LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sabato 31 Dicembre 2005 http://skyscrapercity.com/

Sabato 31 Dicembre 2005
La vendita di Castel San Pietro mette a disposizione del Comune 11 milioni per restaurare un altro ex complesso militare Prossimo obiettivo lArsenale Nel 2006 lavori per rendere agibili subito alcune sale, poi il recupero della corteNelle prossime settimane arriver il masterplan dellarchitetto Chipperfield

di Enrico GiardiniUn terremoto di novit scuote i palazzi storici di Verona inutilizzati. Monumenti per troppi anni chiamati contenitori, neanche fossero container prefabbricati, senza alcuna dignit architettonica. Se il 2005 si chiuso con il Comune che ha venduto Castel San Pietro alla Fondazione Cariverona che mette a disposizione lex caserma austriaca per la sede italiana del museo Hermitage di San Pietroburgo il 2006 si apre con un passo in avanti nel progetto di restauro dellArsenale. Nel giro di qualche settimana, infatti, arriver in municipio il masterplan, cio il progetto di massima per il recupero dellex arsenale militare redatto dallarchitetto inglese David Chipperfield. Il futuro dellArsenale, fra laltro, legato direttamente alla vendita di Castel San Pietro, perch gli 11milioni 50mila euro ricavati dal Comune dalla vendita di Castel San Pietro saranno destinati appunto al restauro dellex caserma asburgica che sorge sulla Campagnola, larea compresa fra il ponte di Castelvecchio e il quartiere di Borgo Trento. La priorit dellamministrazione comunale per il 2006 lArsenale, dice lassessore al Patrimonio, Gian Gaetano Poli, e perci lavoreremo per sviluppare il progetto di recupero del complesso, sulla base del masterplan dellarchitetto Chipperfield. Ma quale saranno i primi passi per il recupero dellArsenale? Sar la corte centrale la prima parte del complesso a venire ristrutturata, forse gi nel 2006, spiega Poli, con un intervento a partecipazione mista tra pubblico e privato. Potr partire subito la gara per individuare il partner privato che finanzier in parte lopera. Nella corte troveranno posto negozi, ristoranti, bar e anche impianti per gioco e divertimento. Il progetto prevede poi la costruzione di un parcheggio, anche seminterrato, con 500 posti auto, dove sorge lattuale, che sar gestito dalla Saba Italia, alternativo a quello (mai costruito) di piazzale Cadorna. Ci sar poi una sala civica, per manifestazioni, assemblee e spettacoli. Ma il piatto forte del futuro Arsenale sar la sede del museo civico di Storia naturale, che lascer le due sedi attuali di palazzo Pompei (la principale, in lungadige Porta Vittoria) e di palazzo Gobetti, in corso Cavour, che il Comune intende vendere. Oltre al museo, allArsenale trover posto una cittadella dei ragazzi, con mostre e luoghi di cultura e divertimento per i pi piccoli. Il progetto dellArsenale comprende la sistemazione del piazzale esterno. Sar in parte chiuso alle auto e alla sosta e sistemato in modo da collegarsi organicamente al ponte di Castelvecchio e alla citt. Verr ammodernato anche lattuale campogiochi. Ma prima del grande restauro, da progettare nei dettagli per le varie fasi di lavoro, ci sar un passo imminente. Spiega Poli: C gi un progetto di minima prediposto dal settore Lavori pubblici per mettere in sicurezza gli edifici dellArsenale che hanno bisogno di interventi di ripristino, in cui ricaveremo spazi usufruibili nel giro di poco tempo. Poli si dichiara dunque soddisfatto, aggiunge, perch dopo loperazione del Polo finanziario siamo riusciti in un breve periodo a risolvere anche la vendita di Castel San Pietro, che inizialmente rientrava nella grande operazione di cessione dellex mercato ortofrutticolo alla Fondazione Cariverona, per farne il polo finanziario. E invece ci siamo riusciti a breve avremo il confronto con il Consiglio comunale anche per la cessione dei palazzi Pompei e Gobetti. Poli conclude ricordando che con la vendita di Castel San Pietro alla Fondazione abbiamo dato una prospettiva di alto livello a un monumento che da oltre 30 anni era inutilizzato e che dal 1932, da quando del Comune, non ha mai avuto un utilizzo ben definito. Quando allipotesi della sede dellHermitage, sar la Fondazione a doversi esprimere e decidere. Aggiungo che il progetto di recupero del castello comprende anche il parco di 18mila metri quadrati che sale dal quartiere di Santo Stefano, e il piazzale esterno del belvedere, che resta di propriet del Comune.

http://skyscrapercity.com/


news

14-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 14 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news