LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MANTOVA: Piani urbanistici e culturali da confermare
07-05-05, pag. 12, gazzetta di mantova





I 6 diessini dettano le condizioni per tornare in aula: va garantita la continuit


Non cercano nuove elezioni, ma un nuovo accordo su programmi e assetti di giunta che garantisca la continuit con la precedente amministrazione. I sei consiglieri dei Ds che, con due colleghi della Margherita, hanno fatto saltare linsediamento del nuovo consiglio comunale, respingono le accuse di sgarbo alla citt rivolte loro in aula dal sindaco. E puntano il dito contro il segretario provinciale della Quercia Carra e la stessa Brioni: Hanno trattato con tutte le forze dellUlivo, del centrosinistra e di Rifondazione la composizione della giunta - dicono i sei - ma non hanno mai voluto confrontarsi con noi se non a giochi fatti. Il sindaco ha preferito cercare e ottenere lappoggio del Prc e poi, senza risultato del centrodestra, snaturando il risultato delle elezioni. I sei, e non chiamateci ribelli, spiegano le motivazioni del loro gesto forte e sofferto. Nella sala dei gruppi consiliari in via Roma Giovanni Buvoli, Mara Gazzoni, Giorgio Maglia, Albertino Montresor, Francesco Agr e Maurizio Vasori raccontano la loro verit. La nostra azione politica - premette Maglia - intende far valere un mandato che ci viene dagli elettori: siamo o no la maggioranza del gruppo Ds?. Lex assessore continua ricordando che il gruppo ha sempre ricercato il confronto per definire le linee programmatiche della giunta, ma sia da parte di Carra che della Brioni non vi mai stata la volont di confrontarsi con noi. Ci hanno sbattuto la porta in faccia precisa con una metafora a tinte forte la Gazzoni. Non intendiamo rovesciare sul Comune un problema di partito - avverte Maglia - perch la ricerca dellunit un fatto istituzionale visto che solo lunit pu garantire la stabilit di governo. Ed per questo che, piuttosto di trascinare una situazione che non garantisce nessuno, abbiamo deciso di compiere un gesto forte che costringa tutti ad aprire un confronto serio, con lo scopo di raggiungere un accordo sui programmi, che devono rappresentare la continuit con lesperienza precedente, e sugli uomini della giunta chiamati a portarli avanti. E, insomma, solo una battaglia per riavere in giunta Montanari e per ottenere la garanzia che i project financing con i privati, come Mulina e il nuovo stadio, e i piani urbanistici come strada Cipata, saranno portati a termine, quella che i sei stanno combattendo? Non esiste una battaglia per una persona - risponde Maglia -, esiste una battaglia politica per confermare un metodo di lavoro che ha caratterizzato la precedente esperienza amministrativa e per confermare un programma di governo, che non solo basato sui piani urbanistici ma anche, per esempio, sulle politiche culturali. Comunque, i grandi progetti non sono blindati. E poi - aggiunge - se c un giudizio positivo sullesperienza della giunta Burchiellaro, elogiata anche dai dirigenti nazionali dei Ds, toccava al segretario Carra valorizzarla. Perch chi stato pi degli altri protagonista di quellesperienza non stato preso in considerazione per un reincarico, e nemmeno proposto per esperienze di pari dignit utili non al singolo ma alla collettivit?. A Maglia e a Montresor non piace il nuovo assessore allurbanistica Batt, successore di Montanari: Adesso dice che non daccordo con i project financing ma quando era in giunta con Burchiellaro li ha approvati, tranne quello di Palazzo del Podest. E Montresor: Se si vuole realizzare delle opere pubbliche costose bisogna ricorrere alla sinergia con i privati. Del resto, come far Batt a costruire la ciclabile per Angeli senza gli oneri di urbanizzazione del piano di Belfiore? Io, comunque, sono fiducioso e dico che non si pu buttare il bambino con lacqua sporca. Non ci sono solo le grandi opere sul tappeto - ammonisce Buvoli -, ci sono anche gli strumenti di gestione privatistica come Aspef, Tea e Asi che danno benefici al settore pubblico. Cosa si vuole fare?. E adesso, cosa succeder? Mi auguro - risponde la Gazzoni - che nei prossimi giorni si affronti serenamente la situazione nelle istituzioni, aprendo un ragionamento allinterno dei Ds. Io sono fiduciosa che si possa chiudere questo triste capitolo. Non ne facciamo una questione di poltrone, se fosse stato cos laltra sera saremmo venuti in aula visto che ci avevano offerto di tutto. Non spetta a noi trovare delle soluzioni - aggiunge Maglia - ma al sindaco e al segretario Ds. A questo punto, per, devono intervenire i livelli nazionali del nostro partito. Il sindaco, dal canto suo, deve riconoscere il ruolo dei gruppi consiliari e con loro discutere di programmi e di uomini che li dovranno portare avanti. Una soluzione positiva possibile. Montresor: Se ci saranno le condizioni, sono pronto ad andare in aula a fare la battaglia. E rassicura i mantovani: Non nostra intenzione andare ad elezioni anticipate perch abbiamo troppo rispetto degli elettori. Chiude Vasori: Non possiamo dimenticare che la Brioni l8 dicembre concord con noi lassessorato alla cultura a Maglia e il 10 lo diede a Chiaventi.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news