LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La storia dei mosaici mai visti: Ravenna riscopre San Severo
Corriere Romagna sabato 11 febbraio 2006 Edizione di: RAVENNA

- Procede il lavoro di restauro dei mosaici pavimentali della perduta basilica di San Severo. I frammenti musivi andranno a comporre il nucleo centrale della mostra “Santi, banchieri, re”, in via di allestimento e attesa dal 4 marzo nella chiesa di San Nicolò.Per la prima volta in assoluto, verrà esposto oltre il 50 per cento della superficie pavimentale della basilica, edificata a Classe nel VI secolo, per onorare il dodicesimo vescovo di Ravenna. Collocati sui pannelli, i mosaici andranno a implementare le conoscenze sull’arte antica ravennate e arricchiranno il patrimonio artistico cittadino, che nel mosaico trova il maggior punto di attrazione.Ancora per qualche giorno i pannelli giaceranno per le ultime cure nei laboratori della PrP di Paola Perpignani e della Coop Mosaicisti. Terminata la mostra, faranno parte del percorso espositivo del futuro museo archeologico di Classe.“Il restauro - spiega Elsa Signorino, presidente della fondazione RavennAntica - coinvolge i materiali rinvenuti nel corso degli scavi nell’area adiacente all’antico porto di Classe negli anni Sessanta. Finora tutto era conservato nei depositi della Soprintendenza ai Beni architettonici nell’area cortilizia del Museo nazionale. Ma è illusorio pensare alla conservazione senza valorizzazione dei beni. Anche perché a Ravenna lavorano i migliori restauratori del mondo”.


La mostra sull’età d’oro di Ravenna, quel VI secolo che la vide capitale, curata dallo storico dell’arte Carlo Bertelli e da Andrea Augenti, docente di Conservazione oltre a presentare i materiali provenienti da San Severo, basilica andata distrutta nel 1821, proporrà mosaici provenienti dalla vicina Faenza, ma anche dalla Siria. Codici, monete, frammenti ceramici, marmi segneranno il percorso espositivo.“L’intervento sui lacerti - ricorda Paolo Racagni, coordinatore scientifico del restauro - inizia 40 anni dopo il ritrovamento. Per vastità siamo di fronte al nucleo più importante, ritrovato nell’Italia settentrionale. Un materiale che documenta come la scuola ravennate avesse una forte influenza ellenistico orientale e non come comunemente si crede di provenienza africana.

Tali influssi giunti dalla Siria e da Antiochia si ritroveranno in seguito a Pola e a Parenzo. Si intravede nei mosaici il passaggio dall’età post giustineanea all’alto medioevo con soluzioni del tutto originali, proprie della scuola ravennate”.


Ma il lavoro si è presentato non facile, viste le condizioni dei mosaici strappati nel 1966 e posizionati su supporti in cemento armato, inadatti ad ospitare le belle superfici musive.In esposizione si potranno ammirare i mosaici della navata destra, di parte della navata centrale e del sacello; il pavimento dell’abside furono collocati nell’Ottocento nella cripta Rasponi ora visibili nel Palazzo della Provincia e a palazzo Serena.


Le decorazioni policrome oltre al sommario restauro moderno, subirono interventi anche in antico, con materiali di recupero in porfido. San Severo propone anche un piccolo giallo, risulta infatti dispersa una parte della decorazione, forse ancora nei magazzini ma fuori posto rispetto l’ordine di collocazione, o ancora a Classe o come terza ipotesi scomparsa negli anni per mano di qualcuno.Gli interventi sulle superfici in mosaico hanno coinvolto Cetty Muscolino, direttore del Museo nazionale, Cesare Fiori e Mariangela Vandini del dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali, Paola Perpignani titolare di PrP e Marco Santi presidente della Cooperativa Mosaicisti Ravenna.Chiara Bissi





news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news