LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Si scava per larte, riemerge la Storia. Via Nizza, dai lavori della Macro spunta la fontana ottocentesca
di RAFFAELLA TROILI
Domenica 26 Febbraio 2006 Il Mattino


Cera una volta Vigna Falzacappa. Nessuno sapeva niente di quel podere privato, chiss quando inglobato in villa Torlonia. Fino a qualche giorno fa, fino a che gli scavi per lampliamento del Macro, lex stabilimento della Birra Peroni che il Comune ha trasformato in Galleria comunale darte moderna e contemporanea, non hanno portato alla luce una fontana a semicerchio, che risale alla seconda met dell1800. Non si tratta di un ritrovamento eccezionale, precisano gli archeologi, ma piuttosto di unulteriore conferma di come la citt sia venuta su demolendo e ricostruendo, spesso proprio usando quanto appena demolito. E come spesso avviene, Roma torna a galla, nel continuo intrecciarsi dei suoi strati.
Siamo alla fine di via Nizza, allangolo con viale Regina Margherita - spiega Marina Piranomonte, della Soprintendenza archeologica di Roma - La fontana, larga 10 metri per 5 mentre lalzata di 20 centimetri. in nucleo cementizio e non dovrebbe essere di particolare valore. Da una prima indagine abbiamo capito che il manufatto si trovava allinterno di una villa o vigna che nei catasti urbani del 1820-1860 risulta come Vigna Falzacappa mentre non appare nelle piante del 1600. Successivamente sar stata inglobata in villa Torlonia e poi distrutta.
Sapeva la soprintendenza archeologica che andando a scavare avrebbero di certo trovato qualcosa. Ma non pensavamo a una struttura ottocentesca. Ora continueremo a indagare nella stessa zona, con laccordo della direzione dei lavori di ampliamento del Macro, a cura dellarchitetto Alessandro Di Silvestre.
La chiusura del cantiere prevista entro lanno e prevede tre nuove sale espositive, un parcheggio con 150 posti auto, una terrazza pubblica praticabile anche negli orari di chiusura del museo. Il nuovo ingresso sar su via Nizza, con il volume vetrato sospeso dellart caf e il giardino di aylanthus altissima. Quando fu presentato il progetto vincitore, dellarchitetto Odile Decqu, chiedemmo i tradizionali sondaggi archeologici - continua la Piranomonte - Gi sapevamo che l sotto cerano cavit di tufo, sapevo anche dalla storia del quartiere che probabilmente via Nizza era un percorso antico, in discesa da porta Salaria. Chiedemmo quindi di usare tutte le cautele archeologiche del caso, sono stati fatti tanti carotaggi, pensavamo di trovare tutte distruzioni. Infatti sono venuti alla luce una serie di interri legati a distruzioni moderne, quando a fine 800, furono demolite ville patrizie, orti seicenteschi, e colmato con questi detriti impropri il livello del pendio, per costruire per esempio anche lex stabilimento della Birra Peroni. E la storia edilizia romana dellultimo secolo: fatta di distruzioni e riempimenti. Invece siamo scesi e abbiamo trovato anche la fontana.
I Falzacappa erano una famiglia di benestanti romani, - aggiunge Susanna Le Pera, della Sovrintendenza ai beni culturali del Comune - un suo membro era il redattore della carta del censo, documento dellepoca noto chi si occupa di cartografia. Si tratta di un giardino della seconda met dell800, con una fontanella semicircolare e un piccolo basamento al centro, gi noto ai tecnici della nostra sovintendenza perch documentato in un aggiornamento del catasto gregoriano. E emerso anche un viottolo, che arriva verticalmente sul fronte della fontana, sul fondo di unantica valletta. Gli scavi continuano, Roma potrebbe sempre stupire.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news