LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

AMBROSIANA: Trovato un codice di Bocaccio
CARLO BRAMBILLA
18/02/2006, La Repubblica

IL MANOSCRITTO MEDIEVALE SCOPERTO ALL'AMBROSIANA DI MILANO.

La straordinaria scoperta, del tutto casuale, si deve a un giovane ricercatore dell'Universit Cattolica di Milano, Marco Petoletti. Una settimana fa lo studioso, scartabellando tra i preziosi volumi sulla tradizione dei classici latini della Biblioteca Ambrosiana, viene attratto da un manoscritto medioevale con gli Epigrammi di Marco Valerio Marziale, ricco di note e corredato da quattro piccoli disegni.

Immediatamente gli pare di riconoscere la scrittura autografa di Giovanni Boccaccio, che ha studiato a lungo. Un'intuizione geniale che viene confermata, con certezza, dalle indagini pi approfondite.

Ieri monsignor Gianfranco Ravasi, prefetto della Biblioteca Ambrosiana, ha potuto dare, con orgoglio, l'annuncio ufficiale: L'Ambrosiana possiede, per tradizione, un enorme fondo di codici manoscritti. E alcuni codici preziosissimi, tra cui uno proprio di Giovanni Boccaccio. Da pochi giorni la nuova scoperta: orapossediamo due codici autografi, scritti integralmente dall'autore del Decameron. Quest'ultimo, che fa parte del nucleo originario delle biblioteca, stato restaurato recentemente, nel 2002, ma nessuno si era accorto fosse di Boccaccio.

Un disegno di Boccaccio nel codice ritrovato
Marziale noto soprattutto per i suoi epigrammi, qualche volta un po'maliziosi, sorride Ravasi. Al punto che in una postilla di questo manoscritto - aggiunge Petoletti - lo stesso Boccaccio lo accusa apertamente di oscenit ("sia maledetto quel poeta") per l'uso volgare diverbi relativi alla sfera sessuale ("futuere" fottere) o corporale ("cacare") o l'uso esplicito di vocaboli che indicano l'organo sessuale maschile ("mentula") e femminile ("cunnus").
Il ricercatore si sofferma a lungo sulle postille: Ci consentono di vedere la reazione di un autore sanguigno come fu il Boccaccio di fronte a un testo abbastanza particolare che aveva suscitato perplessit morali per il suo linguaggio decisamente osceno. Un epigramma del nono libro di Marziale ricorda un personaggio un po' squallido che si chiamava Filomuso, abituato a raccontare fandonie. E a fianco appare una postilla di Boccaccio, quasi invisibile, che ricorda il suo personaggio di "Frate Cipolla".
E' molto probabile che Boccaccio abbia recuperato il modello da cui copi il proprio Marziale dalla biblioteca di Monte-cassino, durante il soggiorno napoletano del 1362-1363. Dallo studio dell'inventario della biblioteca di Giovanni Boccaccio arriva la conferma definitiva dell'autenticit del ritrovamento. L'inventario non dice semplicemente che c' il codice di Marziale - spiega Petoletti - ma cita, come sistema di identificazione, l'ultima parola del penultimo foglio. E l'ultima parola del penultimo foglio ("toxica seva gerit") coincidono alla perfezione. Nessun altro manoscritto PU presentare Queste caratteristiche.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news