LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LHermitage punta su Verona: Castel S. Pietro sede di museo
Venerd 30 Dicembre 2005 http://skyscrapercity.com







Siglato ieri dal sindaco e dallingegner Biasi il passaggio di propriet dellex caserma. Gli 11 milioni destinati allArsenale
Cariverona pronta a offrire Castel San Pietro per la sede italiana del museo


Per Castel San Pietro la Fondazione Cariverona intende portare avanti il progetto pi ambizioso: trasformare il castello nella sede italiana dellHermitage di San Pietroburgo, uno dei musei pi importanti e prestigiosi del mondo.
quanto emerso nella giornata di ieri, aperta da una giunta straordinaria sullargomento e conclusa con il rogito che ha sancito il passaggio di propriet dellex caserma austriaca alla Fondazione presieduta dallingegner Paolo Biasi. Dopo la decisione di alienare il bene, presa in giunta il 7 dicembre, latto di compravendita stato firmato ieri sera a Palazzo Barbieri dal sindaco Zanotto e dal presidente della Fondazione Biasi, alla presenza del direttore generale di Cariverona Sinagra e quello del Comune Carbognin, e degli assessori Poli e Pedrazza Gorlero. Unaccelerazione alla quale sembra non estranea la volont della Fondazione di presentare una sede gi pronta in caso di trattative con il museo russo.
Cariverona acquista Castel San Pietro alla cifra di 11 milioni 50 mila euro, la stessa fissata dalla perizia commissionata oltre un anno fa quando il complesso era inserito nelloperazione immobiliare fra Comune e Fondazione imperniata sulla cessione di una parte dellex Mercato ortofrutticolo per realizzare il Polo finanziario. Anche se Castel San Pietro era poi uscito da quel giro di compravendite, lamministrazione Zanotto sempre rimasta intenzionata a venderlo - come del resto stabiliva la relazione allegata al bilancio 2005 - coinvolgendo lunico interlocutore ritenuto idoneo per fine statutario e capacit di spesa: la Fondazione Cariverona. La quale, secondo gli accordi, chiamata a versare 7 milioni al momento della vendita e gli altri 4 allapprovazione in Consiglio comunale del piano particolareggiato, per cui si ipotizza come ultima data il 30 novembre 2006. Gli 11 milioni saranno destinati alla trasformazione dellArsenale in Museo di Storia Naturale e parco.
Il vincolo a destinazione museale - stabilito dal Consiglio comunale nel 2001 - viene confermato sia dalla delibera della giunta che dalle intenzioni della Fondazione. Listituto di via Forti fin dai tempi delloperazione Polo finanziario aveva preannunciato progetti di altissimo profilo. Un museo da inserire nel circuito delle grandi mostre internazionali - era stato lesempio fatto un anno fa dai dirigenti della Fondazione -, unopportunit in pi per il cambio di passo di Verona come citt di respiro culturale europeo.
Ma ora s aperta la prospettiva dellHermitage e Cariverona non vuole lasciarsela sfuggire, come sarebbe emerso anche ieri mattina in giunta a Palazzo Barbieri. Il museo russo intende fondare una sede italiana, come ha fatto il Guggenheim di New Yorka a Bilbao e in altre citt. La destinazione individuata era in origine Mantova, in una sede finanziata appunto dalla Fondazione Cariverona. Ma un po per i tentennamenti della citt virgiliana, molto di pi perch con Castel San Pietro s aperta la disponibilit pressoch immediata di uno spazio prestigioso in una citt di maggior spessore turistico-culturale e sempre nello stesso raggio dazione della Fondazione, proprio Verona che starebbe passando in pole position, con il traino di via Forti. (b.pi.)

Il museo di Stato dellHermitage occupa sei magnifiche costruzioni situate lungo largine del fiume Neva, proprio nel cuore di San Pietroburgo (nella foto). Il ruolo principale in questo insieme architettonico unico spetta al Palazzo dInverno, la residenza degli Zar russi che fu costruita su progetto di Francesco Bartolomeo Rastrelli fra il 1754 e il 1762. Il resto del complesso, edificato durante i secoli XVIII e XIX, comprende fra gli altri il palazzo del Generale Staff, il palazzo Meshnikov e il deposito recentemente costruito.
Raccolte nel corso di due secoli e mezzo, le collezioni di opere darte dellHermitage (oltre 3 milioni di pezzi) rappresentano lo sviluppo della cultura e dellarte del mondo dallEt della pietra al XX secolo. Oggi il museo sta organizzando il proprio repertorio digitale da mostrare in tutto il mondo

http://skyscrapercity.com/showthread.php?t=300823


news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news