LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Si scava per larte, riemerge la Storia. Via Nizza, dai lavori della Macro spunta la fontana ottocentesca
di RAFFAELLA TROILI
Domenica 26 Febbraio 2006 Il Mattino


Cera una volta Vigna Falzacappa. Nessuno sapeva niente di quel podere privato, chiss quando inglobato in villa Torlonia. Fino a qualche giorno fa, fino a che gli scavi per lampliamento del Macro, lex stabilimento della Birra Peroni che il Comune ha trasformato in Galleria comunale darte moderna e contemporanea, non hanno portato alla luce una fontana a semicerchio, che risale alla seconda met dell1800. Non si tratta di un ritrovamento eccezionale, precisano gli archeologi, ma piuttosto di unulteriore conferma di come la citt sia venuta su demolendo e ricostruendo, spesso proprio usando quanto appena demolito. E come spesso avviene, Roma torna a galla, nel continuo intrecciarsi dei suoi strati.
Siamo alla fine di via Nizza, allangolo con viale Regina Margherita - spiega Marina Piranomonte, della Soprintendenza archeologica di Roma - La fontana, larga 10 metri per 5 mentre lalzata di 20 centimetri. in nucleo cementizio e non dovrebbe essere di particolare valore. Da una prima indagine abbiamo capito che il manufatto si trovava allinterno di una villa o vigna che nei catasti urbani del 1820-1860 risulta come Vigna Falzacappa mentre non appare nelle piante del 1600. Successivamente sar stata inglobata in villa Torlonia e poi distrutta.
Sapeva la soprintendenza archeologica che andando a scavare avrebbero di certo trovato qualcosa. Ma non pensavamo a una struttura ottocentesca. Ora continueremo a indagare nella stessa zona, con laccordo della direzione dei lavori di ampliamento del Macro, a cura dellarchitetto Alessandro Di Silvestre.
La chiusura del cantiere prevista entro lanno e prevede tre nuove sale espositive, un parcheggio con 150 posti auto, una terrazza pubblica praticabile anche negli orari di chiusura del museo. Il nuovo ingresso sar su via Nizza, con il volume vetrato sospeso dellart caf e il giardino di aylanthus altissima. Quando fu presentato il progetto vincitore, dellarchitetto Odile Decqu, chiedemmo i tradizionali sondaggi archeologici - continua la Piranomonte - Gi sapevamo che l sotto cerano cavit di tufo, sapevo anche dalla storia del quartiere che probabilmente via Nizza era un percorso antico, in discesa da porta Salaria. Chiedemmo quindi di usare tutte le cautele archeologiche del caso, sono stati fatti tanti carotaggi, pensavamo di trovare tutte distruzioni. Infatti sono venuti alla luce una serie di interri legati a distruzioni moderne, quando a fine 800, furono demolite ville patrizie, orti seicenteschi, e colmato con questi detriti impropri il livello del pendio, per costruire per esempio anche lex stabilimento della Birra Peroni. E la storia edilizia romana dellultimo secolo: fatta di distruzioni e riempimenti. Invece siamo scesi e abbiamo trovato anche la fontana.
I Falzacappa erano una famiglia di benestanti romani, - aggiunge Susanna Le Pera, della Sovrintendenza ai beni culturali del Comune - un suo membro era il redattore della carta del censo, documento dellepoca noto chi si occupa di cartografia. Si tratta di un giardino della seconda met dell800, con una fontanella semicircolare e un piccolo basamento al centro, gi noto ai tecnici della nostra sovintendenza perch documentato in un aggiornamento del catasto gregoriano. E emerso anche un viottolo, che arriva verticalmente sul fronte della fontana, sul fondo di unantica valletta. Gli scavi continuano, Roma potrebbe sempre stupire.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news