LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Mantova: LA POLEMICA «Project financing quasi al via»
09-05-05, pag. 10, Cronaca di Mantova


Maglia: se rinnega l’ex giunta è per far posto al Prc
Ma con Battù lo scontro resta



«Se per avere Rifondazione in giunta si intendono affossare i grandi progetti come il recupero del palazzo del Podestà, la riqualificazione di Porta Mulina, il nuovo stadio e la riqualificazione di Porta Cerese, si abbia il coraggio di dirlo senza scuse».

L’affondo è graffiante. Giorgio Maglia, portavoce dei sei consiglieri diessini dell’area continuista, usa la sciabola per replicare al compagno di partito ed ex collega nella giunta Burchiellaro, Luciano Battù. Il nodo è quello della continuità che intende dare l’attuale giunta ai progetti urbanistici avviati da quella precedente. Nel mirino entrano i ‘project financing’ varati dall’ex assessore all’urbanistica Stefano Montanari relativi ad opere importanti come, appunto, il nuovo stadio e la sede degli uffici comunali a Porta Mulina. Battù ha rivelato alla Gazzetta che quando aveva chiesto di visionare quelle pratiche si era sentito negare l’accesso agli atti dagli uffici dell’assessorato di Montanari. «Quindi non posso dire se sono d’accordo o meno su progetti che non mi hanno fatto vedere» è stata la conclusione di Battù, successore di Montanari. «Le dichiarazioni di Battù paiono dettate più dal tentativo di ricostruirsi una verginità politica che dall’esigenza di offrirci risposte convincenti» dice Maglia che, assieme agli altri 5 consiglieri che hanno disertato la prima riunione del consiglio, aveva sostenuto la presunta contrarietà di Battù di realizzare quelle ed altre opere. «L’istruttoria di questi progetti (Mulina, stadio e Podestà, ndr) è durata circa due anni - dice Maglia - il loro inserimento nel piano opere pubbliche è avvenuto in giunta con la partecipazione di Battù e poi approvato in consiglio. Oltretutto le proposte sono state vagliate da un pool di tecnici che comprendeva anche quelli del settore opere pubbliche guidato da Battù». Come dire: «Luciano non può dire di non conoscerle». «I progetti sono stati discussi in giunta diverse volte - continua Maglia - e addirittura per Porta Mulina, Battù ha chiesto e ottenuto di rinviare di una settimana la discussione per approfondire la pratica, salvo poi non presentarsi alla seduta dedicata a quel punto. Su una cosa concordo però con Battù: è giunto il momento di sedersi intorno ad un tavolo per un confronto serio riguardante la definizione del programma di governo senza gettare alle ortiche quanto abbiamo fatto insieme.
Questo è il punto fondamentale che può riportare all’unità della componente diessina del gruppo Uniti nell’Ulivo di tutta la maggioranza». Ma perchè Maglia e i sei consiglieri dell’area continuista (che chiedevano la conferma in giunta di Montanari) si impuntano sulla faccenda del ricorso ai project financing? In fondo Battù ha spiegato di non essere contrario a priori a quelle opere e per Palazzo del Podestà ha detto esplicitamente di essere d’accordo per la sua ristrutturazione. Il successore di Montanari ha fatto capire di voler rimettere in discussione lo strumento adottato, vale a dire l’affidamento del progetto e realizzazione delle opere a soggetti privati. É questo il problema che sta mettendo a rischio una maggioranza? «Premesso che le procedure sono state vagliate dagli uffici tecnici - dice Maglia - sosteniamo il project financing perché consente la realizzazione delle opere in tempi molto più brevi rispetto alle procedure di finanziamento attraverso un mutuo. Inoltre chi le costruisce deve gestirle per un tempo molto lungo e questo garantisce una migliore qualità della realizzazione. I project financing di cui si parla, peraltro, hanno già superato la prima selezione di evidenza pubblica ed è in corso la seconda. Entro poche settimane si potranno affidare i lavori già finanziati. Fermarli adesso sarebbe insensato».




news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news