LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA: Colonia di granchi nel Foro Traiano
FEDERICA GRASSI
10-FEB-2006 La Repubblica, cronaca Roma



Insolito oggetto di studio degli zoologi nel centro di Roma. Gli animali si sono adattati perfettamente all'ambiente

Affiorano dal sottosuolo, dove scorrono le acque di antichi canali

UNA colonia di granchi d'acqua dolce stata scoperta da un team d ricercatori dell'Universit Roma 3 nell'area del Foro , di Traiano.

Non si sa bene da quanto tempo siano quispiega il responsabile dell'ufficio Fori imperiali della Soprintendenza del Comune, Roberto Meneghini . La testimonianza pi antica riguardo la loro presenza nel Foro quella del custode pi anziano e risale a circa venti anni fa.

Gli studiosi non hanno ancora ben chiaro come questi crostacei (su cui il NationaJ Geographic di questo mese pubblica un servizio) siano arrivati a colonizzare l'area della basilica Ulpia e quella degli attuali scavi.
Il capo cantiere dice che ne trova a palate ogni giorno racconta Francesca Schiavone che sui "Potamon fluviatili" sta facendo lunghe ricerche e la cosa non stupisce visto che qui nel Foro questi granchi trovano una riproduzione del loro habitat naturale per l'acqua incanalata nei piccoli tunnel che portano alla Cloaca Maxima e per quella stagnante sulle superfici argillose.

Forse sono arrivati a colonizzare questa zona del centro storico attraverso il Tevere o i canali delle fogne antiche. Certo se sono l, significa che non sono animali troppo sensibili all'inquinamento nonostante questa specie di crostacei popoli di norma le acque non inquinate dell'Italia centro-meridionale.

Il granchio d'acqua dolce, altrimenti detto "aragosta dei poveri" e molto apprezzato nelle zuppe, nei sughi e ora anche dai gabbiani romani, misura mediamente 35-45 mm di carapace. Ma i ricercatori di Roma 3 che si occupano di loro dal 1997spiega la Schiavone ne hanno misurati alcuni larghi quasi 7 cm.

Questo gigantismo potrebbe essere una caratteristica tipica delle popolazioni isolate che sviluppano determinate qualit di adattamento all'ambiente.

La colonia di granchi del Foro di Traiano scava canali e buche nel fango in cui rifugiarsi nelle ore di inattivit e si nutre di detriti vegetali, invertebrati vari, nonch di rifiuti e qualsiasi leccornia arrivi con la pioggia continua la Schiavone .
Sono stati visti afferrare di tutto con le chele. Allo stato attuale delle ricerche, non si sa di quanti granchi sia composta la colonia che scorrazza tra le rovine antiche. A causa delle rapide mute nel periodo dell'accrescimento infatti, le marcature dei ricercatori hanno un carattere solo temporaneo.

I "Potamon fluviatili" non sono una specie protetta.

In realt, si proteggono da solisottolinea Roberto Meneghinivisto che hanno scelto di colonizzare un'area del Foro chiusa al pubblico. Per segnalare la loro presenza, tra qualche mese arriver dal Bioparco anche una targa da sistemare a via Alessandrina.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news