'anno dice l'assessore Duce A nostra disposizione abbiamo un'area pregevole di circa mille metri quadri. Si sta gi lavorando inoltre alla stesura di uno statuto per la gestione del museo, che come detto affiancher all'attivit espositiva e dunque al lavoro di divulgazione dell'opera dei grandi artisti che hanno operato nel Novecento proprie produzioni ma senza per questo porsi in contrapposizione con le altre istituzioni presenti nell'isola. Tutto sar inserito in un quadro di programmazione regionale, con l'obiettivo di dare vita ad un sistema dei musei integrato.



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news